venerdì, gennaio 08, 2016

La prospettiva sulla immigrazione

Leggo che il governo Renzi si prepara a emanare un decreto che abolisce il reato di immigrazione clandestina. Un reato che esiste solo sulla carta visto che lo Stato non solo non lo persegue ma lo favorisce in tutti i modi.
Corriere: via il reato di clandestinità.

Pare che il più strenuo sostenitore del decreto sia il guardasigilli Andrea Orlando, andiamo a vedere chi è questa persona:
Comincia l'attività politica giovanissimo. Nel 1989 diventa segretario provinciale della Federazione Giovanile Comunista Italiana e l'anno successivo viene eletto nel consiglio comunale della Spezia con il PCI; in seguito allo scioglimento del Partito Comunista Italiano, verrà rieletto con il PDS, di cui diviene capogruppo nel consiglio comunale della sua città nel 1993; nel 1995 diventa segretario cittadino del partito, nel 1997, primo degli eletti in consiglio comunale, è nominato assessore dal Sindaco Giorgio Pagano, prima alle attività produttive e poi alla pianificazione territoriale, incarico che svolge sino alle elezioni del 2002.

Nel 2000, entra a far parte della segreteria regionale come responsabile degli enti locali dei Democratici di Sinistra e nel 2001 diventa segretario provinciale; poi, nel 2003, è chiamato alla direzione nazionale del partito da Piero Fassino, prima con il ruolo di viceresponsabile dell'organizzazione, poi come responsabile degli enti locali (2005) e ancora, nel 2006, come responsabile dell'organizzazione entra a far parte della segreteria nazionale del partito.

È uno degli esponenti di spicco della corrente interna al PD dei Giovani Turchi.
Wikipedia: Andrea Orlando

A questo punto si pongono due domande ovvie:
1. perché un comunista vuole abolire il reato di immigrazione clandestina?
2. perché gli Italiani consentono ad un comunista di decidere del loro destino?

Io le risposte le ho ma non le scrivo, trovatevi le vostre.
Per esempio potreste rispondere che il comunista è intellettualmente e moralmente superiore e quindi sa meglio di ogni altro quali leggi deve avere uno Stato democratico e moderno, cosa sia meglio per il benessere materiale e spirituale degli Italiani.
Eeheheh... beati.

Intanto siamo qui con l'orologio che ticchetta, tic tac, aspettando gli eventi inevitabile conseguenza di tutto questo. Eventi di cui poi ne Renzi ne Orlando si prenderanno la responsabilità.

Ad integrare questo post ne collego altri due precedenti:
Tradimento
Nessuna invasione
Certo, se alle domande avete risposto come ho scritto sopra, in questi due post non troverete nessun elemento di interesse. Viceversa, vi invito a mettere insieme i pezzi, chi sta facendo cosa e perché.

30 commenti:

  1. D: perché un comunista vuole abolire il reato di immigrazione clandestina?
    R : abolendo il reato il comunista pensa che l'immigrato voterà per lui

    D:perché gli Italiani consentono ad un comunista di decidere del loro destino?
    R:perchè i comunisti sono buoni e i fascisti sono tanti cattivi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'immigrato per votare deve acquisire la cittadinanza e poi il comunista è già al governo, non gli servono più voti. La risposta non ha molto senso.

      Elimina
    2. la cittadinanza arriva presto, ti sei già dimenticato di tutti i discorsi del tipo "subito lo ius solis" ?

      Alle primarie del PD voti anche senza cittadinanza, e lo sai bene che ci vince le primarie del PD diventa automaticamente primo ministro,

      Eì vero che sono al governo, ma voti in più fanno sempre comodo

      Elimina
    3. Secondo me, visto che sono di già al governo e che il governo ha l'appoggio di una maggioranza dell'80% in Parlamento, non gli serve altro. Potrebbero letteralmente fare qualsiasi cosa già oggi.

      No, la leva di cui hanno bisogno non è quella del voto, piuttosto è quella demografica.

      Elimina
  2. Ci provo (con modalità pessimismo spinta, ma non al massimo).

