giovedì, aprile 27, 2006

Genuine Advantage

Nuovi controlli antipirateria su Windows
[...] Il nuovo update alla WGA, chiamato Windows Genuine Advantage Notifications , se installato su copie illegali di Windows fa apparire una finestra di dialogo sia all'avvio del PC sia durante il normale utilizzo del sistema operativo. I pop-up possono essere chiusi, ma dopo un certo numero di volte Windows visualizza sulla parte alta dello schermo un avviso permanente che dice: "Questa copia di Windows non è autentica; potresti essere una vittima dei contraffattori di software" [...]

Linux + Openoffice sta diventando una opzione sempre piu' obbligata.
A meno di non volere spendere i soldi di una nuova licenza Windows o cambiare il computer in modo da acquistarne una OEM.

mercoledì, aprile 26, 2006

Non usate Internet Explorer

Punto Informatico - Internet Explorer 7, seconda beta
Microsoft incoraggia gli utenti consumer a scaricare la nuova release, che a suo dire è sensibilmente più sicura di IE6.
"Raccomando a tutti coloro che usano IE sul PC di casa di provare la Beta 2 di IE7", ha detto Share. "I vantaggi apportati dal nuovo browser sotto il profilo della sicurezza superano di gran lunga i rischi derivanti dall'uso di un software in beta".

Nota: Passate a IE 7 solo quando sara' rilasciata la versione definitiva perche' dato che si installa come "componente del sistema" se non funziona correttamente non c'e' modo di tornare alla versione precedente.
Usare IE e' necessario solo a chi sviluppa web applications per mestiere e deve garantire la compatibilita' per le varie configurazioni. Per tutti gli altri, visto che IE e' il peggiore browser possibile, cosi come Outlook e' il peggiore mail client possibile, suggerisco di usare una delle tante alternative disponibili (trovate i link nei bottoni in alto a destra di questo blog).

lunedì, aprile 24, 2006

Altre immagini del Lago di Como

Una breve collezione di foto prese durante uno dei miei giri in scooter sul lago. Sopperisco con la buona volonta' alla qualita' risibile della macchina fotografica.









sabato, aprile 22, 2006

Gita in scooter e quesito della settimana


Alla partenza da casa mia, mio fratello Guido in scooter con Barbara


Sempre loro alle prese con l'Oggetto Misterioso


Quesito della settimana: cos'e' e dove si trova l'Oggetto Misterioso?

giovedì, aprile 20, 2006

Le origini del Cristianesimo

Se a qualcuno venisse la curiosita' di sapere su quali basi si fonda il Cristianesimo e la Chiesa e specialmente per i quelli che leggono la Bibbia senza preoccuparsi troppo di cosa sia e da dove venga, ecco un interessante articolo di Wikipedia, vi suggerisco anche di seguire i link ove possibile:
I Vangeli sono libri che raccontano la vita e la predicazione di Gesù Cristo.

Risalendo la corrente, dato che Gesu era ebreo, cosi come gli apostoli e gli evangelisti, e' interessante anche dare una occhiata qui:
I 613 mitzvòt' (plurale di mitzvà), o 613 precetti, sono il fulcro della fede ebraica
Da non confondere con:
I dieci comandamenti, detti anche Decalogo

Rimuovere i banner? Una questione controversa

Pagina come si presenta normalmente in Firefox
Notare l'impatto degli spazi promozionali sul "look and feel" della pagina
Pagina come risulta in Firefox applicando Adblock Plus e NoScript
Gli elementi rimossi non sono soltanto "nascosti" operando sulle proprieta CSS dei container ma non vengono proprio richiesti ne' scaricati dal webserver, con ovvi vantaggi. La differenza e' tanta e tale che io non riesco piu' a navigare in modalita' normale.

