martedì, novembre 10, 2015

EXPO - grazie PD di avermi dato Renzi

L’Area Expo si compone di due grandi progetti: uno immobiliare che vede protagonisti gli enti locali, noi interveniamo se il nostro aiuto viene richiesto, l’altro di natura evocativa. Noi non pensiamo per quell’area a un federal building per uffici pubblici, noi pensiamo a un forte valore scientifico e culturale. Da questo punto di vista pensiamo che il Governo possa fare la propria parte, se richiesta. Siamo pronti dal consiglio di ministri di venerdì: vorremmo che Palazzo Italia non si fermasse neanche un secondo. [...] La proposta che fa il governo è quella di un grande centro di ricerca mondiale sulla genomica, il big data, la nutrizione, il cibo, l’eco-sostenibilità.
natura evocativa
grande centro di ricerca mondiale
genomica
big data
nutrizione
cibo
eco-sostenibilità

Niente federal building, uozamerica cansassiti, invece 150 milioni l’anno, 1.5 miliardi in dieci anni, per un bel progetto di "natura evocativa". Perché "Milano per il suo ruolo capitale culturale dovrà essere non solo la locomotiva d’Italia, ma d’Europa". Poi ci si lamentava delle sparate del signor Berlusconi e del suo "ottimismo". Se l'articolo del Corriere riporta fedelmente il discorso del signor Renzi, trattasi evidentemente di una supercazzola degna del Conte Mascetti ma senza alcuna ironia.
Da il Corriere.it

Siccome io sono un ignorantone, non come Matteo "genomico" Renzi, ecco una pillola di cultura: Qual è o qual'è? La grafia corretta nell’italiano contemporaneo è qual è, senza apostrofo.

13 commenti:

  1. In linea con le tradizioni del proprio partito, c'è della continuità e Renzi non merita le critiche che riceve dalla sinistra: promette, da buon cazzaro, paradisi in terra che non avranno nessuna realizzazione nella realtà, ma solo perché quest'ultima non ne vuole sapere di piegarsi alle direttive del segretario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di fare questi discorsi bisogna fare chiarezza sui termini. Storicamente in Italia "sinistra" significa Partito Comunista. Con "destra" si identifica tutto quello che non è Partito Comunista.

      A seguito degli eventi di fine anni '80 del secolo scorso, per motivi di marketing, ne più ne meno, si è sostituito il termine "comunista" con il termine "sinistra" e a volte col termine "democratico".

      Inoltre, quella che una volta era la Democrazia Cristiana, demolita dalla magistratura insieme ai suoi satelliti di quella coalizione che era appunto la "destra", è stata integrata dal Partito (ex) Comunista realizzando l'antico progetto del "compromesso storico". La dissidenza interna alla "sinistra" discende dalla difficoltà di rendere coerenti il paternalismo cattolico, tradizione che ha prodotto Renzi e la lotta di classe marxista con l'eventuale prassi di partito leninista.

      L'elemento che hai introdotto sopra, cioè il "paradiso in terra" è esattamente quello che tiene insieme il PD, cioè la chimera nata dalla unione tra i comunisti e i democristiani. Entrambi i gruppi esistono in funzione di un paravento di "ideali metafisici" dietro il quale ognuno cerca di ottenere qualcosa del suo piccolo interesse.

      Il "Grande Centro di Ricerca Mondiale" presenta la facciata fasulla della "cultura" e del "ruolo dell'Italia nel mondo" ma dietro promette Spesa Pubblica, che a sua volta si traduce in posti, stipendi e pensioni. Quando Renzi rivendica il ruolo governativo nel "progetto di natura evocativa" in realtà sta dicendo che le modalità di spesa le deciderà lui e il suo governo, quindi chi vuole partecipare alla mensa, dentro e fuori il PD, si deve accodare.

