mercoledì, gennaio 07, 2015

Sulla imbecillità

Strage a Parigi, leggo sul Corriere:
«Sappiamo chi e dove sono». Si tratterebbe di due franco-algerini, due fratelli di 32 e 34 anni, tornati in Francia quest’estate dalla Siria. Secondo i media francesi, sarebbe stato localizzato anche un terzo uomo, un giovane di 18 anni «senza fissa dimora» che potrebbe averli aiutati.

I due fratelli, presunti killer, sono nati a Parigi, e hanno «un profilo di piccolo delinquenti che si sono radicalizzati». Il più giovane, Cherif, era stato arrestato nel 2008 e condannato a 3 anni di prigione, di cui 18 mesi con la condizionale, in quanto componente di un gruppo che inviava combattenti estremisti in Iraq, basato nel 19/o arrondissement di Parigi. Nel quadro di quell’inchiesta, alcuni componenti del gruppo avevano ammesso di aver «fomentato dei progetti di attentato», ma senza metterli in atto. Scontata la pena, Cherif e il fratello, dicono i media francesi, «avevano fatto di tutto per farsi dimenticare», e si erano «messi a riposo» a Reims.
Tutto scontato, tutto previsto, tutto già detto e ridetto e documentato. Andiamo avanti cosi, va tutto bene. Attenti a non fare di tutta l'erba un fascio, i "moderati", il razzismo, bla bla.
In un mondo ideale i dirigenti dello Stato francese a partire dal Presidente dovrebbero dare le dimissioni come quando capita una tragedia che si poteva evitare e di cui sono ovvie le responsabilità. Ma non succederà mai perché avere i tagliatori di teste in casa è un prezzo che gli "intellettuali" sono disposti a pagare per la "libertà", dove per "libertà" si intende la famosa società multietnica e multiculturale. Siamo solo all'inizio, non può che peggiorare. Jus soli, cittadinanza, integrazione.

28 commenti:

  1. come ho appena scritto, l'islam è merda. e questo è il punto di partenza.

    ma quale possa essere la ricetta per debellare il male, io di certezze ne ho poche

    stiamo a quanto riportato nel tuo passaggio. se le cose stanno così (ma non è detto, qui si parla di persone che hanno combattuto in Medio Oriente) che cosa potevano fare le autorità francesi, per giunta di fronte a suoi cittadini ? arrestarli a tempo indeterminato ? e con quali accuse ? l'odio nei tuoi e nei miei confronti ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesco, anche se ti impegni non riesci proprio ad uscire dalla crisalide cattocomunista.

      Prima cosa, il concetto di Stato che prescinde dalla etnia non ha alcun senso e infatti gli Stati europei stanno cercando in tutti i modi di abrogare progressivamente le proprie istituzioni per conferire la sovranità ad un entità astratta e indefinita a cui si attribuisce il nome di "Europa". Un Tunisino può essere francese solo se la Francia è una espressione geografica, non se si definisce come la terra in cui abitano i Franchi.

      Seconda cosa, se un "cittadino" organizza gruppi armati, pianifica attentati, trascorre periodi in zone di guerra, la prima cosa da fare è revocargli i documenti in modo che non possa passare le frontiere che delimitano l'area di "libera circolazione". Si fa per i tifosi delle squadre di calcio e non si fa per gli estremisti islamici?

      Terza cosa, Polizia e Servizi di Intelligence dovrebbero avere una lista di sospetti e dovrebbe tenerli sotto osservazione. Ovviamente il controllo deve essere tanto più stretto tanto più il sospetto presenta elementi particolari come certe condanne per certi reati, certe frequentazioni ed abitudini, spostamenti in aree di guerra, eccetera. Un conto è se la tragedia arriva inaspettata, fulmine a ciel sereno. Un altro conto è se tutti sanno tutto e nessuno muove un dito.

