lunedì, marzo 27, 2006

Emule e ISP ( vedi usare Emule con Libero e affini )

Esiste una "mod" di Emule che cerca di ovviare al problema delle limitazioni di banda che pare certi provider impongono sul traffico di Emule. Si chiama Neo Emule. E' una mod molto complessa, conviene non pasticciare con le opzioni e lasciare quelle di default se non si sa bene cosa si sta facendo. Pero' adesso l'autore ha aggiunto nella versione 4.11 una funzione che si chiama "ISP Trasversal" (nel primo gruppo di opzioni "neo"). In cosa consiste? Ha diversi livelli di impostazione, da "not needed" a "explicit". L'idea e' quella di separare il traffico "dati" dalle comunicazioni tra i client di Emule in modo da criptare la comunicazione e dirottare il traffico dati su diverse porte prese piu' o meno a caso. In questo modo il traffico di Emule dovrebbe risultare piu' "mimetizzato" nel traffico generale. Chiramente non e' la soluzione finale al problema, ma probabilmente migliorera' la situazione, specie se molti utenti useranno mod con questa feauture. Se il vostro ISP sta strozzando la banda dovreste impostare il livello "implicit" (explicit non e' compatibile con altri client Emule) e aprire/settare un gruppo di porte TCP incoming. A quel punto altri client compatibili con questa funzione cripteranno la comunicazione verso di voi (tranne il primo handshaking che e' in chiaro per compatibilita' con altri client) e dirotteranno l'upload verso di voi sulle porte sopra citate invece che su quella di default.

Nota a margine:
In tutti i paesi europei si stanno proponendo e approvando normative che equiparano il file sharing di materiale protetto da copyright al furto. Ne consegue che copiare musica, film, programmi, ecc. diventa un reato PENALE anche se l'illecito non ha fine di lucro. L'ultima e' la Germania. Dato che Emule nasce li e dato che l'associazione tra il reato e lo strumento utilizzato e' immediata, non so che futuro avra'...
Non pensiate comunque che le "leggi" italiane siano qualcosa di isolato. Ormai i diversi paesi si muovono di concerto, non so dire di chi sia la regia. Ma non e' un caso ad esempio che in Francia stiano introducendo una normativa sui contratti "atipici" che piu' o meno funziona come la nostra. A questo proposito, in Banca Intesa c'e' un manifesto che ti propone il "mutuo atipico", ideale per lavoratori "atipici", cioe' quelli che non sanno se potranno pagare le rate del mutuo. Vedete voi se il problema esiste oppure no.

Nessun commento:

Posta un commento