martedì, aprile 23, 2013

Auto-ironia involontaria

A proposito dell'irrimediabile infantilismo della "sinistra", da Repubblica:
Pd nel caos, la rivolta della base
Sono 50 anni che andiamo avanti a forza di "skuola okkupata", una generazione dopo l'altra. Ma a nessuno a quanto pare viene da ridere circa la "rivolta della base".

Aggiungo a proposito di "Rodotà è il presidente degli Italiani":
... il M5S fa sapere che lo scorso 15 aprile, 48.292 persone sono state chiamate a partecipare all'elezione del candidato Presidente della Repubblica del M5S. I voti espressi sono stati 28.518, così ripartiti: Milena Gabanelli: 5.796; Gino Strada: 4.938; Stefano Rodotà: 4.677; Gustavo Zagrebelsky: 4.335; Ferdinando Imposimato: 2.476; Emma Bonino: 2.200; Gian Carlo Caselli: 1.761 Romano Prodi: 1.394; Dario Fo: 941
Quindi Rodotà, invocato da Grillo, era il terzo dei suoi candidati e doveva essere il Presidente degli Italiani perché è stato votato da 4.600 persone in un sondaggio online con 28 mila partecipanti. L'Inter che ha diciamo 30 mila abbonati potrebbe proporre, che ne so, Zenga come Presidente degli Italiani con maggiore "democrazia" di quella "grillina".