domenica, gennaio 13, 2013

Ancora sul Bilancio dello Stato

Dal Corriere:
- Tutto quello che non ci dicono sui soldi pubblici
- Guarda la tabella

Sottolineo questi passaggi:
a.
La Germania ha una spesa pubblica procapite di quasi 14.500 euro, contro i meno di 13 mila dell'Italia. Ma avendo un Pil procapite di cinquemila euro più alto del nostro, la percentuale di spesa pubblica rispetto al Pil è più bassa, 47,5% contro il nostro 50,4%.
b.
l’Italia è il Paese che spende di più per malattia, disabilità, anzianità, in sostanza per pensioni, il 18,3% del Pil: addirittura più della Francia (17,7%) e molto più di Gran Bretagna (11,5), Germania (14,8), Spagna (12,3).

Dall’altra parte, spende molto meno in aiuti ai disoccupati e in sostegno alle famiglia, in contrasto con le dichiarazioni che i politici fanno in campagna elettorale.

5 commenti:

  1. aiuta lo stato uccidi un pensionato

    RispondiElimina
  2. Tra uccidere il pensionato e le false invalidità oppure i ragionieri che sono andati in pensione come dirigenti, vedi alla voce "calcolo retributivo", direi che ce ne passa.

    Un sistema dove i figli per campare devono chiedere aiuto ai genitori pensionati ovviamente ha qualcosa che non funziona.

    E questo a sfatare una delle tante menzogne italiche, quella del "pagano sempre gli stessi". Non è assolutamente vero.

    RispondiElimina
  3. per quanto riguarda la famiglia, ci sono palesi paradossi. Ne cito solo uno (ma sarebbero centinaia e non voglio ingolfare il post):
    se io ho un reddito da 20 mila euro l'anno e convivo con una persona la quale ha a sua volta un reddito di 20mila euro, per quanto riguarda i ticket sanitari ad esempio, entrambi siamo nel primo scaglione. se ci sposiamo invece, ecco che magicamente i nostri redditi si sommano e figuriamo come una persona sola che guadagna 40mila euro (e invece siamo sempre 2 che ne guadagnano 20mila a testa).
    C'è qualche contraddizione no?

    RispondiElimina
  4. E allora io cosa devo dire. Per vari motivi condivido una abitazione con mia mamma e mia sorella e a quanto pare facciamo corpo unico. Mettiamo che io sia disoccupato, anche se ho reddito zero risulta comunque la media matematica dei redditi di mia mamma e mia sorella. Se provo a cercare casa e mi rivolgo all'edilizia convenzionata, il comune mi chiede si la dichiarazione dei redditi ma vuole anche lo stato di famiglia, anche se evidentemente mi serve una casa per me solo. Eccetera.

    Poi si potrebbero scrivere dei volumi con tutti i magheggi, gli aggiramenti e i veri e propri illeciti che vengono operati all'interno di questo sistema farlocco.

    Alla fine la cosa che conta di questo post è che l'Italia investe poco o niente a sostegno dei disoccupati mentre investe un terzo del PIL per le pensioni.

    E questa cosa ti dovrebbe fare riflettere sulla cosiddetta "sinistra" e la distanza che passa tra la teoria e la prassi.

    RispondiElimina
  5. Ci ho messo dentro anche la sanità, comunque fa uguale.

    RispondiElimina