lunedì, dicembre 08, 2014

Firefox o Iceweasel, Hello e Tracking Protection

Premessa: nessuno dei cambiamenti descritti di seguito installa o aggiunge qualcosa o modifica qualcosa che è già installato, sono modifiche che potete invertire in qualsiasi momento.

Barra di ricerca
Per prima cosa in questo post di Agosto avevo spiegato come rimuovere la barra di ricerca dal "Nuova Scheda", faccio un aggiornamento: col trucco indicato in precedenza si elimina anche la spaziatura in alto sopra le anteprime ma adesso in quello spazio compare una scritta, quindi conviene ripristinare la spaziatura togliendo solo la barra di ricerca. Si ottiene l'effetto cambiando questo:

@-moz-document url(about:newtab){
#newtab-margin-top, #newtab-search-container
{ display: none !important; }
}

in questo:

@-moz-document url(about:newtab){
#newtab-search-container
{ display: none !important; }
}

Hello
Veniamo alle novità, Mozilla ha aggiunto in Firefox un plugin che viene preinstallato, se andate in "componenti aggiuntivi - plugin" trovate "Codec video OpenH264 realizzato da Cisco Systems, Inc.". Si tratta di una implementazione "free" del codec H.264 che fino a poco tempo fa Mozilla si rifiutava di integrare a causa del solito problema di licenze. Non vi annoio con tutta la storia, fatto sta che alla fine hanno integrato questo plugin grazie ad un accordo con Cisco Sytems per permettere la "interoperabilità" con altri software e dispositivi.

Sulla base del plugin Firefox aggiunge un bottone che trovate in "personalizza" e che serve ad attivare una nuova funzione che si chiama "Hello", in sostanza un sistema di videoconferenza integrato nel browser con il quale potete stabilire connessione audio/video con chiunque abbia Firefox o Chrome (o browser derivati da questi).

Potrebbe capitare che voi non vediate ne il plugin ne il bottone perché sono disabilitati. Se avete l'ultima versione di Firefox (o Iceweasel per Debian) potete abilitare entrambe le cose in questo modo:

- per abilitare il plugin, andate in "about:config", cercate con la chiave "264", nell'elenco di impostazioni che ottenete cambiante queste (semplicemente cliccandoci sopra):
"media.gmp-gmpopenh264.provider.enabled" da "false" in "true"
"media.peerconnection.video.h264_enabled" da "false" in "true"

- per abilitare il bottone "Hello", andate in "about:config", cercate:
"loop.enabled" verificate che sia già impostato su "true", se è su "false" impostate in "true"
"loop.throttled" da "false" in "true"

Chudete e riaprite Firefox (o Iceweasel) e dovrebbe funzionare tutto.

Tracking Protection
Veniamo alle funzioni sperimentali, Mozilla ha aggiunto a Firefox un filtro che blocca i siti di "terze parti" che vengono collegati in vario modo nei siti che visitate in modo che il vostro comportamento mentre siete su Internet venga registrato. Registrare il vostro comportamento serve poi alle agenzie di marketing e pubblicità per realizzare campagne mirate. Il filtro di questi collegamenti avviene sulla base di una lista di indirizzi da bloccare che Firefox scarica e aggiorna automaticamente.

Il filtro è disabilitato per default. Se lo volete abilitare dovete andare in "about:config" e cercare con la chiave "track", nella lista di impostazioni risultante dovete cambiare cosi, sempre cliccandoci sopra:
"privacy.trackingprotection.enabled" da "false" in "true"

Chiudete e riaprite il browser. Quando visitate un sito sulla sinistra in alto, subito accanto all'indirizzo del sito dovreste vedere una icona a forma di piccolo scudo grigio. Se cliccate sullo scudo vi appare un messaggio che dice:
"alcuni contenuti della pagina sono stati bloccati da Firefox (o Iceweasel)".
Sotto trovate un bottone che permette di disabilitare il filtro per quel sito in particolare o di riabilitarlo.

In base alle mie prove, per farvi un esempio, sul sito del Corriere senza il filtro ottengo 13 chiamate a siti esterni, col filtro abilitato ne ottengo solo 6, significa che 7 chiamate vengono bloccate. Purtroppo al momento manca sia una opzione di Firefox per attivare questa funzione senza passare da "about:config" sia una qualsiasi interfaccia che ci informi su cosa viene effettivamente bloccato. Quello che vi posso dire è che funziona ma non so dirvi i dettagli.

22 commenti:

  1. Eeeeeeeh ....?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Firefox è un browser, il programma per "navigare". Iceweasel è Firefox con un nome differente che viene usato su Debian, una distribuzione di Linux.

      Il post descrive come abilitare o disabilitare due funzioni "sperimentali" che sono parzialmente attive o nascoste in Firefox o Iceweasel. Si tratta di una funzione per trasmettere e ricevere video con una Webcam e una funzione che protegge in qualche maniera la privacy mentre si "naviga".

