venerdì, ottobre 28, 2011

Demagogia

Fate mente locale. La maggior parte delle cose che di dicono e si scrivono rientrano in questa categoria. Se non ve ne accorgete, è un problema.

"Demagogia è un termine di origine greca (composto di demos, "popolo", e ago, "condurre, trascinare") che indica un comportamento politico che attraverso la retorica e false promesse vicine ai desideri del popolo mira ad accaparrarsi il suo favore. Spesso il demagogo fa leva su sentimenti irrazionali e bisogni sociali latenti, alimentando la paura o l'odio nei confronti dell'avversario politico o di minoranze utilizzate come "capro espiatorio"."

Ah, aggiungerei che le cose che non rientrano nella categoria della demagogia quasi tutte rientrano nella categoria delle cretinate. Credo di averlo scritto già cento volte ma lo ripeto: viviamo nell'era del cretino. Quando mai nella storia un cretino ha avuto insieme la legittimazione e le possibilità di comunicazione di oggi.

3 commenti:

  1. Ci stiamo demagogizzando, forse ho anche io i primi sintomi, però non ho fatto il vaccino e con un po' di riposo posso salvarmi tranquillamente. :-)

    RispondiElimina
  2. Io direi che il sintomo classico della demagogia è seguire il "senso comune", cioè ripetere cose dette da altri, comportarsi secondo degli schemi predefiniti, conformismo. Il popolo non viene condotto a pensare ognuno con la sua testa ma a riempire le piazze scandendo degli slogan.

    Non ci stiamo demagogizzando, il fatto che la parola sia antica ti fa capire che è una abitudine, tanto più comune in "democrazia", visto che la radice è la stessa.

    RispondiElimina
  3. Ho appena guardato la Borsa, il MIB perde oltre il 6%. Sono abbastanza cavoli. Se potessi tornare indietro e incontrare me stesso 25 anni fa, mi convincerei ad emigrare.

    RispondiElimina