mercoledì, agosto 22, 2007

Le tasse in Italia

Un principio basilare è che l'imposizione fiscale deve essere proporzionale al reddito. Vuol dire che chi guadagna di più paga di più in proporzione rispetto a chi guadagna di meno.
In Italia questo principio non esiste. Una parte del prelievo fiscale consiste in "imposizione indiretta", cioè gabelle che si pagano a vario titolo al difuori della imposizione sul reddito. Esempi eclatanti, l'IVA, che incide sul consumo, per cui paghiamo il 20% su qualsiasi transazione, che sia pane o una automobile. Le svariate "tasse di possesso" su qualsiasi cosa, dalla TV al motorino. Le marche da bollo da apporre su qualsiasi documento. Eccetera. Adesso il governo si propone di aumentare la tassa "sulle rendite", cioè sui guadangi ottenuti da speculazioni finanziarie, dal 12.5% al 20%. E di rivedere tutta la questione degli estimi immobiliari e della compravendita di immobili. In ultimo, per entrare a Milano con l'auto si deve pagare un pedaggio.
Ora, attenzione, nonostante la propaganda per ritardati della "sinistra", questa tassazione, essendo una aliquota FISSA, colpisce in misura ovviamente minima chi ha un reddito elevato mentre incide pesantemente su chi ha un reddito ridotto. Se io faccio di mestiere il precario in un call center per 800 euro al mese pagare 5 euro in più tutti i giorni per andare la lavoro è una mazzata, se sono l'avvocato di Tronchetti Provera non me ne accorgo nemmeno. Se sono uno dei tanti risparmiatori che ha messo i suoi soldi in banca dopo una vita, un aumento della aliquota del 7.5% mi taglia le gambe, mentre se sono Prodi probabilmente ho portato i miei soldi in Lussemburgo. Eccetera.
Per tradizione gli Italiani sono tutti piccoli risparmiatori e proprietari della loro casa. Lo so io e lo sanno anche i "governi". Governi che per altro si guardano bene di andare a fare in conti in tasca alle banche o al grande capitale.

E ricordiamoci che siamo in una Nazione dove Luca Cordero di Montezemolo va ad un incontro con studenti universitari a dire che la sua carriera scolastica si è fondata sul copiare a mani basse. Ben inteso, succede ovunque solo che gli altri se ne vergognano e noi ce ne vantiamo.

venerdì, agosto 17, 2007

Le fantastiche opportunità

Programmatore di siti WEB
Diploma o Laurea in materie tecniche.
[...]
Si offre: contratto full-time di 3 mesi in stage 512 euro netti + eventuale contratto a progetto, retribuzione 1250 € lordi.

Dicevamo a proposito dell'IT?

lunedì, agosto 13, 2007

Facciamo finta di non capire

Due estratti dal Corriere:
CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (GROSSETO) - [problema dei Rom] «Non dimentichiamo le persecuzioni dei rom nella storia a causa della loro diversità» ha detto il presidente del Consiglio.
Si, per carità, tutto ma non dimentichiamo le persecuzioni e la diversita'. Avere Prodi a capo del governo e' una garanzia. Possiamo dormire sonni tranquilli. D'altra parte, siamo governati dai politici che ci rappresentano come popolo. Prodi dice cose che a quanto pare sono consone alla maggioranza degli Italiani. Come faceva Berlusconi quando prometteva figa per tutti. Prodi la penitenza e Berlusconi il peccato. Il che la dice lunga sulla storia e sul destino di questa Nazione.

SANREMO - Mi spiace per i genitori ma ho applicato la legge». Il pm Enrico Zucca risponde così, al microfono del Tg5, all'accusa di aver lasciato libero Luca Delfino, l'assassino di Maria Antonietta Multari, nonostante fosse fortemente indiziato per aver ucciso, sgozzandola, la sua precedente ex fidanzata.
Non gli dispiace per la povera morta ammazzata. La poveretta a quanto pare non aveva e non ha nessun diritto secondo la Legge. Tanto è vero non solo è stata uccisa ma è sparita dalla memoria, come se non fosse mai esistita. Però c'e' gente che sta in galera per mesi come Corona perchè coinvolto in un giro di foto compromettenti e piccoli ricatti a calciatori e personaggi vari. Evidentemente se sgozzi una o due povere criste sei meno socialmente pericoloso di uno che tratta soldi, feste e donne facili. Indipendenza della Magistratura.