Come forse saprete e' possibile applicare dei filtri alle pagine web in modo da modificarle o da eliminare alcuni contenuti e funzioni. Ad esempio si possono eliminare tutti o solo alcuni javascript, i pop-pup, banner pubblicitari, gli oggetti flash, eccetera. Inoltre e' possibile nascondere o alterare le informazioni che il nostro browser passa al webserver quando gli fa una richiesta. I motivi sono diversi, essenzialmente per aumentare la privacy e la sicurezza, per velocizzare il caricamento delle pagine su connessioni lente e in ultimo per liberarsi di elementi fastidiosi ed intrusivi come i banner. Si puo' fare in due modi, uno e' interporre tra il browser e il webserver un "local proxy" con queste funzioni, ad esempio Privoxy o BFilter, l'altro, e' usare delle estensioni di Firefox come AdBlock Plus o NoScript (tralascio volutamente cose piu' complesse come "NukeAnything" o "Greasemonkey"). Ovviamente l'altro lato della medaglia e' che i servizi Internet che fondano la propria esistenza sulla pubblicita' vengono "genericamente" danneggiati da questi filtri, anche se non so concretamente come facciano a capire la configurazione del client. A questo proposito leggevo oggi nel blog di Asa della "policy" del servizio Livejournal, che recita:
[ Tra le ragioni per la chiusura di un account sul loro server ]
# Employ tactics and/or technologies to prevent the full and complete delivery or display of advertisements on LiveJournal pages. These include, but are not limited to, the following:
1. Making journal style changes, customizations, or overrides that effectively block or substantially impair the display of advertisements on a Sponsored+ account's Content or other pages within the Service.
2. Employing and/or providing software programs, browser scripts, or other technologies that serve to block or substantially impair the display of advertisements on LiveJournal pages.
Significa che una persona che ha un loro account non puo' implementare modifiche alle sue pagine per alterare le funzioni pubblicitarie (punto 1) e nemmeno promuovere o rendere disponibile nessuna tecnologia che possa interferire con la visualizzazione delle loro pubblicita' (punto 2). Il primo punto lo posso capire, il secondo e' un po' strano perche' per esempio questo post, insieme a molti altri in questo blog, sarebbe "illegale". La sottile questione e' se io ho il diritto di utilizzare il mio client come preferisco e ho il diritto di fruire dei contenuti con le modalita' che voglio o se devo essere oggetto passivo. Immaginatevi per esempio se esistesse una tecnologia per filtrare automaticamente gli spot dai programmi televisivi, oppure se si potesse creare un proprio palinsesto televisivo assemblando solo i contenuti che ci interessano e scartando tutto il resto. E allora mi ricollego ad un articolo di Punto Informatico di oggi:
Philips: la richiesta di brevetto della celebre multinazionale europea tende ad impedire di cambiare canale quando parte la pubblicità o bloccare il fast forward in una registrazione quando c'è la pubblicità.
Non so se e' chiaro, ti impediscono di cambiare canale quando parte la pubblicita'...Fantastico!
Al momento non ho una opinione definitiva, ci sono argomenti pro e contro. Di certo se si facesse un uso meno aggressivo dei banner e dei pop-up probabilmente si sentirebbe meno il bisogno di filtrarli.

Nota: ovviamente come si possono definire delle regole per bloccare i banner si possono anche creare delle whitelist per NON bloccare i banner da un certo sito al quale vogliamo invece permettere di mostrarci i suoi spazi promozionali.
Inoltre, per chi e' interessato: e' disponibile la preview release di Opera 9.

venerdì, aprile 14, 2006

FirefoxFlicks

Firefox si aggiorna (automaticamente) alla versione 1.5.0.2 e guardatevi questi video:
FirefoxFlicks

giovedì, aprile 13, 2006

LorenzoCiccio

Ok e' ufficiale, Lorenzo infrange il muro degli 80Kg. Pesatomi stamane da vestito peso circa 82Kg. Sono una decina di kili sopra il peso ideale, 5 o 6 sopra un peso ragionevole. Eh, non mangio tantissimo, e' la vita sedentaria...

lunedì, aprile 10, 2006

Problemi con Windows?