      Se ancora non hai capito, suggerisco di lasciare perdere.

      Elimina
    2. Guardi, la ringrazio moltissimo del vano tentativo di farmi capire, ma per me è arabo. Non bastasse mi scende un sipario nero davanti agli occhi, quando sento parlare di 'sta roba. Però trovo apprezzabile la sua buona volontà di farmi capire. Ognuno di noi è refrattario alla comprensione di qualcosa. Io sono refrattaria al tecnologia. Le chiederei a cosa è refrattario lei, ma temo che sia una domanda troppo personale. Quindi mi astengo. Però ci pensi!

      Elimina
    3. Per lei, ok.

      Elimina
    4. Per chiunque. Come per tutte le cose si tratta solo di applicarsi e quindi è questione di motivazione. Viceversa, il discorso del "refrattario" è una scusa.

      Elimina
    5. Non è una scusa. È essere selettivi. Non è obbligatorio provare curiosità per ogni campo dello scibile umano, la refrattarietà viene da lì. Se poi l'appropriarsi di determinate conoscenze serve a sentirsi al passo coi tempi e acquisire un discutibile valore aggiunto, preferisco di gran lunga essere anacronistica. Trovo più interessante riconoscere gli uccelli dal canto o saper dare un nome alle piante che mi circondano. Di Firefox me ne sbatto altamente.

      Elimina
    6. Quindi si tratta di dire "non lo voglio fare" invece di "non lo posso fare".

      Appropriarsi di determinate conoscenze non "serve" a niente altro che ad sapere più cose e quindi a capire meglio il mondo. Viceversa, non acquisire le conoscenze significa sapere meno cose e non capire il mondo.

      Comunque qui siamo nel campo della follia, infatti se ti interessa il canto degli uccelli e di Firefox te ne sbatti altamente, perché minkia stai scrivendo commenti in questo post? Sei come i vecchietti che per scambiare due parole vanno a parlare col cassiere della banca?

      Elimina
    7. io ho capito, e ti ringrazio :D

      Elimina
  2. Bell'articolo.

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/12/08/nativi-digitali-perche-ci-riguarda-se-un-padre-accoltella-il-figlio-che-gioca-alla-playstation/1257529/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un articolo che conferma la famosa battuta "non dite a mia madre che faccio il giornalista, le ho raccontato che suono il piano in un bordello!". Cioè una penosa raccolta di banalità e di luoghi comuni, scritta da un mestierante della penna per un pubblico di mentecatti.

      Una persona con due neuroni capisce che se un padre accoltella il figlio e poi si suicida i problemi esistenziali sottostanti sono tutta altra cosa dai "videogiochi".

      Senza contare la semplicità del fatto che se voi fare smettere qualcuno di giocare basta staccare la spina o al limite buttare la console dalla finestra.

      Per qualche strano motivo piace la filippica sui "tempi moderni" ma piace meno andare a sfrucugliare le simpatiche famiglie di quelle due ragazze andate a fare le "umanitarie" in Siria e che sono state sequestrate per poi sparire nel nulla. Silenzio tombale. I "videogiochi" sono il problema dei problemi.

      Elimina
  3. Un commento off-topic, ispirato dai commenti precedenti: il tuo stile e' esemplare.
    (Se non e' chiaro, e' un complimento)

    Invece, domanda più pertinente (ma forse banale): sai per caso come si fa a visualizzare il sorgente di una pagina web con Safari per Mac? (Leggo: Safari, Version 7.1 (9537.85.10.17.1))
    Con Firefox e' facile, ma ci credi che non ci riesco con Safari? Tra le opzioni non mi pare listato, e credo di aver guardato dappertutto.

    Altra domanda (un po' scollegata): sai per caso se sia possibile per google (o altro motore di ricerca) cercare una data stringa nel sorgente delle pagine web di un dato dominio? (per precisare il dominio, mi ricordo che una volta si metteva qualcosa come site:blogspot.com).

    Grazie fin d'ora (ma non ci perdere tempo se non lo sai di botto).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai usato Safari, mai usato un prodotto Apple. Ne faccio un vanto perché stiamo parlando del Maligno.

      Per venire incontro alle tue difficoltà, non solo perché usi Safari ma anche perché non sai usare Google, pigia su questo link:
      How do you view source code in safari?

      Usare Google per la funzione che ti serve non ha senso. Tutti i browser decenti integrano degli strumenti di sviluppo che servono a manipolare le pagine Web, ispezionare il codice, fare debugging degli script, intercettare gli errori, eccetera. Purtroppo devi spendere un po' di tempo per impratichirti del mestiere.

      Elimina
    2. Diciamo che voglio fare la seguente cosa (in realtà', non la voglio fare davvero, voglio sapere SE SI PUO' FARE, e, se si', come).

      Voglio vedere se nel sorgente delle pagine web listate da google per una certa ricerca (esempio: i risultati della ricerca su google.it delle keyword ice hockey (per dirne una)) c'e' una data stringa (diciamo: "href=www.dominiocercato.com").

