domenica, luglio 24, 2016

Indovinello

Mentre qualcuno sostiene che il wifi faccia male noi facciamo accordi con Amazon, Apple, Cisco, mentre c'è chi vuole chiuderci in un dibattito autorefenziale interno noi lanciamo il guanto di sfida a Ue
Indovinate di chi è questa dichiarazione. Lo stile e il contenuto sono inconfondibili, dai...

Volete il proverbiale "aiutino"?
Vi serve un ripasso del dizionario per idioti?
Un altro ripasso?

Siete in orbita e volete rientrare sulla Terra?

4 commenti:

  1. Nel frattempo ogni giorno arrivano x mila nuovi italiani a cui dare da mangiare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non esattamente, bisogna dargli un alloggio, tre pasti al giorno, svaghi di ogni genere, incluso smartphone ed l'accesso ad Internet, assistenza sanitaria, eccetera.

      Sullo sfondo c'è sempre il dogma della uguaglianza, siamo tutti uguali, dobbiamo essere tutti uguali. Non importa come.

      Elimina
  2. io sono uno che voterà si, ci siamo lamentati per anni che i governi non riescono a legiferare e adesso ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Enio, ci sono cosi tante cose sbagliate in quello che hai scritto che probabilmente non dovresti votare.

      Primo, i Governi NON LEGIFERANO!
      Il potere legislativo in Italia è affidato ai rappresentanti eletti nelle due Camere del Parlamento.
      Il Governo ha il potere esecutivo, ovvero in poche parole è come l'amministratore del condominio, con il Parlamento nella parte della assemblea condominiale. Il Governo ha il potere del Decreto, che in teoria serve per determinare una norma in condizioni di urgenza. Il Decreto deve essere controfirmato dal Presidente della Repubblica ed entro una data scadenza deve essere convertito in legge dal Parlamento oppure decade.

      Secondo, in Italia esiste il "bicameralismo perfetto" proprio perché il Parlamento era stato concepito come l'Organo più importante, dotato della maggior parte dei "poteri". Quindi, non esistendo un altro Organo in grado di controllare il Parlamento, si decise di fare in modo che le due Camere operassero un controllo reciproco, cosi la maggioranza in una Camera non determinasse automaticamente il "potere assoluto". Guarda caso, le "riforme" di Renzi servono esattamente a ratificare il contrario. Il Parlamento ha sempre meno "potere", ad oggi si limita a ratificare i Decreti governativi, cosi come lo stesso fa il Presidente della Repubblica. Si sta affidando il Potere Legislativo al Governo e alla Magistratura che legifera tramite le sentenze.

      Terzo, io non ero nato quando fu messa insieme la Assemblea Costituente. Dato il tono sovietico della Costituzione, posso immaginare che si trattasse di una compagine avente lo scopo della "conciliazione nazionale" che mitigasse il clima di guerra civile di quegli anni. Non so dire quali fossero i talenti e i meriti dei "padri costituenti" ma una cosa la so per certo, Renzi è un venditore porta a porta, nel cui curriculum ci sono solo due cose, elezione a sindaco di Firenze e incarico a segretario del PD tramite le "primarie". Fare riscrivere la Costituzione a Renzi e ai suoi amici, come la signora Boschi, è una idea che trovo paradossale.

      Quarto, che il referendum sulle "riforme" costituzionali, riforme non sono ma uno stravolgimento che ratifica la decadenza dell'Italia a repubblica delle banane del sud america, sia stato presentato con il ricatto "o votate si, oppure salta tutto", non solo è meschino, funziona solo se si ritiene che l'Italia si esaurisca all'interno del PD e dei suoi mal di pancia. Io trovo paradossale che in un periodo di "crisi" l'Italia sia affidata al PD, è come affidare un asilo ad un comitato di pedofili, quindi il ricatto di Renzi mi fa ridere, per me può andarsene a fare un giro anche subito.

      Quinto, i nostri vicini Greci hanno pensato bene di affidarsi alle "riforme" promesse da Tsipras e Varufakis. In quei giorni in Italia si invocava lo Tsipras italiano. La lezione della Grecia dovrebbe farci pensare, invece no, stiamo ancora cantando Bella Ciao.

      Elimina