Ecco una pagina utile nel caso di problemi con Windows, Spyware, eccetera: Spyware e Malware: chi ci spia? – "Fix Rapido".
All'iterno vi segnalo l'interessante servizio Windows Live - Safety Live che a quanto pare permette di esaminare vari aspetti del sistema.

Nota estranea al post:
Oltre la rapidita' nella attivazione del servizio Alice, per il momento secondo i miei test funziona anche abbastanza bene, la velocita' in download e' SOPRA il limite dei 640K teorici. Per confronto, con Tiscali non sono mai andato sopra i 580K. Per maggiore chiarezza, il mio Emule raggiunge picchi sopra gli 80K, anche se non spesso. Il normale download da un indirizzo per es. in Germania e' circa 82K, dagli USA e' circa 70-75K. Avere un contratto da 4M e andare piu' piano e' sintomo di truffa.

domenica, aprile 09, 2006

4th graders and the Internet

Ecco un link interessante, che riprendo dal blog di Asa:
dietrich.ganx4.com: Firefox 4 Kids
Osservazioni:
Praticamente i bambini di 4 elementare che vivono in California ne sanno di Internet come l'utente medio o potremmo dire che l'utente medio ne sa come un bambino di 4 elementare.
Ci sono due cose rimarchevoli, la prima, torno a dirlo, e' che secondo me Internet non e' un posto adatto ai bambini, non tanto per la presenza di "pedofili" perche' quelli sono ovunque, quanto per l'esposizione non mediata a contenuti di qualsiasi genere. Non ho mai provato ad applicare filtri restrittivi ad una connessione Web e quindi non so quanto siano afficaci, probabilmente funziona con un bambino piccolo, meno con un ragazzo piu' grande.
Nota: Alice ADSL ha una voce negli strumenti dell'utente per creare dei "profili" e ad ogni profilo ci sono 3 livelli "bambino" - "bambino con adulto" - "libero". Presumo corrisponda ad un qualche web proxy che applica dei filtri. I filtri non sono ulteriormente configurabili. Di solito gli ISP offrono un servizio a pagamento per ulteriori servizi "security" come firewall, antivirus, filtri parentali, ecc.
La seconda cosa e' che se un utente conosce Internet solo come "media" da fruire in modalita' passiva non ne sfrutta il reale potenziale. D'altra parte e' ovvio che e' tutto interesse di chi controlla i "media" attuali che resti cosi, solo un pay per view di tette culi e suonerie. Cosi come MS ha tutto l'interesse che Internet sia l'icona blu sul desktop e con l'integrazione tra il SUO desktop e i SUOI tool "Live" diventi l'antico "MS network" che qualcuno forse ricordera'.

sabato, aprile 08, 2006

Windows Live

Ho provato Live Mail e Live Messenger.
Live Mail non funziona a meno di usare IE 6 o superiore, si puo' utilizzare l'interfaccia "classica" che pero' manca di alcune funzioni. Io non uso IE. Non mi interessa nemmeno l'integrazione con Outlook perche' non uso nemmeno quello.
Live Messenger si puo' installare solo su WinXP o superiore. In questo momento sto usando Win2K.
Cosa dire... Google tutta la vita.

venerdì, aprile 07, 2006

A casa di Alice

Procedura completata, sono registrato come utente Alice.
Ricapitoliamo:

-> Entro 6 ore dalla richiesta telefonica al 187 mi hanno attivato la linea ADSL. Potevo navigare usando user e password farlocchi.

-> Essendo un po' bastardo li ho tempestati di telefonate, dopo 2 giorni a quanto pare hanno "creato" un utente legato al mio numero di telefono. Stamattina mi sono collegato e qualsiasi operazione era bloccata, venivo comunque re-indirizzato sulla pagina di registrazione. Registrazione completata, adesso ho accesso ai servizi Alice, sembrano abbastanza carini, posta, invio file grandi, sms, sito, foto, ecc. Niente di eccezionale ma sembra ben fatto. A quanto pare ho anche la possibilita' di ri-registrarmi per Virgilio, ottenendo gli stessi servizi che avevo come utente Virgilio (compresa altra email) e registrarmi ad una "supercasella" Alice.