    1) Per aumentare la presenza straniera non gestibile, generare il caos, far crollare il "sistema" e quindi instaurare una dittatura di stampo marxista?
    2) Perché non pensano che possa verificarsi - o non immaginano - quanto ipotizzo al punto 1?


    Saluti
    Marcoz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque, la prima cosa che hai scritto è la semplice evidenza dei fatti.

      Con una piccola differenza, si sono fatti furbi e, secondo la teoria di Gramsci, non puntano più ad imporre con le armi una dittatura stile Germania Est, piuttosto stanno realizzando il controllo delle masse tramite lavaggio del cervello e condizionamento. Più che una organizzazione paramilitare, il Partito sta diventando una setta religiosa, qualcosa tipo Scientology ma con tutti i mezzi possibili e immaginabili, come quantità, scala, tecnologia.

      Ad oggi abbiamo tutta l'informazione, l'istruzione scolastica, la amministrazione pubblica inclusa la Giustizia, eccetera, asserviti a questo progetto.

      Le conseguenze in termini di violenza, crisi sociale ed economica, eccetera, sono BENVENUTI perché facilitano le cose. Non solo per l'antico divide et impera ma perché per togliere ai popoli ogni capacità di reazione, di rivendicare la propria autodeterminazione, devi scardinarne il modo di vivere, le tradizioni, la cultura, devi interrompere la catena generazionale. Quindi si procede a diluire gli Europei etnicamente e culturalmente mentre nello stesso momento si smantellano tutti i "punti fermi", per esempio i ruoli di genere, la famiglia, perfino le modalità con cui si procrea, quindi i legami di sangue. Il concetto dello "jus soli" è solo apparentemente collegato alla presenza degli stranieri, in realtà fa parte di un concetto più esteso di eradicazione di ogni continuità generazionale e identità di popolo.

      Elimina
  3. Non credo che abbiano dei progetti a parte i soldi della solidarietà da spartire con i preti. Sono dei coglioni, meno di chi li vota, ma lo sono e porteranno grossi problemi al Paese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io dico sempre che la cosiddetta "sinistra" è un gruppo di persone diviso in tre categorie:
      - gli idioti assistiti
      - gli eterni adolescenti
      - i furbastri che fanno carriera

      Posso concordare che le prime due categorie, che formano la cosiddetta "base" siano popolate di "coglioni" ma nella terza ci sono personaggi che vanno dal venditore di aspirapolvere a dei veri pazzi criminali apocalittici, non dei banali "coglioni".

      Elimina
    2. Sono pienamente d'accordo: sottovalutare le potenzialità dell'avversario è sempre una pessima cosa. Ed è pure un poco stolto, perché è palese che mettere in piedi un meccanismo come quello che è stato messo in piedi non è alla portata di un manipolo di stupidi. Criminali sì, stupidi proprio no (purtroppo, perché sarebbe più facile liberarsene).

      Elimina
    3. Certo che detto da uno come me che si sente più "di sinistra" che "di destra" e che all'ultima tornata ha votato per forza di cose Forza Nuova, tutto ciò ha del grottesco.

      Elimina
    4. La equivalenza tra marxismo e "sinistra" è una delle tante invenzioni della propaganda.

      In realtà, lo ripeto ancora, la parola "sinistra" indicava i rappresentanti della borghesia mercantile, delle arti e dei mestieri, che sedevano nella parte sinistra della assemblea degli "stati" nella Francia pre-rivoluzionaria. La "destra" indicava i rappresentanti della aristocrazia terriera. Questa divisione si rispecchia in tutti i Parlamenti bicamerali, dove esiste una "camera bassa", dei cittadini comuni e una "camera alta" della aristocrazia.

      Il marxismo era ancora di la da venire ed essendo la Francia di allora una società pre-industriale, non esisteva il "proletariato", esistevano i contadini che erano legati alla aristocrazia dall'antico rapporto clientelare.

      Se il Comunismo voleva rappresentare il proletariato, non è iscrivibile all'interno della "sinistra", è dentro una categoria a parte, di invenzione più recente, mentre i movimenti rivoluzionari come il Fascismo invece, proprio perché volevano rappresentare in primis la Borghesia scalzando la Aristocrazia (e il potere monarchico), sono nella linea della "sinistra storica".