      La verità è un'altra e cioè che nelle "società" attuali, questo tipo di eventi sono considerati "danni collaterali" accettabili in funzione dello scopo di creare una società multietnica e multiculturale e di eliminare le Nazioni di cui sopra.

      Elimina
    2. io non sono nè catto nè comunista

      io sono realista

      qui parlate di schedature, di espulsioni (di chi poi, di chi è francese ?). di controllo più accurato da parte dell'intelligence..... ma qui si tratta di due o tre persone..... che hanno commesso un atto orripilante certo ma emanato da quella che sembra una cellula

      a me preoccupa molto di più il contesto più ampio invece. gli imam che non prendono le distanze. le seconde e terze generazioni non secolarizzate nonostante vivano in contesti moderni (forse si secolarizzano solo se vanno a giocare nella ligue one.....), le ragazze che vanno in giro col velo. ecco, quella è la cosa che mi orripila ancor di più.

      Elimina
    3. Ma che realista, non sai nemmeno cosa sia il realismo.

      Nessun musulmano accetterà MAI che la legge dello Stato venga prima del Corano. Nessun musulmano accetterà MAI di essere "uguale" ad un infedele. Quindi se tu gli chiedi di "prendere le distanze", gli chiedi una cosa che sai già che non faranno mai, a meno che tu faccia finta di non capire, come i nostri attuali "leader".

      Le schedature ci sono per tutti, la Agenzia delle Entrate sa tutto di me, devo andare in giro con due o tre documenti di identità, tramite il telefono sanno anche esattamente dove mi trovo. Le espulsioni ovviamente si possono mettere in atto solo con chi non ha la cittadinanza, per gli altri l'unica cosa che si può fare è restringerne la possibilità di movimento.

      Elimina
    4. guarda che sto in mezzo alla gente quanto te Lorenzo, non vivo all'interno di una cupola o sopra una torre d'avorio. la parola "MAI" non va "MAI" utilizzata. io nel 1987 ho conosciuto un bellissimo egiziano sposato con una bruttona calabrese assolutamente bravo ragazzo, fedele coniugalmente e gran bevitore di birra. magari oggi è diventato un finanziatore dello stato islamico, ma propendo a pensare che sia un 55enne assolutamente occidentalizzato, quanto me e te se non di più.

      come ho scritto altrove, non so dirti se il corano o la bibbia prevedano il massacro dell'infedele. di certo è che se tutti i musulmani credono all'idea di annientarci, essendo un pò più di noi, lo avrebbero già fatto. o comunque di fatti come quelli di parigi dovremmo averne su scala europea un centinaio al giorno.

      siccome così non è, penso che alla fine il terrorismo sia un fatto minoritario. quanti saranno i combattenti dello stato islamico ? 30.000? 40.000? 50.000? tenendo conto che vengono da ogni angolo del mondo, non sono poi molti di più della galassia rossa europea degli anni '70. sono più svegli e preparati però, stanno in Siria e in Iraq, non ovunque.

      non voglio minimizzare il problema, voglio essere per l'appunto realista.

      quanti sono invece i musulmani che ritengono la donna occidentale una cagna? beh, penso che sia la maggior parte di loro. e questo è molto, ma molto più grave.

      Elimina
    5. Ciccio, mi fai ridere. 2+2 non fa MAI 3 o 5, per quante volte uno ci provi col gioco delle tre scimmiette. Anzi, ti dico di più, aspettarsi che ripetendo un gesto prima o poi si ottenga il risultato voluto è una delle definizioni di pazzia.

      A parte che esistono egiziani cristiani, dato che l'Egitto ha avuto ebrei e cristiani per secoli prima della espansione araba, il tuo aneddoto non significa niente. Non ho scritto che gli islamici non sposano calabresi, che non bevono la birra o che sono antipatici. Ho detto che nessuno di loro, pena l'apostasia che implica condanna a morte, può ammettere che esista una qualsiasi legge sopra o pari al Corano, sia essa laica o religiosa. Per la stessa ragione non può ammettere l'equivalenza tra chi appartiene alla "comunità dei fedeli" e chi non ne fa parte.