      In ultimo, cosa vuole la gente da Renzi? Promesse. Più o meno quello che chiedevano a Berlusconi. Con la differenza catastrofica che Renzi in più è ammantato dalla famosa "superiorità morale e culturale" della "sinistra", quindi gli viene consentito di fare le sue sparate, le sue supercazzole, senza che nessuno gli rida in faccia.

      Elimina
    2. L'esperienza è nota.
      E' difficile contraddirti, Lorenzo ... però la protesi dell'Expo - esso stesso una magnifica sospensione della realtà - così configurata dal bimbominkia capetto del bar di Alfred ... no ... del Governo italiano ... procederebbe nel senso della linea politica tecnofideista, che è l'ideologia montante.

      ...

      Chiudi gli occhi.
      Indossa il caso ( l'Oculus Rift , HoloLens ... altro ).
      Butta giù la pillola.

      =

      Fa' il bravo, Lorenzo.

      ;)

      Elimina
    3. Io non avrei mai il coraggio di usare espressioni come Grande Centro di Ricerca Mondiale, ne di straparlare di "genomica" e "big data", senza ridere. Ho conosciuto gente come Renzi e le persone con una tale faccia di tolla mi fanno un misto tra ribrezzo e paura. Poi guardo la gente che plaude Renzi e/o si mette in fila davanti allo Apple Store e non posso che concludere che stiamo rotolando lungo una discesa.

      Elimina
    4. La Marmellata Rosa fluo ci sta travolgendo, è chiaro.
      Ma tu, hai capacità tecniche tali da potere surfare SULLA marmellata.

      ... passa al lato oscuro della Forza, Lorenzo ...
      ... passa a smartphone e tablet ...

      Elimina
  2. Renzi bisogna impegnarsi e non ascoltarlo neppure, rivolgere la mente altrove, magari canticchiando l'ultimo prodigio musicale di Gigi D'Alessio o contemplando la levatura culturale di una trasmissione come "Grande fratello". Ascoltare Renzi è come guardare Medusa dritto negli occhi. Guai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh ...
      è l'atteggiamento di default da tenere, nei riguardi dell'ultimo utile idiota della fila.

      ...

      Però Gigi D'Alessio e il Grande Fratello televisivo no, cazzo. Ce n'è di roba da guardare e ascoltare, su YouTube !

      ;)

      Elimina
    2. > Renzi bisogna impegnarsi e non ascoltarlo neppure,

      Come sottolineai numerose volte, è il "sistema 6" a portare alla demagogia democratica ovvero alla democrazia demagogica.
      Se cambi le persone ne "il caseificio" si faranno sempre latticini in moo diverso, impossibile che escano insaccati o prodotti da forno o liquori.

      Quindi B., R. o G. non possono non essere demagoghi, altrimenti non verrebbero eletti. Essi vendono a il_bobbbolo cio' che essa vuole gli sia raccontato. Non puo' esserci una parte che esce dal dipolo senza che questo cessi di esistere.

      Elimina
    3. Bene, UUIC, ovviamente hai ragione. Mi correggo:

      "Xxxx (dirigente a caso) bisogna impegnarsi e non ascoltarlo neppure, rivolgere la mente altrove, magari canticchiando l'ultimo prodigio musicale di Gigi D'Alessio o contemplando la levatura culturale di una trasmissione come 'Grande fratello'. Ascoltare Xxxx è come guardare Medusa dritto negli occhi. Guai."

      Elimina
    4. UomoCoso dice una cosa giusta e sbagliata. E' giusta nella parte in cui si osserva che Renzi è il sintomo della malattia, espressione dei vizi e virtù del Popolo che governa. E' sbagliata, come sempre, quando lo fa sembrare un fatto meccanicamente ovvio, naturale,. come se fossero le leggi dell'universo, invece che il prodotto di un meccanismo, progettato, costruito e fatto funzionare con uno scopo (o più scopi).

      L'Italia ha una sua storia. Il mondo non viene ricreato ogni notte, è lo stato presente di un processo che continua a macinare da secoli. Quasi niente delle cose che sono accadute è dipeso dal caso.

      Elimina