      Inoltre, il Capitalismo finanziario e industriale, le elite palesi ed occulte artefici della "globalizzazione", non è affatto nella tradizione della "destra", è l'esatto contrario. Infatti non ha alcun legame con la terra, con i valori di conservazione tipici della Aristocrazia, punta all'opposto, a scardinare il legame con la terra, con le tradizioni e i legami di sangue. Sono elite apolidi, senza nome. Se vogliamo fare un paragone, il Capitalismo e la Finanza sono più affini agli antichi pirati, ai razziatori, agli Unni o ai Vikinghi (prego notare che "viking" è un verbo). Certo, i pirati spesso finiscono per stabilirsi da qualche parte e diventano una nuova Aristocrazia.

      Ma del resto, cosa diventa il Partito dei Lavoratori di ortodossia leninista, se non una nuova aristocrazia? Altro paradosso, il Comunismo finisce per convergere con il Capitale e lo vediamo bene in questi tempi.

      Elimina
    5. Descrizioni impeccabili e da condividere, Lorenzo.
      Tirerò su il quote da me, come argomento di un post.

      ===

      Elimina
  4. 1 -
    Ci sono troppi interessi, troppe persone che campano, lucrano, lavorano con l'invasione.

    2 -
    Ci sono psicopatologie come le pulsioni sadiche e masochistiche che connotano cattolici - da sempre - e pure i sinistri (galassia alquanto variegata, dai cocomeri, ai comunisti, agli svampiti radical-chic, dirittisti, accoglientisti, terzomondisti, intenazionalisti, goirotondisti, indignati, tecnoprogressisti etc., - una coacervo di mille cose da indicare in qualche modo)

    3 -
    C'è un livore contro questa società e la cultura di cui è frutto.
    Il fanatismo sì global, progressista, internazionalista.

    4 -
    A livelli alti e che non appaiono (Max citava un disegno massonico) il disegno di una società a scoppio.

    5 -
    Comportamento gregario di specie.
    Dopo lustri di programmazione delle masse che ha sofisticato uno tsunami migratorio come "accoglienza" le masse si comportano come è stato insegnato loro.

    e altre ancora ma ora devo andare.
    Purtroppo le cause sono molteplici e questo richiede che questo problema debba essere affrontato su molteplici fronti e in modo molto radicale, energico.
    Che è esattamente il contrario del benaltrismo, ètroppocomplessoperessereaffrontatismo attuali che inibiscono una qualche reazione al problema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente io non condivido affatto la faccenda della "galassia variegata". Si, la cacca assume diverse consistenze, colori, odori eccetera ma rimane cacca, esce sempre dallo stesso buco e finisce dentro la tazza. Spaccare l'atomo a proposito della cacca, come sempre quando si tira fuori la questione della complessità, serve a non fare una mazza, a giustificare l'inazione o peggio, l'assecondare le cose.

      Idem rispetto alla "molteplicità" delle cause. Io non vedo nessuna "moltiplicità" quando un funzionario del Partito Comunista Italiano è incaricato di un decreto governativo (che poi sarà convertito il legge stante il fatto che il Parlamento ormai deve solo ratificare) e questo decreto ha lo scopo di aggiungere una altro mattone alla costruzione di cui parlava Boldrini nel post collegato sopra a proposito della necessità di abolire le Nazioni e di conseguenza della sovranità popolare.

      Tutte le altre cose che hai scritto sono perfettamente coerenti con la storia dell'Italia e dell'Europa degli ultimi cent'anni.

      Elimina
    2. Vuoi chiamarla cacca invece che sinistra!?
      L'altro giorno a La Zanzara è stato ricodato che uno medico inglese ha definitouna tabella in cui descrive sette tipi di escrementi umani.
      Quindi, vedi che la cacca è variegata!?

