sabato, febbraio 25, 2006

The Importance of Having Friends Who Disagree

Ravi Mohan's Blog - The Importance of Having Friends Who Disagree
Paul Graham says, in one of his essays (emphasis mine) "....Why do you need other people? Can't you just think of new ideas yourself?" The empirical answer is: no. Even Einstein needed people to bounce ideas off. Ideas get developed in the process of explaining them to the right kind of person. You need that resistance, just as a carver needs the resistance of the wood. [...]

Ho trovato per caso questo post che introduce un argomento interessante, anche alla luce di diverse mie esperienze personali. Ci sarebbe abbastanza da riflettere e da discutere su questo argomento.

giovedì, febbraio 23, 2006

Google Page Creator

Want to create an online photo tour of your vacation to Bali? An overview of the South American precipitation cycle for your science class? A shrine to your pet ferret?
Google Page Creator is a free tool that lets you create web pages right in your browser and publish them to the web with one click. There's no software to download and no web designer to hire. The pages you create are hosted on Google servers and are available at http://yourgmailusername.googlepages.com for the world to see.
Google Page Creator

venerdì, febbraio 17, 2006

Internet di Stato

Da Punto Informatico:
Bloccato l'accesso a 500 siti dall'Italia
Sono quelli che offrono giochi d'azzardo senza aver sottoscritto un'apposita licenza con i Monopoli di Stato. Dal 24 febbraio sarà impedito agli utenti nostrani di accedere a quelle pagine web.
[...]
Di interesse segnalare come, alle polemiche suscitate dalla censura dei siti stranieri, i Monopoli ribattano con una dichiarazione della Direzione Generale secondo cui, tra le altre cose, il provvedimento "non è oscurantista in quanto tende a non rendere accessibili i siti di quegli operatori che hanno deciso scientemente di oscurare – loro sì! – il sistema delle regole che ogni Paese democratico si dà e deve darsi per salvaguardare i consumatori, l'ordine pubblico ed il sistema competitivo".


Mie considerazioni:
E' una nuova moda, gli organi giudiziari e la polizia postale decidono quali siti Web io posso visitare e quali e' meglio, per il mio bene ovviamente, che io non veda.
Quando si limita la liberta' delle persone in nome dei consumatori, dell'ordine pubblico e del sistema competitivo direi che si sente parecchia puzza di bruciato.
Assomiglia tanto al controllo di Internet che hanno in Cina.
Ulteriore prova che Internet, quando viene meno l'interesse per un nuovo modo per fare business alle spalle dei "consumatori", diventa solo fastidio per tutti i "poteri" e gli "interessi" che non sanno cosa farsene. Quando non vedono una vera propria minaccia all'ordine costituito. Facciamo prima se ribaltiamo il concetto. Diciamo che da domani possiamo accedere solo ai siti e ai server approvati dallo Stato.

Edit:
Da Punto Informatico:
Se la frase precedente vi vede d'accordo, allora c'è bisogno di questo articolo.
[...] alcuni brillanti ingegni nostrani, ispirandosi ai famigerati e vituperati censori telematici cinesi che stanno facendo da anni la stessa cosa, hanno deciso di costringere gli Internet Service Provider nostrani ad attrezzarsi in modo da poter filtrare gli IP di una blacklist di IP gestita (per ora) dalla magistratura, ed impedirne l'accesso agli utenti italiani che di questi ISP si devono servire per connettersi alla Rete.[...]

Mio ulteriore commento:
Ok ci hanno messo un po' a localizzare il punto debole del Web ma adesso lo sanno. Sono gli ISP. I provider non sono delle organizzazioni filantropiche, anzi il contrario. In pratica vivono di truffe legalizzate ai danni degli abbonati, un po' come le banche. Inoltre per esistere devono necessariamente andare a braccetto sia con la "finanza" che con la "politica", quindi una convergenza di interessi a scapito degli utenti e' inevitabile.
Sotto questo livello economico/politico, come non citare la Sindrome del Sistemista, cioe' il piacere perverso e un po' meschino che deriva dal potere di imporre restrizioni e sanzioni arbitrarie al prossimo, nel modo piu' macchinoso e involuto possibile.

giovedì, febbraio 16, 2006

Che bello vivere di contraddizioni

Dal sito del Corriere:
Kamikaze contro i marines, non è terrorismo
Caso Daki e guerra in Iraq, le motivazioni dell'appello rafforzano le assoluzioni decise dal giudice Forleo
MILANO — «L'instradamento di volontari verso l'Iraq per combattere contro i soldati americani non può essere considerato sotto alcun aspetto un'attività terroristica». E questo nemmeno quando, come in questo caso, «appare chiaro il reclutamento di kamikaze».

