mercoledì, agosto 22, 2012

Viva la Padania viva la Polenta viva Marco Pirovano

Nel momento più buio della società multienica, dello sradicamento culturale, delle pizzerie egiziane e dei doner kebab, la Lombardia dovrebbe dare una medaglia e intitolare le piazze a questo signore:
La polenta take away va alla conquista di Milano e si prepara per New York
Viva Marco Pirovano, nel suo piccolo un eroe.
Se poi riesce a fare capire agli Americani che l'Italia non è Sicilia, mafia, pizza e mandolino, spagetti with meatballs, il Padrino e i Sopranos, diventerà anche l'eroe dei Due Mondi, altro che Garibaldi. Bisognerà metterlo sulle banconote.

5 commenti:

  1. io la polenta la preferisco sul gorgonzola. Perché vuoi metterla sulle banconote? Costa di più la carta velina della carta moneta?

    RispondiElimina
  2. sti milanesi hanno fatto diventare i "terroni" polentoni e adesso provano a ripetere l'esperimento con gli americani. Auguri,

    RispondiElimina
  3. Enio, o manchi da Milano da 20 anni almeno oppure sei cieco, infatti non solo a Milano non c'erano Milanesi 20 anni fa ma adesso non ci sono nemmeno gli Italiani. Infatti è risaputo che il cognome più diffuso a Milano è Hu.

    RispondiElimina
  4. Detto questo, ribadisco che è meglio la polenta, per tante ragioni, dei negozi "etnici".

    RispondiElimina
  5. io la polenta la faccio con la farina taragna, quella gialla mi è indigesta... manco da Mi dal 2002 e mi ricordo che prima di Piazzale Loreto, sulla via Monza i cinesi avevano aperto un supermercato della scarpa. Poi conservo ancora il CC alla Comm&Industria nella stessa via e vengo a trovare mia figlia spessissimo. Abita a Monza dove c'era tempo fa un sindaco leghista. Adesso sono al mare da un paio di mesi. Uno dei vantaggi di essere pensionato.A settembre farò il baby sitter o a Mi o a TN a seconda delle richieste.

    RispondiElimina