      :)

      Elimina
    3. "What's in a name? that which we call a rose by any other name would smell as sweet"
      (Giulietta: atto II, scena II)

      La Zanzara è uno show insopportabile nel suo inutile e compiaciuto cinismo. Tipico spettacolo da tardo impero, decadente.

      Io non do nessun significato alla parola "sinistra" altro che il suo significato storico.

      A quelli che si definiscono "di sinistra" do degli imbecilli (nel caso delle prime due categorie) e del cialtrone lestofante o pazzo criminale nel caso della terza, a seconda della pericolosità.

      Non ho nessun debito nei confronti della "sinistra", non ho nessun passato "di sinistra" con cui fare i conti. Vedo le cose per come sono, non mi serve edulcorarle, non cambierebbe nulla.

      Elimina
    4. ètroppocomplessoperessereaffrontatismo

      Tipico riparo dei compagni quando non sanno più cosa ribattere, perché arrivati a un nodo logico che non possono dirimere siccome non gli sono state date istruzioni in merito.
      Quindi ?
      Negare.
      Negare sempre, in tali casi.

      ===

      Elimina
  5. concordo con il giudizio di Lorenzo sulla zanzara.
    cruciani è un esaltato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non direi esaltato, è uno che per professione conduce uno show il cui filo conduttore è il cinismo nel mostrare il peggio degli Italiani.

      Elimina
    2. Quoto il tuo giudizio su Cruciani.
      E gli ''itaiani'' sono talmente adusi a mangiare la merda, che ne vogliono sempre di più e di qualità sempre migliore.

      ===

      Elimina
    3. L'osservazione della realta' e' ecologica in se'.

      Elimina
  6. All'inizio la zanzara non era così trash e Cruciani non era così arrogante.
    Lo è diventato col tempo, per me il #successo# gli ha montato la testa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece secondo me la sua trasmissione è un prodotto industriale ed è confezionata sulla base di certi criteri che incontrano i "gusti" e le "mode" del momento. La gente una volta andava ad assistere alle esecuzioni come divertimento.

      Elimina
    2. Ri-quoto.
      Dalle esecuzioni alle gogne mediatiche basate su frammenti d'inchiesta che dovrebbero essere secretati fino al dibattimento processuale, e che invece vengono regolarmente spacciati ai media da delinquenti mai individuati, anzi beatificati nel nome della ''libertà di stampa''.
      Tanto per alimentare la sterile caciara degli impotenti, la mattina al bar, cornetto/cappuccino/poltitica&calcio&le_zinne_di_quella_là ( quest'ultima è la parte decisamente più interessante, eh ).

      ===

      Elimina
    3. Silvia, tra i tuoi diari appare uno "Zapping".
      Ecco, se io penso alla trasmissione omonima di tale Aldo Forbice, mi viene la nausea per il pressapochismo per bene, filopotere di quella trasmissione.
      C'e' sempre del peggio.
      La Zanzara e' un osservatorio su quella parte di Italia non politicamente corretta, reale che e' fumo negli occhi per le castalie moraliste, sadiche cattocomuniste rappresentate al meglio da Parenzo (che non e' cattocomunista ma ebraicomunista, sempre stesse porcherie bireligiose).

      Elimina
  7. Beh ...
    è chiaro che Renzi è invidioso del [ sacco di Colonia ] firmato ''governo Merkel'' e ne vuole uno che gli venga riconosciuto.

    ===

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco, mettiamo le cose in prospettiva.

      Invece di discutere di Colonia, io avrei mandato Renzi e Boldrini a raccogliere i cadaveri di quei 130 poveretti massacrati a Parigi e a soccorrere i circa 400 feriti, che hanno fatto rapidamente sparire. Non è mai successo, tutto pulito e sterilizzato.

      Io ti invito ad immaginare che tipo di spettacolo può essere un edificio pieno di centinaia di persone fatte a pezzi con armi da guerra.

      Dubito che ci faranno mai un museo.

      Elimina
    2. Era un commento sarcastico, beffardo.
      Di taharrush ( e/o con altra denominazione etnica dello stupro di massa ) ne saranno anche a 0039, data la politica filo-mass-immigrazionista di questo Paese già fallito.

      ===

      Elimina