mercoledì, febbraio 25, 2015

Telecom Tutto

Ultima bolletta BIMESTRALE di mia mamma per la linea fissa: 6 euro di chiamate, 80 euro di canone e di ADSL.

Mi arriva simpatica missiva della Telecom che mi comunica che adesso è stato riunito tutto sotto il marchio TIM e come dal 1 Maggio il contratto per la linea fissa intestato per ragioni storiche (risale al 1983) alla vegliarda diventerà "Tutto", cioè comprenderà tutto il traffico telefonico della linea fissa, ADSL e canone per un totale di circa 45 euro al mese.

Mia mamma mi chiede "ma i vecchietti senza Internet come fanno"?

Leggendo sotto, nelle avvertenze scritte in piccolo illeggibile per lei, c'è scritto che si può richiedere il passaggio al contratto "Voce", che comprende un canone di circa 19 euro al mese più una tariffa a consumo di 10 centesimi al minuto.

Adesso si presentano queste alternative:
1. disdire.
Significa che mia mamma dovrebbe usare solo il suo cellulare. Infatti ne possiede uno con sim Bancoposta, però non lo sa usare e di solito non sente quando suona, quindi non risponde. Poi non sa usare la rubrica, eccetera. Ovviamente per Internet bisognerebbe stipulare un altro contratto.

2. passare alla offerta per i "vecchietti senza Internet", cioè come ora, canone più pagamento a consumo.
Mia mamma ha una sorella che sta a Roma che da molti anni chiama dicendo che ha un abbonamento tutto incluso quindi lo vuole anche lei. Fino ad ora la questione era economica ma come vedete sopra, ormai il costo dei canoni è diventato esorbitante rispetto alle chiamate. Inoltre, la linea ADSL che uso io a casa è attestata sulla sua linea fissa, da cui bisognerebbe poi fare un contratto separato con un altro operatore.

Edit: mi dice SilverCosa nei commenti sotto che esiste anche l'offerta "Tutto Voce" che costa 29 euro al mese e che include canone e chiamate sulla linea fissa, cioè non include la linea ADSL. Per confrontarla con l'offerta a consumo "vecchietti senza Internet" bisogna valutare se si fanno chiamate per i 10 euro di differenza (a 10 cent al minuto, 100 minuti), visto che il canone corrisponde a 19 euro al mese.

3. lasciare tutto cosi, col "Tutto".

4. chiamare Telecom e chiedere la attivazione del servizio "Tutto Fibra".
Costerebbe uguale e la differenza sarebbe che invece di avere la linea telefonica e la ADSL su sue apparati differenti, verrebbe nun tecnico per collegare il doppino di casa all'armadietto dove è attestato un cavo in fibra ottica (fiber to cabinet), poi sia le chiamate sulla linea fissa che Internet passerebbero dal medesimo router. Si guadagna in "velocità" della connessione ma diventa più macchinoso disdire il servizio ADSL perché bisogna richiamare il tecnico e fargli smontare tutta la faccenda. Inoltre un guasto nell'apparato quando io non sono presente (e sappiamo in partenza che succederà) lascerebbe mia mamma senza telefono.

5. chiedere l'attivazione del servizio "TIM Smart" che aggiunge una sim per il traffico mobile, con 2 giga di traffico più tot minuti di chiamate.
Non mi serve perché non ho ne smartphone ne tablet.

Boh, vedremo.

16 commenti:

  1. "ma i vecchietti senza Internet come fanno"?

    Ehm, come mia madre.
    Ora che leggo, devo dire a mio fratello di dare un'occhiata al contratto del fisso di mia madre... che pero' non ha molte alternative, da me per esempio prendono male anche i cellulari per dire. Poi, fibra ottica? Dove? Posto sperduto il mio paesino.
    Sono meglio collegata da qui, il che e' tutto dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà la copertura per i cellulari è migliore di quella della rete fissa. La ragione è che costa meno mettere una antenna che piazzare i cavi e poi mettere gli apparati in centrale (ce ne deve essere una ogni tot chilometri).
      Ovviamente l'ostacolo alle connessioni mobili è l'orografia, se ci sono delle montagne tra le due antenne il segnale non arriva.

      Comunque, l'abbonamento a consumo dovrebbe costare 20 euro al mese di canone circa più 10 centesimi al minuto.

