mercoledì, dicembre 22, 2010

Banche e Gestione Patrimoniale

L'errore che fa l'Investitore Ignorante come me è quello di pensare che la Banca sia una istituzione degna di fiducia e che abbia lo scopo di tutelare gli interessi dei clienti. La realtà è esattamente IL CONTRARIO. La Banca guadagna A SCAPITO dei propri clienti.

L'ennesima riprova sono le Gestioni Patrimoniali.
Oggi mi è stato proposto di affidarmi alla Gestione Patrimoniale di Banca Intesa. Sul momento l'Investitore Ignorante pensa che sia una bellissima idea. Affidi la gestione dei tuoi risparmi a dei professionisti e quindi da una parte ti liberi dal fastidio di doverti districare tra le difficoltà della Finanza e dall'altra sei sicuro che otterranno dei risultati comunque migliori di quelli che potresti ottenere tu.

Ma il topo che sopravvive alla trappola impara che il pezzo di formaggio in bella vista nasconde sempre la fregatura. Quindi l'Investitore Ignorante va a verificare i costi della Gestione Patrimoniale e li confronta con la "performance". Si scopre che mentre la performance non è tanto migliore da quella che può ottenere l'Ignorante con i soliti investimenti a capocchia, i costi della Gestione Patrimoniale sono esagerati. Per esempio la "Linea Prudente" della Gestione Patrimoniale di Intesa San Paolo chiede una commissione di conferimento del 1.50% del capitale e una commissione annua del 1%, a fronte di una performance (ipotetica) ad un anno di 3.4% lordo. Per altro bisogna considerare che non esiste nessuna garanzia sul rendimento della Gestione Patrimoniale, quindi in teoria si potrebbero avere gli stessi costi a fronte di un rendimento negativo.

Da cui la mia conclusione da Ignorante è che la Gestione Patrimoniale si profila come l'ennesima fregatura, dato che chiede ogni anno una percentuale rilevante del capitale investito, più commissioni, in cambio di nessuna garanzia di rendimento e con prospettive di margine comunque minime. Correggetemi se sbaglio.

Articolo interessante qui: Gestioni Patrimoniali

3 commenti:

  1. oggi non ci sono investimenti che tengano! sono meglio i buoni postali al 2,90 %, almeno non devi pagare perchè te li tengano!

    RispondiElimina
  2. hai pienamente ragione, purtroppo

    RispondiElimina
  3. TUTTE le proposte di investimento fatte da Intesa S. Paolo sono delle vere e proprie grosse fregature. La mia esperienza personale è che essendo stato impegnato all'estero per lunghi periodi lasciavo parcheggiato in un c/c il mio cospicuo patrimonio non avendo né il tempo né la capacità di amministrarlo da lontano. Su pressioni insistenti della banca mi sono lasciato convincere a più riprese di effettuare vari tipi di investimento: mercato azionario, fondi NEXIA, gestioni patrimoniali, assicurazioni, ecc. ecc. Dopo circa 20 anni, ora che mi sono ritirato dal lavoro ho più tempo per curare i miei interessi e mi sono reso conto che in questi 20 anni la banca mi ha succhiato buona parte del mio patrimonio. L'unica decisione che ho potuto prendere è stata quella di spostare tutta la liquidità su un conto corrente di altra banca e di attendere una ripresa del mercato azionario per liquidare il tutto cercando di portare a limiti ragionevoli le perdite sulle azioni acquistate su consiglio di banca Intesa e che oggi sono al 50% e sulla Gestione Patrimoniale che da quando l'ho sottoscritta non fa che perdere mediamente il 30% all'anno. Alla larga dalle proposte di questa banca!

    RispondiElimina