Conclusioni:
1. La gestione degli utenti di Alice secondo me non va tanto bene perche' e' tutto sulle spalle del 187. Bisogna dire che rispondono sempre e velocemente al telefono, pero' basterebbe che la procedura fosse piu' chiaramente spiegata all'utente da qualche parte e che fosse data comunicazione delle varie fasi. L'esperienza con altri operatori, vedi Tiscali, e' stata che le comunicazioni venivano date ma erano fasulle. Alla fine se contano i fatti vince Telecom.

2. Il servizio Telecom e' ovviamente MOLTO superiore a quello della concorrenza e senza sforzo. Da questa esperienza ottengo l'informazione che Telecom potrebbe attivare e disattivare utenze ADSL nella giornata stessa in cui viene sottoscritto il servizio. Non ho idea di come siano stati determinati i tagli della offerta Telecom e quanto costerebbe a Telecom incrementare la velocita' delle sue linee. Sospetto non molto, sicuramente meno delle concorrenza per mille motivi e soprattutto per l'economia di scala derivante da avere svariati milioni di clienti.
Ergo, non puo' esistere una reale concorrenza.

3. Ogni volta che passo attraverso queste operazioni mi viene da pensare che ISP ha il controllo TOTALE sulle nostre connessioni Internet. Possono filtrarle, monitorarle e loggare tutto il nostro traffico. Nel caso di Telecom questo e' ancora piu' vero dato che tutto il traffico, anche quello di altri ISP italiani, passa attraverso i loro apparati. Compreso il traffico "voce" ovviamente.

giovedì, aprile 06, 2006

Alice

Eccomi ad un altro giro di giostra. Ieri mattina ho sottoscritto via telefono un contratto Alice 640 che costa 19.95 euro al mese.
Motivo: non ha senso comprare da un altro operatore un servizio che poi questo operatore richiedera' comunque a Telecom, rendendo cosi piu' complicati tutti i passaggi. Ovviamente sarebbe diverso se questi operatori fossero realmente in grado di rendersi autonomi e operare su apparati propri ma per ora a me risulta che i vari servizi "shared access" eccetera, nonostante il battage promozionale, sono per lo piu' fasulli.
Telecom non permette di avere due contratti distinti per ADSL e linea telefonica quindi il contratto e' a nome di mia mamma, titolare della linea e gli verra' addebitato nella bolletta. Attenzione, la linea ADSL e' stata attivata lo stesso pomeriggio, A 6 ORE DI DISTANZA dalla richiesta.
Pero' e' subentrato un altro problema e cioe' la linea e' attiva ma non risulta ancora nei sistemi di Telecom, per cui non riesco a completare la fase di "prima connessione" durante la quale definisci il tuo user per email e gli altri servizi annessi al contratto ADSL. Posso collegarmi e navigare usando una login farlocca "aliceadsl". Telecom non invia NESSUNA comunicazione riguardo le operazioni compiute, dicono semplicemente di "provare" e/o di guardare le spie del modem. Nel sito Alice NON esiste nessuna informazione tecnica meno banale della installazione del modem e NON e' possibile contattare il supporto tecnico. L'unica opzione e' chiamare il 187. A questo punto scatta un meccanismo strano, durante la chiamata il sistema ti dice di digitare il numero per il quale chiedi assistenza, dato che non risulta attivo il servizio ADSL vieni automaticamente rimbalzato ad un commerciale. Al momento quindi non mi resta che aspettare per vedere quando l'attivazione della linea verra' "comunicata" in modo che io possa procedere con la registrazione. La preoccupazione e' che se non viene completata la procedura di "prima connessione" dopo un po' il sistema disattiva la linea.

martedì, aprile 04, 2006

Addio a Tiscali

Dopo le note peripezie mi hanno disattivato la connessione ADSL di Tiscali. Mi dovro' collegare col modem fino alla prossima ADSL.