      Come te forse.
      Come ma nemmeno per scherzo.

      Io non ho scritto niente riguardo il "massacro dell'infedele", hai un modo di esprimerti per luoghi comuni che non mi appartiene. L'Islam predica la sottomissione. Chi non si sottomette e appartiene ai "popoli del libro", cioè cristiani ed ebrei, può avere salva la vita se paga i tributi (e ovviamente se si adegua ad una condizione di inferiorità). Chi non appartiene ai "popoli del libro" o si converte o viene eliminato.

      Quando dici "lo avrebbero già fatto" sei veramente ma veramente divertente, spassoso, poi diventi triste e poi fai paura. Perché se una personcina istruita come te non conosce la storia degli ultimi 1400 anni significa che non la conosce quasi nessuno.

      Hai la capacità di farmi girare le balle.

      Elimina
    6. Cattocomurealista dei mei stivali. :)

      Elimina
    7. oh beh, certo che lo hanno fatto. ma come lo hanno fatto prima di loro gli ateniesi, i macedoni, i romani, i franchi e dopo di loro gli spagnoli, gli inglesi, i nazisti. ma la religione non c'entrava una beata minchia

      Elimina
    8. Peccato che la religione sia l'unica cosa che tenga insieme "la comunità dei fedeli" dell'Islam, gente che altrimenti apparterrebbe a etnie del tutto differenti. Per esempio, la Tunisia è in Africa, la Siria è in Asia, da tutt'altra parte. Eppure un francese di etnia tunisina o un Ceceno partono volontari per combattere per il "califfato" creato tra Siria e Iraq, una entità con cui non hanno nessuna correlazione se non quella religiosa.


      Tu hai scritto:
      "se tutti i musulmani credono all'idea di annientarci, essendo un pò più di noi, lo avrebbero già fatto".

      Io ti ho già risposto ma fai finta di non capire. Siccome non ho voglia di rifarti tutta la Storia di questi 1400 anni, te la semplifico:
      Primo, non hanno l'imperativo di annientare nessuno, hanno l'imperativo di sottomettere tutti all'Islam. Se ti sottometti, sei a posto. Dato che lo sterminio è poco pratico per un conquistatore, normalmente dei popoli sottomessi si eliminano solo i leader. La sottomissione è stata anche storicamente graduata in modo che puoi diventare musulmano oppure preservare la tua fede (se sei cristiano o ebreo) accettando una posizione servile.

      Secondo, ci hanno provato ininterrottamente dal VI secolo dopo Cristo. Non ci sono riusciti, prima perché la logistica era eccessivamente complessa per i mezzi dell'epoca, poi perché l'Europa latino-germanico-slava si è ripresa e, anche grazie alla pressione costante da sud e da est degli islamici (oltre che alle guerre intestine onnipresenti), ha sviluppato una superiorità tecnologica insormontabile, ulteriormente accelerata dalle risorse rese disponibili dopo la scoperta delle rotte commerciali oceaniche. Ma ci sono comunque andati vicini, visto che si sono combattute battaglie decisive fuori dalle mura di Vienna e nei mari davanti le nostre coste che sono state possibili solo creando coalizioni delle potenze militari europee dell'epoca.

      Il tuo errore è che continui a sovrapporre categorie di una situazione A ad una situazione B. Cerchi di infilare il solido a base circolare nel buco triangolare.

      La diversità non è solo uno spunto divertente, è anche qualcosa che ti obbliga a ridefinire le categorie. Dire "religione" con il significato che gli diamo in Europa e applicare questa categorie all'Islam non funziona e non ha senso.

      Elimina
    9. Una cosa che evidentemente non cogli è che se nella Scrittura c'è scritto che devi sottomettere tutti gli "infedeli", questo implica che gli "infedeli" sono "inferiori". Per questo non puoi chiedere ad un Islamico di riconoscerti come suo pari. Tantomeno puoi chiedergli di riconoscere che le tue leggi sono sullo stesso livello o peggio sopra la sua Scrittura (che per lui è anche legge, non solo religione).

