sabato, dicembre 22, 2012

Schifo senza limiti

Dopo la tassa sulla casa, ecco puntualmente mantenute le promesse di Monti:
"Il 31 dicembre l'erario fotograferà tutte le giacenze - conti correnti bancari e postali, libretti, polizze vita, fondi comuni e derivati - e applicherà l'1 per mille, destinata a rincarare dal 2013, quando le persone fisiche pagheranno l'1,5 per mille..."
(da La Repubblica).

Significa un ULTERIORE prelievo di un euro e mezzo ogni mille euro depositati.

Nota bene che non si tratta di imposte proporzionali al reddito, non si tratta di un aumento delle aliquote, tipo quello che ha indotto Depardieu a lasciare la Francia.

Molto peggio, si tratta di uno Stato di Polizia che "fotografa le giacenze" dei risparmiatori, cioè di tutti gli Italiani, secondo la logica dei grandi numeri e semplicemente gli ruba una quota del risparmio per alimentare la fornace della Spesa Pubblica. L'ennesimo pezzo di "patrimoniale" che si va ad aggiungere al mucchio.

Solo in un Paese di minchioni e manigoldi come l'Italia una cosa del genere può passare sotto silenzio o addirittura essere plaudita in nome della "giustizia sociale". Meno male che mentre affondiamo sempre di più Benigni ci racconta la Costituzione.

Italiani, mi fate schifo.
E io mi sputerei in faccia da solo per non essere ancora emigrato.

14 commenti:

  1. credo sia evidente che le politiche recessive non ci facciano stare meglio. Quindi bisogna intraprendere politiche differenti. Sai che, da questo punto in poi, abbiamo visioni di politica economica differenti ma, concordiamo, che l'aumento della tassazione con una contemporanea contrazione economica (data anche dalla diminuzione dell'offerta di lavoro) è qualcosa di estremamente negativo. Che la tassazione in Italia sia fuori da ogni logica di buon senso, è oltremodo fuori da qualsiasi dubbio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e se tutti fossero indotti a spendere lo spendibile entro Dicembre? Tutti cercherebbero di disfarsi del denaro che scotta e solo alla mezzanotte del 31 si scotterebbero solo quelli con il cerino in mano.
      Però ci sarebbe un balzo in avanti dell'economia.
      Qui giochiamo a Mosca ceca e bulgara, dove Monti fa il calabrone.

      Elimina
    2. Se tutti andassero in banca a farsi ridare indietro i soldi dei propri libretti, conti correnti, buoni di risparmio, polizze vita, eccetera, le banche fallirebbero perché non hanno abbastanza liquidità.

      Elimina
    3. non suggerire queste cose, adesso stiamo facendo le prove a Tier 1. Sei peggio di Berlusconi, con queste tue dichiarazioni Lunedì mi s'impenna di nuovo lo spread a 550.

      Elimina
    4. Io non possiedo l'auto e la TV.
      Se mi capita di guardare quella di mia mamma non resisto più di venti secondi. Ormai è una scarica ininterrotta di menzogne e propaganda.

      Elimina
  2. In Italia si tassa le proprietà, il libretto di risparmio e i consumi di tutti, INCLUSI DISOCCUPATI o pensionati al minimo per continuare a alimentare i privilegi dei super-tutelati. Non so se è chiaro.

    E si c'è tutta una macchina propagandistica che alza una cortina fumogena di confusione e menzogne per nascondere la verità. E cioè che ci sono delle lobby dagli interessi convergenti e queste lobby hanno scientemente demolito l'Italia.

    Quando Crozza fa l'imitazione di Marchionne che dice che Landini gli fa gli scherzi, involontariamente illustra una di queste convergenze di interessi. Per cui Landini invoca l'intervento statale a sostegno dell'occupazione che si traduce in incentivi alla FIAT. Verrebbe da pensare che Landini sia pagato da Marchionne. Non che sia una novità.

    RispondiElimina
  3. Si sembra un delirio. Ci fosse una sola cosa che funziona...

    RispondiElimina
  4. basta mettersi controvento (intendo per sputarsi addosso).
    Per il resto è tutta roba risaputa, ne ho sempre avuto la percezione quando vedevo il sindacalista farsi debiti per andare in vacanza e io a casa a risparmiare.
    Ancora una volta si massacra chi risparmia e si glorifica chi gode.
    Tutto rema di nuovo verso Silvio. E i veri silvi d'Italia, hanno tutto all'estero
    Craxi lo diceva: "Italiani andate al mare altro che a Cortina e ad altri Monti".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che "chi risparmia" sono tutti gli Italiani. E' risaputo che le famiglie italiane hanno molta più propensione al risparmio che in altre nazioni e proprio su questo fa leva l'astutissimo aumento della pressione fiscale che stiamo pagando di questi tempi.

      Elimina
    2. si vabbè dai, ma Repubblica ne parla, non è che nessuno dice niente, perlomeno tutti leggono... a meno che comprino Repubblica per l'inserto a soli 1 Euro e 90 in più.

      Elimina
    3. Sono stato in banca stamattina. Ho detto del prelievo al mio vicino di casa che ha esclamato "ah si? da quando?".
      La gente non sa nulla di quello che succede. Si lamenta solo quando sente male, ma tanto, al posteriore. A quel punto però è troppo tardi.

      Elimina
  5. e se tutti ritirassimo tutti i risparmi tutti tutti fino all'ultimo euro, tutti insieme appassionatamente ? perchè così ci toccherà fare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente non te li darebbero.
      Le banche non hanno la liquidità necessaria.
      Non a caso la legge prevede una garanzia (non ricordo il massimale) solo sui conti correnti.

      Elimina
  6. ritirare i risparmi ? con gli aumenti min programma nel 2013 saranno in paqrecchi gli italiani che di risparmi non ne avranno più in banca.

    RispondiElimina