lunedì, agosto 10, 2015

Casa mia, per piccina che tu sia

«Lo so - ammette Galantino - che l’accoglienza è faticosa; lo so che è difficile aprire le proprie case, aprire il proprio cuore, aprire le proprie realtà all’accoglienza». Il segretario della Cei indica dunque all’Italia e all’Europa l’esempio di Paesi che sanno accogliere di più.
Monsignore, per me non è faticoso quando lei apre casa sua e ci ospita chi gli pare, è faticoso quando qualcun altro apre la porta di casa mia senza chiedere la mia opinione, ci mette dentro degli intrusi e quando io protesto mi insulta. Io sono uno schiavo o sono un uomo libero di decidere del suo destino? L'Italia è una Nazione che appartiene agli Italiani, oppure è terra "di tutti e di nessuno"? Pensare che gli Italiani sono morti a centinaia di migliaia per pochi metri di terra e adesso la cediamo il primo che ci mette un piede sopra.

13 commenti:

  1. Ti potrebbe rispondere che in abissinia o libia sono morti in decine di migliaia nella difesa della loro terra per causa Italiana.

    Comunque reputo anche io senza senso la posizione della Cei. Che peraltro non mi pare che li accolga i migranti da quello che so.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh? Ma che delirio sarebbe? Anche in Grecia sono morti a migliaia in difesa della loro terra "per causa italiana", cioè in un linguaggio più comprensibile, perché il regio esercito aveva invaso il loro Paese. In Italia sono morti a migliaia per l'indipendenza dall'Austria. La Francia come Nazione è nata dopo la guerra dei cent'anni contro gli Inglesi. I Finlandesi sono morti a migliaia combattendo contro gli invasori russi.

      Quindi quale sarebbe la tua conclusione?

      Francesco, a parte le obiezioni di ordine pratico, tipo che spendiamo milioni per pochi immigrati e non facciamo niente per i loro compatrioti rimasti a casa, oppure che ci deve essere un limite al numero di quanti possiamo ospitare, ti ripeto la obiezione di ordine concettuale:

      O l'Italia esiste e si definisce come la Nazione degli Italiani, con tutto quello che ne consegue, governo, leggi, confini, lingua, eccetera, oppure l'Italia non esiste se non come il nome di una regione della Terra e chiunque va e viene come gli pare. Nel secondo caso, domani smettiamo di pagare le tasse e di rispettare qualsiasi legge.



      Elimina
    2. Sono piani diversi

      La storia è fatta da invasioni. Più spesso svilippatesi in modo cruento. Questa è a oggi tendenzialmente pacifica e fatta per un unico scopo. Stare meglio. Ed è illusorio che venga fatta in modo ordinato e rispettoso dei costumi occidentale. Lo dimostra quanto sta succedendo nell' euro tunnel. Vuoi sapere come finirà? Quando l'occidente si impoverira' per ragioni che come sai bene nulla hanno a che fare con l'immigrazione cesserà. Di botto.

      Elimina
    3. Le classi sacerdotali storicamente hanno utilizzato religione e psicologia per manipolare i fedeli e trarne diretto e immediato beneficio.
      Andre' Van Lysebeth, forse il più famose yogi e tantrista europeo, aveva studiato i meccanismi secondo i quali, i bramini (dell'induismo vedico, ovvero della mano destra) utilizzavano la negazione e la repressione feroce della sessualità (induismo della mano sinistra, ovvero induismo tantrico) unitamente con lo sfruttamento della prostituzione "sacralizzata" delle devadasi, come strumento di parassitaggio delle altre classi e di arricchimento.
      Ti nego l'acqua, ti dico che è peccato se scavi il pozzo, ti taglio la testa se lo fai, poi tu vieni nel mio tempo della idranti sacre e per ogni bicchiere mi devi un grammo d'argento, per ogni abluzione un grammo d'oro (ovviamente a sostegno dei sacri dei del Piribauz).
      Ora la classe sacerdotale cattolica e quella marxista sono nelle stesse condizioni, ovvero trarre innumerevoli benefici speculando mediante l'applicazione di dottrine alle masse e campando, ottenendo voti, potere morale, politico, etc. aumentando i problemi di coloro che da essi dovrebbero essere indirizzati per una vita migliore.

      In un certo senso siamo ancora una volta a due dimensioni conflittuali:
      o - quella nel tempo (utilità volatile ora che crea problemi sempre più gravi a medio e lungo termine)
      o - quella nello spazio (utili - in senso lato - concentrati nella mani di pochi mediante processi che peggiorano il sistema, impoveriscono tutti gli altri, scaricando su di essi ed ambiente - degradandolo ulteriormente - gli effetti collaterali del processo speculativo a loro vantaggio).

      Questo per sottolineare solo un aspetto del problema, ovvero la strategia criminale, parassitaria che organizza ideologicamente questo sacco e sfascio.