C'e' solo un piccolo particolare contradditorio e cioe' che l'Italia ha inviato propri soldati in Iraq e in Afganistan per affiancare gli Americani. Non solo, ma uno dei "suicidi" si e' fatto esplodere presso una caserma italiana a Nassirya, provocando 19 morti. Quindi in sostanza il giudice sta dicendo che e' lecito gestire sul territorio italiano una organizzazione che ha lo scopo di reclutare e inviare volontari per ammazzare soldati italiani e "alleati". Ennesima dimostrazione della attitudine italiana a cominciare le guerre con uno schieramento per finirle nello schieramento opposto, alla bisogna. Poi pretendiamo che all'estero ci prendano sul serio... In linea teorica a questo punto gli Americani potrebbero considerare l'Italia come "avversario" invece che come "alleato" visto che si trovano contro gente che non arriva solo dalla Siria, dalla Cecenia eccetera ma anche da Milano e Varese. Mi viene in mente che i cavalli in bronzo che sono a San Marco a Venezia sono parte del bottino che i Veneziani riportarono dal sacco di Costantinopoli, compiuto da Crociati che in teoria avevano giurato di combattere gli "infedeli" per liberare la Terrasanta. Il sacco di Costantinopoli ne provoco' la successiva caduta nelle mani degli Ottomani, tanto e' che oggi si chiama Istambul e la basilica di Santa Sofia e' una moschea.

martedì, febbraio 14, 2006

ClamWin e Winpooch

Vi segnalo due programmi OpenSource che possono essere utili. Uno e' l'antivirus ClamWin, porting per Windows di ClamAV. E' un antivirus "on demand", cioe' NON controlla i file automaticamente ma solo se eseguito manualmente. Per completarlo e' possibile usare un altro programma che si chiama Winpooch. Questo programma "monitorizza" tutti i processi del sistema e le aree critiche del registry, chiede l'autorizzione e permette di definire i permessi tramite un set di regole personalizzabili sostanzialmente analoghe a quelle dei personal firewall. Utile complemento per il firewall di XP, sopratutto per identificare trojan e spyware. Tramite ClamWin controlla anche i file che vengono eseguiti.
ClamWin - Antivirus on demand
Winpooch - Monitor dei processi

lunedì, febbraio 13, 2006

Cascading Style Sheet Compatibility in Internet Explorer 7

Internet Explorer 7 contains a number of improvements to cascading style sheet (CSS) parsing and rendering over IE6.
Cascading Style Sheet Compatibility in Internet Explorer 7

giovedì, febbraio 09, 2006

Confermato l'imbroglio Tiscali

Ricevo da Tiscali:
Gentile Cliente,
con la presente le inviamo le nostre più sentite scuse per la situazione che si è verificata e confermiamo quanto indicatole dall' operatore del 130; la informiamo che i lavori di ampliamento della rete sono in corso, pertanto nei prossimi mesi potrà usufruire della velocità superiore alla 640 Kb.
In merito alla sua richiesta di disdetta, verrà lavorata quanto prima dal settore preposto e precisiamo che la lavorazione durerà 30-50gg.
Restiamo a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Conclusione: hanno mentito sulla copertura del mio numero coi loro impianti, mi hanno venduto un servizio che non possono fornire e adesso dicono che nei prossimi MESI (non erano settimane?) potro' usufruire del servizio che ho acquistato 3 MESI FA.

In questo momento in TV passa lo spot "Tiscali ADSL - chiedila al 130".
Oltre al danno, la beffa.

Vi serve un Firewall?

