sabato, agosto 31, 2013

La Potente Organizzazione di cui nessuno parla

Un'altra perla da Repubblica:
Immigrazione, sbarchi senza fine
L'ipotesi privilegiata è che anche questo sbarco abbia seguito le tecniche di quelli precedenti avvenuti in zona: una 'nave madre', un grosso mercantile ad esempio, sulla quale sono stati caricati i migranti, abbandonati poi al largo della Sicilia su una vecchia 'carretta del mare' che trascinavano a rimorchio. Per la Procura di Catania questo tipo di traversata confermerebbe ancora una volta l'esistenza di una grossa organizzazione internazionale che gestisce le traversate di migranti nel Mediterraneo.
Ma no?
E io che credevo che i "migranti" si spostassero facendo autostop come gli hippie degli anni '70. Tutto un movimento spontaneo pace e amore e fratellanza. La domanda "sorge spontanea": questa "organizzazione" come si finanzia e che scopi ha? E come mai "confermerebbe ancora una volta" ma nessuno ne parla e i media fanno sembrare gli sbarchi come un evento naturale? Piove, poi esce il sole, spuntano i funghi e i "migranti". Italiani, massa di "sciocchini" (eufemismo).

3 commenti:

  1. Che poi a volte le nostre motovedette li vanno a prendere a pochi passi dalle coste africane... In tutto il mondo i clandestini temono le motovedette, solo quelle italiane sono viste con più gioia di un carro attrezzi quando hai forato...

    RispondiElimina
  2. oggi le nostre navi si sono recate nei pressi della Libia per eventualmente proteggere i soldati italiani in missione di pace con i relativi costi annessi.... siamo un paese strano assai sempre pronto a buttare i nostri euro nel cesso

    RispondiElimina
  3. Il Paese non esiste, è una finzione.
    Gli Italiani sono mantenuti in stato di confusione mentale allo scopo di renderli deboli e quindi di dominarli.
    Guarda che tipo di notizie pubblica il sito del Corriere, è palese.

    Il guaio è che quando te ne accorgi diventa insopportabile il sorriso ebete che vedi sulla bocca dei vicini, non puoi più guardare la TV, ascoltare la radio, eccetera.

    RispondiElimina