mercoledì, gennaio 16, 2013

Viva l'Italia - niente di nuovo

Per la serie, "una delle tante cose che non sentirete mai dire ad un politico".

I ragazzi di Milano e dintorni brillano ai test Invalsi e nelle rilevazioni Ocse Pisa, prove standard, uguali per tutti ma quando le valutazioni sono soggettive, scrutini ed esami di maturità, la partita la stravincono i colleghi del Sud a partire dai calabresi, che però restano indietro nei test nazionali.

Il rebus degli studenti lombardi

Io aggiungo: percentuale di laureati e di analfabeti funzionali, esami di stato, concorsi, pubblico impiego. Elezioni, giunte comunali, regionali, provinciali, camere, governo.

6 commenti:

  1. Un rebus senza dubbio, però mi incuriosisce maggiormente l'utilità delle votazioni in ambito concorsuale.

    RispondiElimina
  2. Cosa ti incuriosisce?
    L'assunzione nel pubblico impiego è da sempre usata come "ammortizzatore sociale" e nell'ottica del voto di scambio, sopratutto nel centro-sud.
    Nel tempo si è stratificata tutta una macchina che comincia dai bambini e finisce ai pensionati. La scuola è parte di questa macchina, una parte molto efficiente perché produce sia i posti di lavoro che la gente che li occupa.

    RispondiElimina
  3. ho visto più volte, a sud, dare 8-10 punti di tesi quando a nord ne ottieni 5-6 se fai un lavoro meraviglioso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche per questo motivo, bisognerebbe ridiscutere il valore legale del titolo di studio.
      scusate se mi cito, ma visto che ne avevo già scritto sul mio blog, evito un commento kilometrico: http://lineagoticafight.blogspot.it/2012/01/la-questione-del-valore-legale-del.html

      Elimina
    2. Il valore legale del titolo di studio è funzione del concorso pubblico. Perché negli altri campi se il titolo di studio non corrisponde a reali competenze non vai tanto lontano. E quindi bisognerebbe ridiscutere tutto il meccanismo.

      Elimina
  4. concordo e quoto pienamente che l'assunzione nel pubblico impiego è usato oltre che per ammortizzatore sociale anche come salvadanaio di voti... è sempre stato così

    RispondiElimina