      Bada bene, vorrei cercare questa scritta non nella parte visualizzata sul browser, ma nel codice html della pagina.

      Inoltre, vorrei poterlo fare internamente da google, senza materialmente io andare a cliccare su un link, visualizzarlo, visualizzarne il codice, cercare all'interno con un find etc.

      Ecco, deve essere una procedura automatizzata.
      Non e'necessario che sia fatto usando un browser o tutto all'interno di google. Va bene anche qualcosa usando un programma da linea di comando, con i pipe. Tipo, qualcosa che ricorda la seguente sintassi per concatenare i comandi della bash:

      echo "3+5" | bc -l

      per fare un esempio banalissimo.

      B.

      Elimina
    3. Boh, guarda qui:
      http://www.googleguide.com/index.html

      Esiste un "search operator" che assomiglia a quello che ti serve, "intext" ma a naso direi che cerca solo parole in testo piano, non fa il parsing del codice effettivo della pagina. Tra parentesi, il codice contiene un sacco di cose diverse e può anche essere generato runtime, quindi la vedo dura anche perché quello che vorresti fare esula dallo scopo di Google che è creare un indice dei contenuti.

      Elimina
    4. Grazie.

      Si', immagino che Google (o altri motori di ricerca) sono pensati più per i contenuti e che quindi poco si prestano a quanto mi interessa.

      Mi ricordo di questo perche' avevo provato a farlo in passato, ma non c'ero riuscita. Ora non e' che mi serva, ma e' qualcosa rimasto pendente in me.

      Se non sbaglio, c'era un programma che downloadava interi siti (forse qualcosa come getright? boh, non ricordo, io mai usato, ma i miei amici smanettoni si'.)

      In teoria, se uno fa la ricerca su google, salva l'output in qualche modo, e scan-na il testo estraendo l'informazione utile, può' magari scriversi un programma che faccia il download sequenziale dei siti trovati, e un altro programmino che li pars-a (ovvero pars-a il file html downloadato).
      Certo, e' molto macchinoso, mi passa la voglia a scriverlo.
      Ma secondo te fila come metodo?

      B.

      Elimina
    5. Ci sono tot programmi per scaricare un sito in locale, per esempio wget.
      Ma funzionava coi siti dei primordi, che erano fatti di oggetti statici. Coi siti contemporanei, che sono prevelentemente generati runtime, il meccanismo non funziona. Per farti un esempio, è come volere scaricare il sorgente di un programma in C guardando una schermata.

      Però se mi dici esattamente cosa ti serve e di che sito stiamo parlando, cioè se valutiamo caso per caso, l'operazione potrebbe o non potrebbe essere possibile. Dipende.

      Elimina
  4. ah ah, hai trovato chi ti tiene testa !!!!!! :-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non direi, ho trovato solo qualcuno che mi costringe ad eliminare commenti privi di senso. Non c'è nessun "tenere testa", primo perché non esistono due tesi a confronto, secondo perché in questo blog chiunque può scrivere qualsiasi cosa, in accordo o in disaccordo con me o con chiunque altro, anche completamente off topic, purché abbia senso. Le cose che non hanno senso le cancello e buonanotte.

      Elimina
    2. In altre parole, non ci sono regole in questo blog se non quella che devi dire qualcosa. Se in questo post che parla di Firefox/Iceweasel tu mi scrivi come si fa la focaccia genovese, nessun problema. Se mi scrivi che non ti piace la focaccia genovese, nessun problema. Se mi scrivi che la focaccia verde undici la mamma e mi puzzano i piedi, io cancello il commento perché la psichiatria non è il mio mestiere.

      Elimina
  5. ho un problema che non riesco a risolvere :ho provato a fare quello che scrivi x Hello ma evidentemente non mi serve:la questione è questa
    uso firefox,ho l'icona di hello,ho messo i contatti;quando faccio la chiamata,c'è lo squillo ,vedo la mia immagine e quella del ricevente,sento quello che mi dice,ma lui non sente me.ho fatto una prova con due miei amici e fra di loro vedono e sentono,ma con me no,quindi il problema è mio.Faccio presente che se uso skype tutto funziona,probabilmente ho qualcosa che blocca .Sul sito di firefox trovo scritto che se non c'è l'audio (ma io sento,è il ricevente che non mi sente)dovrei digitare ABOUT PERMISSIONS io l'ho fatto e al microfono ho messo PERMETTI SEMPRE,mentre prima c'era CHIEDI OGNI VOLTA ,ma non ho risolto niente...cosa devo fare? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proverò con un altro PC con una webcam e poi ti farò sapere. A naso ci possono essere due problemi, il primo è che la scheda sonora non è configurata correttamente quindi il plugin non trova il microfono. La seconda è che il microfono (linea in entrata) sia impostato col volume troppo basso.

      Elimina