domenica, agosto 12, 2007

Democrazia

Riflessione del giorno: la migliore approssimazione che abbiamo del concetto di democrazia è la dittatura di una (o più) minoranza (e) sopra la maggioranza. Se volete una oligarchia a geometria variabile. La democrazia cosi intesa si fonda su una serie di meccanismi che tutelano le minoranze - oligarchie contro la possibilità della maggioranza non solo di agire ma addirittura di esprimersi. Il che si riassume dicendo che in democrazia la maggioranza non solo non può ma non deve per principio avere la possibiltà di auto-determinarsi. E' facile constatare come molti, se non tutti, atti di governo sono contrari alla volontà e all'interesse del "popolo". Come viene giustificato tutto ciò? Facendo riferimento ad ideali metafisici. Da diecimila anni chi governa o intepreta la volontà divina o usa il bastone, sacerdote o generale. Cos'e' la Costituzione se non una edizione moderna dei 10 comandamenti? E cosa sono politici e giudici se non i sommi sacerdoti? I filosofi nella maggior parte dei casi sono stati cortigiani, volenti o nolenti. Gli altri hanno fatto una brutta fine.

Suggerimento per il lettore: fai una ricerca sul forum (in alto a sinistra) con la parola "democrazia", ne risulta una interessante selezione dei miei post :)

giovedì, agosto 09, 2007

Fiori notturni

Sul balcone di casa mia tra le altre piante inguardabili, che non si capisce se sono erbacce o cos'altro, ci sono dei cactus. Anche questi sono orrendi ma hanno la strana abitudine di produrre dei fiori molto grandi, dal profumo intenso e che durano solo l'arco di una notte, la mattina dopo sono avvizziti.

Ore 20

Ore 22

mercoledì, agosto 08, 2007

Esempio di come centrare un DIV nella pagina

* Testato su IE6, Firefox 2.0.0.6 e Opera 9.2.
Mettiamo che dobbiate centrare un contenitore nella vostra pagina, anche questo richiede un hack, che vado a illustrarvi. In pratica per IE si posiziona il DIV a metà pagina e poi gli si danno dei margini negativi pari alla metà della dimensione. Notare che le proprietà per IE sono aggiunte a quelle "generali" non le sovrascrivono in toto (vedi position e border).

<!DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Strict//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-strict.dtd">

<html xmlns="http://www.w3.org/1999/xhtml" xml:lang="en" lang="en">
<head>
<title></title>
<style type="text/css">
<!--
body {
font-family: Verdana, Geneva, Arial, Helvetica, sans-serif;
font-size: 12px;
}

#centeredbox {
position: absolute;
top: 0;
right: 0;
bottom: 0;
left: 0;
width: 320px;
height: 240px;
margin: auto;
border: 1px solid red;
}
-->
</style>

<!--[if IE]>
<style type="text/css">
#centeredbox {
top: 50%;
left: 50%;
margin-left: -160px;
margin-top: -120px;
}
</style>
<![endif]-->

</head>

<body>

<div id="centeredbox">Ciao</div>

</body>
</html>

martedì, agosto 07, 2007

Esempio di position fixed per IE

* Testato su IE6, Firefox 2.0.0.6 e Opera 9.2.
Ecco un esempio di come posizionare un box fisso in una pagina che scorre, dovrebbe funzionare con tutte le versioni di IE precedenti la 7, che invece dovrebbe avere il supporto per la normale proprietà CSS. Notare l'uso dei commenti condizionati per aggiungere il codice per IE, l'espressione "if lt IE 7" significa "se è inferiore a IE 7".

Vi ricordo questi due link utili:
Microsoft: About Conditional Comments
Microsoft: About Dynamic Properties

<!DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Strict//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-strict.dtd">

<html xmlns="http://www.w3.org/1999/xhtml" xml:lang="en" lang="en">
<head>
<title></title>
<style type="text/css">
html, body {
margin: 0;
padding: 0;
width: 100%;
height: 100%;
border: none;
font-family: Verdana, Geneva, Arial, Helvetica, sans-serif;
font-size:11px;
}
#fixed {
position: fixed;
top: 0;
left: 0;
z-index: 3;
border:1px solid black;
background:#ffff00;
padding:4px;
width:110px;
}
#box {
margin-left:120px;
border:1px solid black;
background: #B0C4DE;
padding:4px;
}
</style>