      Elimina
    4. Io non capisco. Se "pacificamente" forzo la porta di casa tua e mi insedio nel tuo soggiorno tu cosa dici? Che è un evento ineluttabile, un fenomeno naturale come diventare vecchi e quindi fai le spallucce? Quando io faccio venire mio fratello e famiglia e non puoi più usare il bagno cosa dici? Eccetera.

      Anche l'invasione della Grecia sarebbe stata "pacifica" se i Greci si fossero inginocchiati di fronte alla Razza Padrona. I Romani davano a tutti la scelta se diventare tributari, quindi pagare il "pizzo" a Roma e sottostare alle sue leggi, oppure diventare nemici e essere annientati.

      Nel nostro caso l'invasione è "pacifica" perché noi eravamo già in ginocchio quando è cominciata, siamo un Popolo senza identità e senza auto determinazione. Un Popolo che storicamente è abituato a mandare madri e sorelle a battere pur di avere una scodella di minestra.

      Elimina
    5. > Un Popolo che storicamente è abituato a mandare madri e sorelle a battere pur di avere una scodella di minestra.

      tipo i blocchi neri con le nike ai piedi a tirare molotov contro le multinazionali e i leghisti che vanno in vacanza a SciarmElComeSiScrivic perché costa meno.

      Elimina
    6. Il concetto della prostituzione è abbastanza diverso sia dalla follia ideologica che dalla grettezza del "costa meno".

      La prostituzione nel nostro caso significa non avere alcun limite nel prostrarsi di fronte ad un potere, significa non avere nessun freno, nessuna integrità. essere disposti in ogni momento a concedere tutto, anche le cose più care, pur di sopravvivere.

      Gli Italiani sono come quei cani che quando arriva il ladro gli fanno le feste, già sottomessi in partenza al primo che passa. Salvo poi magari mordere la mano che li nutre.

      Elimina
  2. loro in casa loro ne accolgono ben pochi e di questyi profughi in Piazza San Pietro, dal papa buono, ne ho visto pochissimi

    RispondiElimina
  3. Il Vaticano ha ferree leggi in tema di immigrazione nel proprio Stato, che di fatto impediscono, per esempo, di diventare cittadini del piccolo Stato oppure di chiedere asilo politico ed evitare le espulsioni e via dicendo. Questi .."signori" parlano bene e razzolano male, anzi malissimo. E' l'ipocrisia fatta istituzione. E quel che è peggio è che una gran parte dei cittadini nostrani - fimotici encefalici - li stanno pure a sentire!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Vaticano è un problema secondario, non sono stati loro a prendere un immigrato illegale e a nominarlo ministro, con l'unica qualità del colore della pelle, per poi accorgersi che era persona insopportabile e quindi mandarlo fuori dai piedi al parlamento europeo.

      Io dico, basta aprire la pagina del sito del Corriere ed è evidente che siamo nel mezzo di una campagna di propaganda che nemmeno in Corea. Se gli Italiani se la bevono come acqua fresca, significa che ormai è troppo tardi.

      Elimina
  4. Il bello è che a imporci 'sta roba è gente che ci ha triturato i genitali con "questa mattina mi son svegliato e ho trovato l'invasor". Grazie tante, e ora che gli invasori sono loro a piantarceli sul groppone? Posso cantarla anch'io, quella insulsa nenia, e invocare l'azione energica dei nuovi partigiani, magari quelli di Casa Pound? Perché cambiano le circostanze, cambiano i colori delle casacche e di conseguenza i mandanti, ma non cambia la sostanza delle cose: ci stanno sommergendo con vere e proprie truppe d'occupazione, anche se non ufficiali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te l'ho detto, sono tre tipi di persone, gli idioti che vogliono essere assistiti dallo Stato, gli eterni adolescenti sempre in ribellione contro i genitori e i furbastri che cercano di fare carriera.

      Non si rendono conto delle contraddizioni e dei paradossi. Esempio banale: insistono a dire che gli immigrati sono pochi, che non c'è invasione, nella frase successiva festeggiano lo "jus soli" dicendo che alla approvazione della legge diventeranno italiani un milione di figli di immigrati.

      Del resto è gente che da sempre promuove guerre e carestie mentre proclama pace e prosperità. E questo insiste su un Popolo senza spina dorsale, senza valori, che ha come motto "Franza o Spagna, basa che se magna".

      Elimina
  5. un uomo libero di decidere del suo destino

    Espressione indigeribile da chi ha personalità e coscienze nulle ... e sono tanti.

    L'Italia è una Nazione che appartiene agli Italiani, oppure è terra "di tutti e di nessuno"?

    E' terra "di tutti e di nessuno" perché l'Italia NON è una Nazione, e gli italiani NON sono un Popolo ma un branco di sbandati con eccezioni che nel loro insieme compongono una quota nettamente minoritaria dell'insieme.

    Il Sistema vede e provvede.
    I cittadini - pensa che bello, no ? - non devono nemmeno ragionare, e la netta maggioranza desiste già al risveglio.
    Chissà come andrà a finire.

    ===

    RispondiElimina