giovedì, ottobre 24, 2013

Come proteggere il vostro PC secondo Microsoft

Post di servizio, ovvero come proteggere il vostro PC con sopra Windows senza spendere un euro e senza impestare il computer con fantasmagoriche "suite" di terze parti.

Microsoft offre gratuitamente ai clienti dotati di una licenza valida di Windows tutta una serie di servizi dedicati alla manutenzione del PC riguardo la cosiddetta "sicurezza". Vi segnalo l'antivirus gratuito Security Essentials e gli strumenti per la scansione ed eventuale rimozione manuale delle "sorprese".

Ecco l'indirizzo:
Microsoft Safety and Security Center

Nota: se vi imbattete in un PC che potrebbe essere già infetto, ovviamente non si può installare nulla perché l'eventuale "sorpresa", essendo attiva, ha la possibilità di intercettare qualsiasi azione nel momento che la compiete. Quindi avete due opzioni. La migliore da un punto di vista tecnico sarebbe scaricare l'immagine ISO di un CD avviabile, masterizzarla su un PC "pulito", tornare al PC "infetto", riavviare da CD e fare la scansione ed eventuale rimozione. Per esempio Avira Rescue System. L'altra opzione, molto meno impegnativa da tutti i punti di vista, è scaricare Security Scanner, l'utility di Microsoft che non richiede installazione, copiarla su una chiavetta USB o su un CD e eseguire l'utility da li, dopo avere avviato il PC in questione in "modalità provvisoria", in modo da ridurre al minimo i processi attivi. Come nel caso del fratello maggiore Security Essentials, è tutto automatico.

2 commenti:

  1. buoni sti consigli; io da secoli uso Avira e ne sono soddisfatto.... oddio mi rallenta un pò ma mi da un minimo di sicurezza aggiornandosi di frequente.

    RispondiElimina
  2. Avira funziona in due modalità, quella "pagata" e quella "gratis".
    La modalità "gratis" ti apre un pop-up che ti invita a comprare la licenza di Avira ogni volta che parte l'aggiornamento. Cosa che io trovo molto fastidiosa.
    Comunque una occhiata al sito Microsoft non fa male a nessuno e appunto evita di andare a pagare software più o meno inutili, per non parlare di chi scarica gli antivirus "pirata" da Internet.

    RispondiElimina