      Hai capito o ancora no?

      Elimina
  2. Schedatura DNA degli islamici.
    Espulsione nei paesi di origine per ogni reato.
    Pena capitale in caso di rientro.
    Oltre ad altre misure, specie a livello demografico, di contenimento e riduzione del problema islamico.

    Invece ho sentito alla radio, una quantità straordinaria di stupidaggini, di demenze democraticamente politicamente corrette.
    Si finirà con le assurdità solite: candidare Roma a sede olimpica come "cura" contro la corruzione, costruire strade per diminuire il traffico su gomma.
    Così questa manica di dementi idioti proporrà più moschee e più accoglienza per gli islamici.
    Ihihi
    Da un certo punto di vista sarebbe giusto che questa cacca islamica prendesse il sopravvento, proprio per la idiozia masochista, buonisto sconclusionata di questi stupidi debosciati europei. Molti europei sono meno della cacca e quindi è coretto che siano sepolti e sottomessi da essa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ripeto quanto scritto altrove. Non si tratta di semplici idioti ma di gente che ritiene che l'Italia come entità nazionale debba essere eliminata, con tutto quello che ne consegue, per creare un "mondo nuovo" senza confini e frontiere dove sono tutti mescolati e tutti "uguali".

      Quando dici che "sarebbe giusto" non consideri che questi, prima di pagare il prezzo in prima persona, lo fanno pagare a te.

      Elimina
    2. Eliminare l'identità nazionale italiana, quella tedesca, quella svedese, quella greca, quella canadese, quella statunitense, quella qatariana (anche se qui bisognerebbe aprire una parentesi) quella ...
      Entropia che tende al massimo.
      A chi ciò potrebbe giovare?
      Quale oligarchia potrebbe sfuggire all'implosione ecologica, di cui quella sociale è manifestazione, in corso?

      Elimina
  3. Sogno un mondo senza religioni, oppio del popolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sogno un mondo senza idioti.

      Elimina
    2. Un mondo senza idioti? Illuso... secondo me, e' più facile realizzare un demone di Maxwell o il moto perpetuo, per dire...

      B.

      Elimina
    3. Direi che è la medesima cosa

      Elimina
  4. ognuno ha il governo che si merita e i francesi invece che curare tagliando l'erba infetta adesso si leccano le ferite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno seminato molto vento in libia, i galletti.
      Anche cercando di metterlo nel culo a noi.
      Con le stronzate democratico progressiste di Bernard-Henri Levy a coprire con un dito di glassa l'assalto alla dispensa e il criminale assassinio di Gheddafi.

      Elimina
    2. UomoCoso, te lo dico da amico: rivedi il tuo linguaggio scritto. Vai a sminuire le tesi che proponi usando un lessico settario e una sintassi involuta.

      Elimina
  5. anzi faccio fatica a trovare le differenze tra te ed un integralista islamico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte il fatto che in questo momento non sono dietro di te con un coltello in mano?

      Elimina
    2. e vabbè, ma dici troppe fesserie dai..... sei un fiume in piena, ecchecazzo !

      Elimina
  6. che si debbano fare dei controllini su questi servitori musulmani del loro Dio è innegabile, senza poi sottovalutarne la pericolosità.Approvo le azioni della Lombardia nel non concedere più spazi per la costruzione di moschee, luoghi dove questi "bravi ragazzi" barbuti vengono reclutati, mandati ad addestrarsi per poi fare danni come quelli fatti a Parigi. Quindi massima attenzione. Non fidarsi delle chiacchiere di Alfano, di italiani andati a combattere ce ne sono senz'altro più di 4 come diceva oggi in un Parlamento deserto e stufo di stare a sentire chiacchiere.

    RispondiElimina