Provate questo: Endian Firewall
Con ClamAV antivirus e SpamAssassin antispam.

martedì, febbraio 07, 2006

ADSL Tiscali - Assolutamente Inaccettabile

Sono parecchio incavolato. Mio fratello dice che e' normale ma io, saro' tonto, non me ne faccio una ragione. Tiscali mi ha preso in giro. Ecco i fatti:
1 o 2 Novembre sottoscrivo un contratto Tiscali ADSL 2Mega, dopo avere verificato che il mio numero fosse raggiunto dalla rete Tiscali, infatti Tiscali, come Wind/Libero/Infostrada, utilizza Telecom per il cosidetto "ultimo miglio" e poi in teoria dovresti utilizzare i loro apparati e la loro rete.
Il giorno 2 Febbraio, dopo avere aspettato la scadenza del contratto in essere con TIN, nonostate l'operatore Tiscali mi avesse assicurato "pensiamo tutto noi", mi attivano la ADSL Tiscali.
Guardo e va a 590.3Kbps, che diviso per 8 fa circa 70KB.
Chiamo una prima volta l'assistenza e mi dicono "faremo delle verifiche". Non avendo nessun feedback dopo 4 giorni chiamo una seconda volta. L'operatore cincischia un po' e poi mi dice "ah, vedo che lei ha 2 contratti, uno per 2Megabit e un altro per 640K". "Eh?" faccio io...ma come e' possibile? "Le passo una persona che si occupa dei contratti". Questa persona mi dice che Telecom ha rigettato l'attivazione sulla rete Tiscali quindi mi hanno attivato una connessione su rete Telecom da 640K (che poi va anche di merda dato che al massimo e' intorno ai 500K o meno). Ma non mi devo preoccupare perche' senza dubbio un giorno gli impianti saranno modificati e anche io saro' portato sulla rete Tiscali e potro' avere la ADSL 2Mega. "MA COME, SE 3 MESI FA MI AVETE DETTO CHE IL MIO NUMERO ERA COPERTO? QUANDO MI ATTIVERETE, TRA UN MESE, UN ANNO?" "Ah questo non glielo posso dire. Se vuole mandi un fax al numero 800910028 per chiedere l'attivazione della linea". "EEHHH??? IO VOGLIO RESCINDERE IL CONTRATTO, CON CHI DEVO PARLARE?" "Mandi un fax al numero 800910028 per chiedere la rescissione del contratto".

Va bene grazie arrivederci. Comma 22...
Comma 22 recita testualmente:
Chi è pazzo può chiedere di essere esentato dalle missioni di volo, ma chi chiede di essere esentato dalle missioni di volo non è pazzo - "Catch 22" (in italiano "Comma 22") di Joseph Heller

Ora, e' evidente che e' una mezza truffa. Tiscali promuove e vende servizi che in realta' non e' in condizione di fornire effettivamente, forse contando sul fatto che i clienti una volta agganciati o non si accorgano della differenza o non se la sentano di rescindere il contratto con i tempi di attesa relativi alla liberazione della linea e alla riattivazione con un altro gestore. Inoltre, Telecom detta legge senza che nessuno possa dire beh, non esiste assolutamente una reale alternativa e concorrenza tra gestori. Ecco perche' Telecom si puo' permettere di avere delle offerte Alice che sulla carta sono assolutamente NON concorrenziali. Tanto puoi annulla le offerte altrui interferendo sulle attivazioni, dilatando all'infinito i tempi, ecc.

Tristezza assoluta. Another brick in the wall. Ok ci sono altri problemi piu' seri nella vita di queste cavolate, pero' tutte le piccole cose che non vanno alla fine generano un attrito costante...

giovedì, febbraio 02, 2006

ADSL Tiscali

Mi hanno attivato la ADSL Tiscali.
In tutto sono stato scollegato per 10 giorni ma bisogna considerare che TIN, il precedente gestore, ci ha messo qualche giorno a liberare la linea anche dopo avere disattivato il mio account.
Al primo collegamento la mia linea risulta essere di 640K quindi ho chiamato il supporto tecnico e mi hanno detto che aprivano un ticket per verificare l'inconveniente. Per cui adesso aspetto di sapere che problema c'e'. L'operatore ha avuto modo di verificare che la qualita' del doppino e' buona quindi non dipende da quello. Presumo sia un problema di configurazione di qualche router.