<!--[if lt IE 7]>
<style type="text/css">
html, body {
overflow: hidden;
}
#container {
position: absolute;
width: 100%;
height: 100%;
top: 0;
left: 0;
z-index: 2;
overflow: auto;
}
#fixed {
position: absolute;
overflow: hidden;
}
</style>
<![endif]-->

</head>

<body>

<!--[if lt IE 7]>
<div id=container>
<![endif]-->
<div id="box">
INSERIRE TESTO CHE SCORRE
</div>
<!--[if lt IE 7]>
</div>
<![endif]-->

<div id="fixed">
INSERIRE TESTO BOX FISSO
</div>

</body>
</html>

Nota:
Anche per l'articolo precedente, dimenticavo di dire che IE 7 dovrebbe avere il supporto per min-width e max-width. Il problema è sempre lo stesso e cioè quante e quali configurazioni utente si vogliono supportare. Certo, sviluppare solo per le ultime versioni dei browser e magari solo per uno o due, diciamo Firefox e Opera, sarebbe l'ideale, anche se non sono esattamente identici. Per esempio Firefox non è attualmente conforme all'ACID2 test, mentre Opera si. E poi già, c'e' anche Safari. Il problema è che fino a pochi anni fa vivevamo in una monocultura MS-IE e tutti quanti sviluppavano solo o prevalentemente per quella. Basta frequentare qualche sito di homebanking per capire di cosa parlo.

domenica, agosto 05, 2007

min-width, max-width

* Testato su IE6.
Mettiamo che vogliate fare una pagina che si adatta alla dimensione della finestra, pero' volete impostare un limite di larghezza minimo e un limite massimo.

Col CSS normale fareste una cosa tipo:
width:90%; (larghezza del contenitore al 90% della finestra)
min-width:754px; (larghezza minima - 800x600)
max-width:920px; (larghezza massima - 1024x768)

Ma in IE non funziona, allora per ottenere il medesimo effetto bisogna usare le espressioni e il risultato dovrebbe essere qualcosa di analogo a questo:
width:expression(document.body.clientWidth < 838? "754px" : document.body.clientWidth > 1024? "920px" : "90%" );
In sostanza dice "se la finestra è più piccola di 838 allora width è 754, se la finestra è più grande di 1024 allora width è 920, altrimenti 90%".
Attenzione: se imposto i due valori minimi UGUALI, cioè se dico "quando la finestra è più piccola di 754 allora width è 754" sul mio computer IE si blocca. Non ho approfondito ma a naso direi che il primo valore deve essere maggiore del secondo.

Nota:
Pare sia necessario un chiarimento, date le ridotte capacità mentali di alcuni lettori. Questo post non propone una condizione "ideale" nella realizzazione di una pagina Web ma semplicemente descrive come si può utilizzare le espressioni di IE per simulare il comportamento del CSS standard. Come ogni altro hack relativo al cross browsing (vedere "articoli tecnici" nella colonna di sinistra) sta poi ad ognuno decidere se e quando è il caso di approfittarne.

venerdì, agosto 03, 2007

Lista filtri ADBlock per Opera 9

Opera 9 ha una funzione che permette di cliccare su una immagine e cosi facendo creare un filtro che blocca gli oggetti provenienti da quella URL. Ha due modalità, click normale cerca d bloccare tutti gli oggetti provenienti dalla medesima URL, shift-click blocca solo l'oggetto cliccato. Il meccanismo è veramente immediato ma, come tutti gli strumenti comodi per l'utente inesperto, è un po' limitato perchè per ottenere un filtro compatto ed efficace bisogna editare le "regole" a mano.

Dov'e' il busillis? Nel fatto che bloccare le "immagini" non basta, l'ideale e' bloccare ove possibile anche il caricamento dei file *.JS correlati in modo da rimuovere dalla pagina tutto il blocco di codice del banner. E' meno semplice di quello che puo' sembrare, date le limitazioni del sistema usato da Opera e per il rischio di scrivere regole troppo "generiche" che vadano ad interferire col funzionamento corretto del sito.

Per semplificarvi la vita ho deciso di condividere il mio filtro, che ogni tanto aggiornerò. Non ha la pretesa di essere universale dato che si basa sui siti che visito regolarmente, per cui se trovate un banner che non viene filtrato segnalatemelo e vedrò di aggiungerlo. Cercate su questo altro blog: Feanor