giovedì, dicembre 03, 2015

Nessuna invasione, sono quattro gatti

La popolazione straniera in Italia ha raggiunto 5,8 milioni di presenze (regolari e non), con un aumento di 150mila persone (+2,7%) rispetto all'anno precedente. Gli stranieri rappresentano quindi il 10% della popolazione
Il Rapporto della Fondazione Ismu

Ma la cosa divertente è il link "repubblica.it/solidarieta/immigrazione". Vorrei chiedere alle simpatiche teste di cazzo perché siamo solidali solo con quelli che entrano e soggiornano in Italia illegalmente ma sarebbe tempo perso. La risposta io la conosco, eccola:
- Ci offrono uno stile di vita
- Insopportabile contraddizione
- Il cittadino temporaneo

Se pensate che quelle sullo "stile di vita" siano solo chiacchiere, ecco come si presentava il capolinea di San Donato due anni fa. Ora, immaginatevi che il mercatino di Natale nel mio Comune è esattamente uguale.


Gente che si sta rivoltando nella tomba


Giovane esule italiana in fuga dall'Istria.
Trasporta, insieme ai propri effetti personali, un tricolore.

--------------
Nel frattempo, oggi la borsa è affondata un'altra volta ma non basta, vi ricordate il duo comico Renzi - Landini e la Operazione IRI-Nostalgia delle acciaierie di Taranto sequestrate dalla Santa Inquisizione? Eccovi un aggiornamento sulla vicenda:
Decreto salva-ILVA
ILVA fallita

7 commenti:

  1. Vedrai che ora che divengano operative le corsie preferenziali per la concessione automatica e semplificata della cittadinanza quella percentuale si ridurrà come per miracolo. Infatti molti stranieri cesseranno dal giorno alla notte d'essere stranieri per diventare italiani, così come la zucca e i topolini di Cenerentola divennero una carrozza trainata da cavalli bianchi. A quel punto si potrà dire (senza mentire, almeno da un punto di vista burocratico) che gli stranieri in Italia vanno progressivamente calando sia in termini di quantità assoluta che (soprattutto) in termini percentuali. E' il mestiere dei prestigiatori ingannare il pubblico pagante con giochetti che sono una cosa ma sembrano un'altra, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non serve essere prestigiatori, tanto nessuno fiata se gli stranieri ci rimpiazzano come da progetto, anzi, festeggiamo. La cittadinanza non serve a occultare gli stranieri, serve a creare gli "Italiani" che si chiamano Abdelhamid e che trasformano l'Italia e l'Europa in Arabia, con tutti gli annessi e connessi.

      Elimina
    2. sono quattro gatti

      Discutevo qualche tempo fa con un amico che vive in una zona di 051 rapidamente degradata grazie all'arrivo massivo delle pezze-al-culo da vari buchi-del-culo del mondo ( è impressionante come bastino pochi anni, se non mesi, per trasformare in MERDA zone rispettabili ), sull'effettivo numero dei ''migranti''.
      Ad impressione personale, sembrano molti di più di quelli millantati dalle statistiche ufficiali, ma è superfluo impantanarsi sulle ''impressioni'' ( pure importanti ) : i numeri ufficiali sono già gravissimi per conto loro.

      ...

      Un po' di tempo fa.
      Attraverso la strada dell'incrocio di 051 in cui risiedo, e mi si avvicina la pezza-al-culo paki che al tempo vendeva il giornale della città per strada, stante la chiusura prolungata dell'edicola.
      E questo, 1 ) si prende la libertà ( sua, che è limitazione della mia, però ) di affiancarmi e di fare quattro passi affiancato a me, 2 ) con fare pacioso, inizia a blaterare che è sempre colpa dei politici che fanno i porci comodi loro e poi la gente sta male, in Italia come in Pakistan.

      Siccome non ho mai dato confidenza al soggetto e pertanto nemmeno abbiamo mai chiacchierato di ( men che meno di ''politica'' o presunta tale, è chiaro che è stato imbeccato da qualche buonista demente che abita in zona ( 051 è il più grande Spurgo Rosso di 0039, ti puoi immaginare ... ) e gli ha detto che io sono avverso all'immigrazione massiva.

      =

      Oh.
      Ci osservano, eccome.
      E i loro collaborazionisti sono ''italiani'' dementi, filo-mass-immigrazionisti.

      Bisogna sapere queste cose.
      Senza imparanoiarsi e con il sorriso sulle labbra.

      ^____^

      Elimina
  2. La Boldrini non si può sentire, con quelo tono di voce tra il tragico ed il solenne, insopportabile, mi vien voglia di spaccare il monitor...

    RispondiElimina
  3. La mia città, Trieste, è sempre stata, quale porto di mare, città cosmopolita. Abbiamo infatti chiese di tutte le religioni ed una storia di pacifica convivenza di etnie molto diverse.
    Ora però le cose sono diverse: i flussi immigratori sono diventati una vera invasione, il buonismo imperante ci impone di concedere a chi non ha mai dato il minimo contributo, lo stesso welfare che spesso viene negato a chi ha sempre vissuto e pagato fior di tasse in Italia, lo stesso buonismo (ma direi piuttosto masochismo) ci fa addirittura rinnegare nostre tradizioni (e non parlo solo del presepe) per non offendere questi clandestini... Quando dicono che anche noi a suo tempo siamo emigrati, mai nessuno che specifichi che, oltre ad emigrare spesso verso terre semi-disabitate (america, australia, ecc...), i nostri emigranti pativano la fame, erano trattati malissimo e, prima di riuscire a conquistarsi il loro posto nella nuova patria, si erano fatti un culo 20 volte chi abitava lì prima di loro.
    L'integrazione a Trieste nei tempi passati si è avuta perchè non c'erano residenti buonisti pronti a calare le braghe: chi arrivava si adattava e aveva, o imparava ad avere, rispetto per chi lo ospitava. Altrimenti un calcio in culo e via.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulio, abbiamo anche una parentesi di Storia patria che viene cancellata in omaggio alla propaganda fasulla della fondazione della Repubblica. L'esodo degli Italiani dall'Istria e dalla Dalmazia. I quali Italiani, profughi a fatica tollerati in casa propria, dovettero non solo arrangiarsi perché l'Italia era in ginocchio dopo la guerra ma anche tenere un profilo basso perché considerati "fascisti" giustamente deportati dai compagni jugoslavi.

      Milano è altrettanto cosmopolita di Trieste, se non di più. Ma se guardi il video che ho collegato sopra a proposito della stazione di San Donato vedi che qui si parla di tutt'altra cosa.

      Elimina
  4. Il suk di San Donato è disgustoso, situazioni così ci sono in tutte le città ''italiane''.
    Ancóra più schifoso, però, è il gioioso aderire di parecchi milioni di ''italiani'' a questo merdaio : 0039 è già Secondo Mondo, futuribile Terzo, perché la mentalità di troppi ''italiani'' è stracciona.
    Non c'è speranza alcuna di risalire la china, Lorenzo.

    =

    Siccome sei in gamba, EMIGRA.

    ===

    RispondiElimina