sabato, gennaio 17, 2015

Chi cerca trova il Presidente

Con viva e vibrante soddisfazione, noto che gli Italiani hanno cercato e hanno trovato quello che cercavano:
Corriere - Kyenge
L’ex ministro Kyenge: «Al Quirinale vorrei un presidente nero»
«Serve una persona aperta, consapevole dei valori della multiculturalità e che conosca bene i problemi dell’immigrazione»
Verissimo, l'Italia non ha altre necessità, ci serve proprio un presidente nero che conosca i problemi della immigrazione. Magari uno le cui iniziali siano C.K., una donna, che viene dal Congo.

Io non ce l'ho con la Dottoressa Kyenge, ovviamente. Infatti (Wikipedia):
Cessato il mandato da ministro nel febbraio 2014, si candida alle Elezioni europee con il PD nella circoscrizione del Nord-Est, dove è eletta con 92,898 preferenze (51.000 solo in Emilia-Romagna) è la terza nella Circoscrizione Nord Est per il Pd
Ce l'ho con il PD e con gli elettori del PD e specialmente con i fenomeni dell'Emilia Romagna, gente che ha superato il Comunismo per passare al Cretinismo.

Allora mi permetto di fare come la Dottoressa Kyenge e dico che al Quirinale vorrei un presidente modella di Sports Illustrated, una persona aperta, consapevole del mio bisogno di compagnia.

Come vedete nella fotografia il mio candidato sta studiando le problematiche della conservazione ambientale, con particolare riferimento alle conseguenze del riscaldamento globale sui ghiacciai e sull'ecosistema alpino. La Dottoressa Di Donato, essendo di chiare origini italiane, conosce anche i problemi della immigrazione e i valori della multiculturalità.

Clicca qui per vedere la presentazione del mio candidato presidente!

17 commenti:

  1. Di Donato for president !!

    Ha il mio pieno e incondizionato sostegno

    RispondiElimina
  2. Effettivamente l'Italia non ha nessunissimo problema a parte l'apertura alla multiCULturalità... E comunque non capisco perchè dovremmo avere un presidente nero e non giallo: mi pare che abbiamo più cinesi che africani. Razzista di una Kyenge!

    RispondiElimina
  3. Beh, ammetto che tale Di Donato e' molto più' carina di CK.
    E in effetti, soddisfa il criterio di avere un presidente donna...

    Io pero' metterei lui, se fosse più giovane...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia che gusti. Uno cosi lo trovi in qualsiasi officina di carrozziere.

      Elimina
    2. Ma lui e' Bud Spencer!!!
      Non e' per l'estetica...

      Elimina
    3. Cosa ci trovi in Bud Spencer?

      E' un signore sovrappeso che proprio per la sua presenza scenica ha interpretato dei film di secondo ordine, senza offesa, in cui sosteneva la parte di personaggi surreali, più o meno sempre lo stesso, cioè l'omaccione forzuto e burbero ma in fondo dal cuore d'oro. Spesso aveva un contraltare smilzo, svelto e vanesio.

      Se ci fai caso assomiglia alla tripartizione classica dei cartoni animati giapponesi, dove c'è l'eroe bello, la montagna umana e lo svelto.

      Probabilmente se andiamo più indietro troviamo qualcosa di simile nelle commedie di Plauto.

      Elimina
    4. Bud Spencer era il mio idolo da bambina, proprio per le cose che dici: forzuto e burbero ma in fondo dal cuore d'oro. In coppia con Terence Hill che completava il duo. Film di second'ordine, certo, ma che per un bambino rappresentavano un'oasi di sicurezza: il bene vince sempre.
      Le scazzottate surreali e fintissime, inoltre, donavano quella nota di colore.

      Tutt'ora, lo confesso, se mi capita di riguardarlo mi diverto ancora!!!
      Lo so, lo so, puoi vituperarmi a ragione, ma mi piace! :)

      Elimina
    5. Perché ti dovrei vituperare...
      Comunque se io fossi bambino allora vorrei che ne so Batman come Presidente. Siccome bambino non sono, sostengo la candidatura della Dottoressa Di Donato. Tanto, peggio della Dottoressa Kyenge secondo me non potrebbe fare e se va ad incontrare un capo di stato, che ne so, Putin, facciamo la nostra bella figura.

      Elimina
  4. Ti piace vincere facile Lorenzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah si? Non mi sono accorto di vincere qualcosa, pensavo di averlo preso nel culo per la centomilionesima volta quando il PD mi ha imposto cotanto rappresentante eletto, una personcina piena di talento, che dimostra a tutto il mondo come il colore della pelle non faccia differenza.

      Per venire incontro alle ridotte capacità mentali degli elettori del PD, sto facendo del sarcasmo. L'enormità del paradosso dovrebbe essere evidente ma come diceva Murinho, serve avere in testa più di un neurone.

      Elimina
  5. MI pare una bella fanciulla, Emily Di Donato.
    Bellassì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso non mettere alla berlina la mia candidata Presidente a causa della sua avvenenza. Voi della destra siete sempre i soliti.

      Non posso che citare la intervista alla Dottoressa Moretti

      Elimina
  6. Candidatura prima ed elezione poi della Kyenge e' stata una delle cose piu' (anti)razziste mai successe.
    Candidare una e poi farla diventare ministra solo per la provenienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa interessante è che questi ciavadi tanto lo negano, tanto hanno proprio il demone del giudizio basato su razza/provenienza/cultura.
      Un pregiudizio fondamentalisticamente positivo, ma comunque sempre pregiudizio di una persona con criteri che essi definiscono "razzisti".

      Mah.

      Elimina
    2. Ma che "positivo". Siccome sono eterni adolescenti ragionano come la figlia dell'industrialotto brianzolo che tromba col nero per fare dispetto ai genitori, oltre che per il gusto vagamente masochista.

      Elimina
  7. a parte che costei mi è sempre stata sulle balle se potessi le darei tanti calci in culo, per adesso mi limito a darglieli virtualmente

    RispondiElimina