lunedì, dicembre 31, 2012

Manipolazione di ogni cosa

Con l'avvicinarsi delle elezioni la macchina della propaganda gira a pieno regime.

Scattano indagini giudiziarie mirate.
Non si muove foglia in tutta l'Italia delle quattro mafie ma in Lombardia è in corso l'operazione "Tempesta nel Pirellone" che vede impegnati i magistrati dalla terra, dal cielo e dal mare.

Articoli su commissione pubblicati sui maggiori quotidiani.
Esempio oggi tutti pubblicano "Record di dipendenti pubblici in Lombardia 12,5%, più che in Lazio 12,3".
Peccato che l'articolo eviti di citare il piccolo dettaglio del numero di dipendenti pubblici rispetto alla popolazione.
La media nazionale italiana è di circa 5.500 ogni 100 mila abitanti.
In Lombardia ce ne sono circa 4.000.
In Lazio ce ne sono 7.000.
Quindi la verità è l'esatto contrario di quanto suggerito dall'articolo e cioè che in Lombardia ci sono MENO dipendenti pubblici della media nazionale mentre in Lazio ce ne sono di più che in Lombardia e di più della media nazionale.

Concludo col solito "Italiani mi fate schifo".

venerdì, dicembre 28, 2012

Aumento dei prezzi

Sono di ritorno dalla mia spesa al supermercatino Coop sotto casa. La confezione di filetti di tonno surgelati marchio Coop costava un anno fa 4.75 e adesso costa 6.20.

A prescindere dal fatto che non lo posso più comprare perché costa troppo, faccio presente che si tratta di un aumento di 1.45 in un anno, cioè il 30%.

Ho speso 19 euro per 3 zucchini, 2 peperoni, 1 busta di insalata, 3 fettine di pollo, 1 busta di grissini, 1 busta di spaghetti, 1 busta di fusilli e il sopracitato tonno. Sono 40 mila delle vecchie lire. Meno male che il professor Monti ci ha salvato.

sabato, dicembre 22, 2012

Schifo senza limiti

Dopo la tassa sulla casa, ecco puntualmente mantenute le promesse di Monti:
"Il 31 dicembre l'erario fotograferà tutte le giacenze - conti correnti bancari e postali, libretti, polizze vita, fondi comuni e derivati - e applicherà l'1 per mille, destinata a rincarare dal 2013, quando le persone fisiche pagheranno l'1,5 per mille..."
(da La Repubblica).

Significa un ULTERIORE prelievo di un euro e mezzo ogni mille euro depositati.

Nota bene che non si tratta di imposte proporzionali al reddito, non si tratta di un aumento delle aliquote, tipo quello che ha indotto Depardieu a lasciare la Francia.

Molto peggio, si tratta di uno Stato di Polizia che "fotografa le giacenze" dei risparmiatori, cioè di tutti gli Italiani, secondo la logica dei grandi numeri e semplicemente gli ruba una quota del risparmio per alimentare la fornace della Spesa Pubblica. L'ennesimo pezzo di "patrimoniale" che si va ad aggiungere al mucchio.

Solo in un Paese di minchioni e manigoldi come l'Italia una cosa del genere può passare sotto silenzio o addirittura essere plaudita in nome della "giustizia sociale". Meno male che mentre affondiamo sempre di più Benigni ci racconta la Costituzione.

Italiani, mi fate schifo.
E io mi sputerei in faccia da solo per non essere ancora emigrato.

venerdì, dicembre 14, 2012

Un altro inverno

E dalla mia finestra vedo...

Nel frattempo leggo che il Debito Pubblico ha sfondato la quota di duemila miliardi, per la precisione in Ottobre era 2.014 miliardi. Nonostante i "sacrifici" del Governo Monti, il prelievo su reddito, consumo e risparmi che ha aumentato le entrate fiscali nonostante l'economia sia in recessione e la "Spending Review", Revisione della Spesa per chi non si è laureato in una delle nostre prestigiose facoltà di Economia (eufemismo). Ma va tutto bene.

I giornali sparano in prima pagina le indagini del Tribunale di Milano sui rimborsi della giunta regionale e per il resto non si sa nulla di cosa facciamo gli altri 1291 tribunali sparsi per l'Italia, incluse Regioni "fantasma" come il Molise o quelle controllate militarmente dalla mafia, omicidi, discariche di rifiuti tossici, acqua che non arriva ai rubinetti, eccetera.

Evviva.

domenica, dicembre 02, 2012

Renzi

Logica conseguenza del fatto che il PCI ha ancora il monopolio della "sinistra". Il resto è mera finzione.