      Se vuoi un abbonamento tutto incluso paghi 45 euro al mese e c'è dentro o la connessione internet in modalità "fiber to cabinet" oppure una adsl normale più un sim per cellulare con un tot di traffico prepagato. Forse a tua mamma potrebbe servire questa ultima offerta. La ADSL scadente ci dovrebbe comunque essere anche al paese ormai.

      Elimina
    2. Mia mamma non sa usare il computer.

      Quando sono in vacanza al mio paesino per il cellulare fuori casa ci sono due tacche. In casa, segnale assente.
      Cellulare italiano.
      Orografia la responsabile? Boh, da me e' tutto piatto, o forse e' perche' siamo sotto il livello del mare.

      Ora ricordo uno dei problemi di fisica del mio istruttore di istituzioni di fisica teorica, quello della riflessione delle onde radio (lunghezza d'onda di qualche metro) sul golfo di napoli, del vicino che sentiva benissimo la radio (massimo di interferenza costruttiva) e della sua famiglia che abitava in un minimo di interferenza (interferenza distruttiva).
      I cellulari vanno a microonde, come ho imparato oggi. Sara' forse causa della depressione che il segnale arriva male, sull'argine infatti mi pare che non ho mai avuto problemi (le poche volte che mi sono portata il cellulare).

      Elimina
    3. La cosa grave è un'altra: non so a casa di tua mamma ma qui le banche stanno chiudendo tutti i servizi allo sportello per spostarli sullo "home banking" via Internet.

      Si, c'è un chiosco in filiale con un computer per fare le operazioni ma:
      1. paranoia effect
      2. serve il numero utente, il PIN e la "O-key" per generare il codice temporaneo
      3. devi sapere usare il computer.

      Mia mamma non riesce a fare i pagamenti quindi o glieli faccio io oppure deve andare dal gestore che segue i sui investimenti e glieli fa lei come favore (credo andando comunque sotto al chiosco).

      Inoltre mia mamma, cercando di risparmiare qualche euro, ha disdetto tutte le comunicazioni cartacee, quindi non gli arriva nessuna comunicazione, non ha le ricevute dei pagamenti, eccetera.

      Non è un mondo per vecchi. Oppure devi essere un vecchio con poche operazioni e farle tutte in Posta, dove è meglio se conosci qualcuno, italian style.

      Elimina
    4. Esempio, mi arriva una email dall'amministratore di condominio che deve accreditare un rimborso a mia mamma. E già qui va bene che ha il mio recapito email. Io chiedo a mia mamma di darmi il suo IBAN, mia mamma ovviamente risponde "cos'è questo iban?" Gli dico le coordinate bancarie del tuo conto corrente in banca. Allora lei dice "non so devo cercare". Il giorno dopo si reca lemme lemme alla filiale e si fa stampare un foglio con i dati. Poi, nota bene, strappa un pezzo di carta da qualche parte e ricopia i numeri, poi mi da il pezzo di carta. Ho dovuto litigare per farmi dare il foglio stampato dalla banca e inviare la mail di risposta all'amministratore del condominio.

      E qui viene il bello: gli dico "visto che capiterà che ti chiederanno le tue coordinate bancarie, non è meglio se pieghi questo foglietto e lo tieni nel portafogli, insieme ai documenti?". E lei "quali documenti". Io "i soliti, il codice fiscale, la carta di identità" e lei "io non porto mai la carta di identità". Al che mi arrendo, come non detto.

      Elimina
    5. Nessuna vecchina sa usare il computer ma se vuoi un contratto "flat", cioè una tariffa fissa che copre canone e chiamate, non esiste un contratto senza connessione ad Internet. C'è solo un contratto a consumo.

      Per la ricezione del segnale il problema penso si possa risolvere sul lato del fornitore piazzando un ripetitore (un apparato sopra un palo o sopra una antenna ad altezza adeguata). Qui li piazzano spesso sopra i palazzi più alti dietro compenso ai condomini. Sul lato del cliente credo che esistano degli amplificatori di segnale, si usano anche negli uffici però non so dire il costo.

