sabato, giugno 26, 2010

Tariffe orarie per la elettricità

Della serie: come te lo metto nel didietro facendolo sembrare un favore.

Attenzione: prossimamente saranno introdotte tariffe differenziate per i consumi elettrici, una tariffa diurna fino alle 19 e una tariffa notturna. Quindi il consumatore a questo punto pensa: "oh che bello, quindi userò la lavatrice di notte e pagherò meno". PECCATO che inseme alla riduzione del costo del consumo notturno sia stato aumentato il costo del consumo diurno. Quindi facendo andare la lavatrice di notte se va bene si riuscirà a non avere un AUMENTO, mantenendo gli attuali consumi si avrà sicuramente un AUMENTO SENSIBILE mentre per avere una riduzione dei costi bisognerà spostare OLTRE IL 60% dei consumi nella fascia notturna. In sostanza chi non è mai a casa e quindi non consuma elettricità di giorno potrà facilmente risparmiare ma questo inciderà poco perché questi non consumano. Chi invece oggi consuma parecchia elettricità (asciugacapelli e scaldabagno la mattina, forno a pranzo, aspirapolvere, condizionatore, ecc) molto difficilmente potrà vivere solo di notte e quindi semplicemente spenderà di più. La tariffa "intelligente" altro non è che un aumento.

Io non so se e quanto sia giustificato l'aumento dei costi delle bollette. Quello che so è che sarebbe meglio non prendere la gente per il sedere contando sulla informazione appositamente ambigua.

venerdì, giugno 18, 2010

Router D-Link DSL 2740b E1

Ovvero il fantasmagorico universo D-Link.

Veniamo subito al sodo: fino ad oggi ho usato due router D-Link ed entrambi avevano una simpatica caratteristica: non funzionavano col firmware pre-installato.

Cos'è il firmware? Un router in sostanza è un piccolo computer e ha un suo software che presiede al funzionamento delle varie componenti. Questo software dicesi "firmware".

Quindi non state nemmeno li a provare, la prima cosa da fare è recarsi sul sito D-Link Italia, accedere alla sezione "supporto" e poi all'area FTP, cercare il prodotto in questione e quindi il firmware più recente disponibile. Scaricare il firmware e installarlo tramite l'apposita funzione del router.
Link diretto:
ftp://ftp.dlink.it/Products/DSL/DSL-2740B/Firmware/Hw_E1/
(Attenzione: sul retro del router c'è l'indicazione di versione, questo è per E1, se invece avete C2, dovete salire di un livello)

Vi accludo due link utili per il modello in oggetto:
Hardware Upgrade - DLink DSL-2740B Modem router 802.11n Wireless ADSL2/2+
D-Link Unofficial Forum - DSL-2740B E1 - Modem router 802.11N Wireless ADSL2/2+

Attenzione: consiglio di limitarsi alle versioni firmware rilasciate da D-Link Italia per non invalidare la garanzia (che comunque credo duri due anni).

Ora, considerazioni generali: a me sembra INCREDIBILE che un prodotto venga immesso sul mercato con un software preinstallato che ne danneggi in maniera sostanziale il funzionamento, rendendolo quasi inutile. Eppure è quello che fa D-Link. La mia esperienza è troppo limitata per dire se è una prassi comune a tutte le marche. Comunque, considerato che si tratta di prodotti SOHO, cioè per l'uso domestico, è una prassi non solo suicida dal punto di vista commerciale ma anche a danno del cliente che potrebbe non essere in grado di aggirare l'inconveniente. A naso direi che ci sarebbero anche gli estremi generali per una azione legale...

E domanda cosmica: al giorno d'oggi c'è ancora qualcuno che sa fare davvero un lavoro qualsiasi? Esiste da qualche parte un minimo di competenza e di integrità?

lunedì, giugno 14, 2010

Cosa verificare per la velocità della ADSL

Premesso che non sono un tecnico della telefonia e nemmeno un esperto di reti, per esperienza ci sono alcuni elementi da controllare per la "velocità" della connessione ADSL, che vado ad elencare.

1. Se usate un router/modem o un modem ethernet andate nella pagina dove viene mostrato lo "status" della connessione. Ci sono quattro valori importanti:
US Margin - DS Margin
Indicano quanto "disturbo" la vostra linea può "reggere", valori alti significa che il segnale e' molto "pulito", valori bassi significa che il segnale e' molto disturbato. Valori sotto 12 rendono la connessione "instabile" e richiedono l'intervento della assistenza.
DS Line Attenuation - US Line Attenuation
Indicano quanto il segnale vi arriva "indebolito" dalla centrale. Al contrario di prima, valori alti significano segnale debole o molto debole.
L'unica cosa su cui potete intervenire direttamente sono i filtri ADSL posizionati prima di ogni apparecchio collegato alla rete telefonica, evitare le prolunghe, eccetera. Per la qualità dell'impianto, che poi si scompone nella qualità dell'impianto di casa vostra e la qualità degli impianti che vi collegano alla centrale, bisogna chiedere ad un tecnico e per la distanza dalla centrale non c'è niente da fare.

2. Un problema potrebbero essere i parametri TCP/IP del vostro Sistema Operativo. Per varie ragioni potrebbero essere diversi dalla configurazione "ottimale" per la vostra connessione ADSL, facendo si che in pratica il software non riesca a sfruttarla appieno. Per semplificare, il problema si riduce alla dimensione dei "pacchetti" di dati che il sistema invia e riceve. Se questa dimensione e' differente da quella impostata nel router/modem per la connessione ADSL succede che i pacchetti arrivano come ad una "strettoia", vengono spezzati in parti e riassemblati inducendo quindi un "rallentamento" generale. Purtroppo a seconda della versione di Windows le cose cambiano abbastanza per quanto riguarda TCP/IP quindi vi consiglio di fare una ricerca su Internet specifica per il vostro S.O.. Nel mio caso ho usato un "vecchio" tool che si chiama "TCP Optimizer" che però ho il dubbio non funzioni con Vista e successivi.
Intanto vi dico che di solito le connessioni ADSL sono impostate nei router/modem con due modalità differenti, PPPoE e PPPoA. Non vi annoio con i dettagli di ognuna di queste modalità che trovate su Wikipedia. Sappiate però che usano pacchetti di dimensioni differenti per i valori MTU e MRU e che sono rispettivamente per PPPoE 1400 e 1492, per PPPoA 1500 e 1500. Quindi in teoria TCP/IP del Sistema Operativo dovrebbe essere configurato di conseguenza.