venerdì, giugno 22, 2012

Il monito di Napolitano

In questo post non tratterò della nota vicenda che vede Napolitano accusato di interferenza con le indagini di mafia. Invece citerò questo articolo del Corriere:
Il monito di Napolitano
Il monito di Napolitano europeista
Nessuno Stato può salvarsi da solo
Chiusure egoistiche e concezioni anguste degli interessi nazionali sono semplicemente fuorvianti e destinate a fallire
A mio modesto parere, ennesima prova di pensiero distorto, lo stesso identico discorso che si fa comunemente quando si discute della annosa questione nord-sud in Italia. Cioè la contrapposizione "egoismo - solidarietà". E allo stesso modo, cosi come in Italia la solidarietà non ha mai risolto nulla e anzi ci ha affossati, in Europa volere mettere sullo stesso piano le Nazioni indebitate e spendaccione con quelle poco indebitate e che spendono in maniera oculata, è una evidente forzatura. Con una differenza sostanziale: se io non pago le tasse che, in omaggio al principio di "solidarietà", alimentano la Spesa e il Debito, lo Stato mi fa arrestare. Ma l'Italia non ha nessun modo per costringere le altre Nazioni ad andare contro i propri interessi e ad essere "solidali", che in questo caso diventa sinonimo di "fesso".

A margine, Napolitano evidentemente non ha la percezione della auto-ironia involontaria quando dice che le "chiusure egoistiche" sono "destinate a fallire". Considerato che è il Presidente della Repubblica Italiana, che già a Febbraio di quest'anno era data per fallita.

2 commenti:

  1. il bello è che lui ci crede e non si rende conto che è il popolo tedesco che non vuole sacrificare neanche un euro della sua ricchezza per dei popoli considerati da loro autentici CIALTRONI e fa pertanto pressione sulla Merkel per non farla mollare di un centimetro.

    RispondiElimina
  2. Secondo me è solo un repertorio consolidato di frasi di circostanza, mestiere. E gira gira, si tratta di dire agli Italiani quello che vogliono sentirsi dire, mentre nel frattempo li si porta dove li si vuole portare. Bisognerebbe conoscerlo personalmente, il Presidente, per sapere in cosa crede.

    RispondiElimina