      Elimina
    6. Si sbaglia. Ho ricevuto la comunicazione della novella Tim, non più Telecom, che mi informa che dal prossimo maggio, salvo obiezioni, la mia linea di casa diventerà Turto voce. Il costo è di 29 Euro al mese e comprende chiamate illimitate e abbonamento alla linea di casa. Se vorrò anche Internet mi offrono Tutto il primo anno è gratuito e, dal secondo anno, pagherò10 Euro al mese. In alternativa posso scegliere l'Opzione Mobile, ma non avendo il cellulare non me ne può fregare di meno. Come vede, l'opzione abbonamento+chiamate senza Internet c'è e come! Si chiama a Tutto voce.

      Elimina
    7. Devo chiamare il 187 perché le offerte non sono per nulla chiare.

      Ho visto adesso che esiste questa offerta "Tutto Voce" ma se si aggiunge la linea ADSL si ottiene un totale di 45 euro che è il contratto in cui dovrebbe rientrare mia mamma allo stato attuale, non di 39 (29+10). I 10 euro per la ADSL sono solo la promozione del primo anno.

      La vegliarda in questione deve calcolare quanto userà il telefono per chiamare ad un costo di 10 cent al minuto e confrontare con i 10 euro (19+10=29) che servono per fare la "Tutto Voce". Direi che sono 100 minuti, quindi un'ora e quaranta. Se si superano le tre ore ci dovrebbe essere lo sconto del 50% quindi si pagherebbe uguale. Diciamo che tra 0 e un'ora e mezza al mese conviene l'offerta a consumo, tra un'ora e mezza e tre ore al mese conviene "Tutto Voce", sopra tre ore al mese non so, a naso dipende quanto sopra.

      Elimina
    8. Boh. Io ho cinque ore di telefonate in due mesi. In totale. Da maggio ne avrò 400. Non vedo l'ora, come può ben immaginare.

      Elimina
  2. In una situazione finalmente di ecologica e salvifica deflazione l'aumento del canone in ciò che è monopolio in ampie parti del paese è un atto di rapina. Che cazzo ci stiano a fare le varie autorità alla concorrenza non è dato di sapere.

    E' lo stesso che avviene con gli aumenti tariffari annuali della autostrade, quasi sempre due o tre volte l'inflazione programmata.
    Questi dati dimostrano una società ormai privata.

    Ciò che anima il 95? 97? 94? 98? % dell'economia privata è l'ingordigia che, in caso di monopoli, diventa la rapina. Massimizzazione del profitto a breve termine. Costi (per te) quel che costi.

    Io sto cercando di passare ad Eolo sul quale ho referenze varie nella frazione e non solo (v.
    vedi qui ad esempio) molto buone.

    Curare le patologie della neoreligione privatizzazionista in modo omeopatico, con la concorrenza di altri privati.
    Anche se è assolutamente assurdo.
    Dismettere o rattrappire una rete cablata per l'esosità (privata) e nei pessimi servizi (privati) che essa fornisce.
    Una delle assurdità senza fine.

    RispondiElimina
  3. io ho un'offerta analoga All Inclusive (ADSL+ Chiamate illimitate sui fissi) che dovrebbe essere 100 euro ,ma le bolletta da pagare sono sempre sui 120 euro ugni 2 mesi. Si potrebbe passare a SKY+ADSL) verrebbe qualcosina meno ma si avrebbero i blocchi per un paio di mesi (Telecom non timolla) e poi il canone sarebbe normalizzato e diventerebbe quasi coma quello di Telecom. In Italia oggi, questi servizi si pagano abbastanza salati

    RispondiElimina
  4. Un bel casino, una liberalizzazione all'italiacana!

    RispondiElimina
  5. I miei che non hanno internet hanno scelto la versione più nuda possibile e pagano un canone decente. Io ho scelto la Fibra perchè il mio utilizzo è quasi esclusivamente dati e, devo dire che il servizio è accettabile. In 5 mesi ho avuto solo una mezz'ora in cui mi sono accorto di essere senza collegamento. Disservizio risoltosi autonomamente.

    RispondiElimina
  6. il primo marzo sono stato fermato ad un banchettino, in un supermercato della zona, dove mi offrivano, con telecom un contratto da 58 euro bimensile all inclusive + telefonino + ADSL, ma dovevo cambiare numero, perchè secondo loro diventavo un nuovo cliente... ho lasciato cadere la cosa perchè necessitavo di altre informazioni... qualcuno ha notizia di queste offerte? perchè dovevo cambiare numero?

    RispondiElimina
  7. È arrivata anche ai miei. Credo che disdiranno tutto. Andranno avanti col cellulare

    RispondiElimina