martedì, febbraio 18, 2014

Le telefonate degli stranieri

Io pensavo che fosse una cosa risaputa ma a quanto pare è ignota ai più, quindi vado a svelarvi l'arcano. Avete mai visto il pakistano che vende fiori al semaforo passare le ore attaccato al suo telefono? Vi siete mai chiesti "ma come farà a pagare la bolletta, sopratutto se telefona a casa?".

Ecco come fa: gli stranieri in Italia sottoscrivono un abbonamento per il traffico dati, cioè per la connessione ad Internet, il più scrauso che trovano, poi installano sullo smartphone un messenger (mi suggeriscono che adesso va di moda Viber) e chiamano un altro smarphone che usa lo stesso software. Cosi facendo pagano solo il traffico dati che costa una frazione della chiamata telefonica convenzionale e non dipende dalla distanza.

La tecnologia che permette di fare chiamate audio e video su Internet esiste da 20 anni. Forse qualcuno di voi ha sperimentato il vecchio Netmeeting di Microsoft con un modem dial-up negli anni '90. Allora uno non completamente rintronato si dovrebbe chiedere "ma perché non vendono gli smartphone con un software pre-installato che usa un protocollo universale/interoperabile, cioè che funziona su tutti i sistemi, cosi quando si fa una chiamata il telefono prima prova via Internet e procede con la chiamata "normale" solo se il ricevente non risponde nella prima modalità?". Ahah, ingenui che non siete altro. Provate ad indovinare perché le telefoniche non vogliono che usiate Internet per le telefonate, nazionali, internazionali e spaziali, a costo zero.

3 commenti:

  1. Tra telefoni Apple con gli sms funziona proprio così. Per le chiamate non è automatico perché ciucciano tanti dati e quindi è preferibile un'azione volontaria visti i limiti bassi che impongono i gestori. Comunque sia con Viber e Whatsapp le chiamate e gli sms sono un ricordo del passato

    RispondiElimina
  2. Devo dire che quando vado a fare dei giri in moto, soprattutto se vado all'estero, uso sempre facetime (anche in modalità solo vocale) per chiamare mia moglie. Se trovo un wi-fi libero (generalmente tutti gli alberghi ne hanno uno magari anche solo nella hall) chiamo proprio gratis... Per i messaggi poi gli sms ormai li uso solo con i miei che sono anziani. Con tutti gli altri uso un qualsiasi altro sistema di messaggistica via dati

    RispondiElimina
  3. utilizzo da anni skype per le telefonate, ha il limite che è slegato dalla tua rubrica telefonica memorizzata sul cellulare (come invece succede con whatsapp per i messaggi e viber per le telefonate). Quando cambierò il telefono, comincerò ad usare Viber, quello che ho ora fatica a "reggere" la app (mi si impalla continuamente). Uno dei problemi, secondo me, è che se non si ha sempre un telefono superaggiornato (e quindi nuovo), le app di ultima generazione talvolta mandano in crisi il cellulare (perlomeno a me succede oramai molto spesso)

    RispondiElimina