giovedì, marzo 27, 2014

Come rimpiazzare Windows XP dopo 8 Aprile

Il giorno 8 Aprile 2014 Microsoft terminerà il supporto per Windows XP. Niente vi obbliga a prendere provvedimenti immediati ma diventerà via via più difficile adoperarlo. A quel punto avete due opzioni o comprate un nuovo PC con l'ultima versione di Windows oppure sostituite Windows XP con una distribuzione, cioè una variante, di Linux. L'installazione di Linux paradossalmente è più facile di quella di Windows perché in un solo passaggio vi installa il sistema, i driver e una selezione dei programmi più usati. L'unico problema può venire da qualche periferica per cui il supporto dei relativi driver è carente ma è una cosa infrequente. Un altro vantaggio è che tutti i programmi di cui potete avere bisogno sono gratuiti e si installano scaricandoli via Internet da un "repository", cioè un server pre-configurato. Vi rimando alle guide per le istruzioni.

Elenco le alternative migliori secondo me per l'uso su PC datati.
Per sistemi con 512 Mega di RAM o di più:
Xubuntu
Point
Per sistemi con meno di 512 Mega di RAM:
Lubuntu
Debian* - (scegliete XFCE o LXDE)
Bodhi*

Tutte queste distribuzioni condividono gli stessi fondamenti quindi gli strumenti e le conoscenze di una sono valide anche per le altre, al netto di alcuni dettagli. Sono sistemi completi che vi permettono di fare più o meno le stesse cose che si possono fare con Windows XP. Le istruzioni per la installazione le trovate nei rispettivi siti.

Come potete indovinare dagli screenshot, usare un sistema Linux è più o meno uguale ad usare un sistema Windows, le convenzioni fondamentali sono le stesse, i menu e i comandi base li trovate negli stessi posti e i programmi si assomigliano. Le differenze sono nella manutenzione e nella configurazione ma si risolve con la documentazione e la buona volontà. Del resto la maggior parte della gente usa Windows senza sapere come si gestisce.

* Nota: Debian e Bodhi hanno un approccio volutamente minimale. Questo significa che al termine della installazione se non vi soddisfa il sistema di base dovrete aggiungere le cose che mancano ed eventualmente modificare le opzioni come sfondi, temi, barre, eccetera. E' tutto documentato, richiede solo un po' di buona volontà.

2 commenti:

  1. Pensa che nel mio ufficio siamo ancora con XP... E non lavoro in una piccola azienda :-/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' abbastanza normale. Mi sembra che il 30% dei PC con sopra Windows nel mondo usino ancora XP, per svariati motivi ma principalmente per continuare ad usare hardware un po' datato, coi suoi driver che magari non esistono per versioni successive di Windows e per continuare ad usare applicazioni "legacy" che non sono state aggiornate.

      In realtà in abito aziendale si potrebbe risolvere la cosa facendo girare XP dentro una "macchina virtuale" installata sopra un'altra versione di Windows. La "macchina virtuale" ha anche il vantaggio di essere "isolata" dal sistema che la ospita quindi i problemi di sicurezza in mancanza di aggiornamenti di XP sono mitigati. Ovviamente questa soluzione implica cambiare il PC e preparare la opportuna "macchina virtuale", cosa che porta automaticamente a pensare "ma chissenefrega".

      Passare a Linux invece è l'unica soluzione in ambito domestico, a meno di non comprare un nuovo PC.

      Elimina