sabato, luglio 02, 2016

Stanchezza e inutilità

Ennesima strage che sta già svanendo nella memoria mentre ne scrivo. Ennesime dichiarazioni vuote di Mattarella - Renzi - Boldrini - Grasso - Papa Francesco riportate dagli "organi", brividi solo a scorrere i nomi. Io dovrei ripetere la solita cosa sugli "incidenti" che non sono affatto "accidentali", che niente capita per caso, sopratutto niente ricapita ancora e ancora per caso. Sarebbe già noioso essere "propheta in patria" o la Cassandra inascoltata ma qui non si tratta nemmeno più di cose che si devono ancora verificare, si tratta del passato che si ripropone come presente e il presente come futuro. Se le persone che incontro quando esco di casa erano cieche e sorde l'altro ieri, ieri e lo sono ancora oggi, sarebbe da folli pensare che possano vedere e udire domani.

Giorni fa, dopo avere letto l'ennesima dichiarazione della signora Boldrini che straparlava di accoglienza dei "profughi", ho pubblicato un link che puntava ad un video sulla Guerra del Libano. Avrei voluto mettere un collegamento alla Guerra Civile Libanese che precede e causa quel conflitto ma non ho trovato nessun video. Comunque una persona sana di mente dovrebbe guardarlo e farsi delle domande, approfondire in avanti e soprattutto all'indietro e poi unire i puntini.

Quando avete unito i puntini, cominciate ad intonare "Bella Ciao" e controllate se per caso il disegno somiglia alle "primavere arabe", alla "globalizzazione" e alla "società multi etnica" e al "mondo senza confini e barriere" tanto cara al signor Vendola, che mi dispiace oggi occupi le cronache solo per i bimbi che compra sul mercato per giocare alla "sacra famiglia gay". In nome di quegli "ideali" per cui saremmo "pronti alla morte" stretti a coorte, come dice il Caro Leader.

17 commenti:

  1. Tra qualche giorno sarà un ricordo lontano, già adesso il popolo tutto è concentrato sulla partita. Amen, aspettiamo il prossimo giro di giostra sperando che non capiti mai a noi.

    RispondiElimina
  2. Una realtà che prima poi ci toccherà vivere quotidianamente, è solo questione di tempo. I palazzi di cristallo, costruiti con le lastre splendenti del consumismo, ci cadranno addosso facendoci a pezzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il consumismo è l'effetto, non la causa. La causa si riduce a due cose, l'esistenza di elite occulte, massonica, sovranazionali e apolidi, l'esistenza di una enorme macchina di controllo del pensiero costruita negli anni dalla cosiddetta "sinistra" e che opera al servizio delle elite occulte di cui sopra.

      Quello che ci cade addosso è il nulla che c'è nella testa degli Europei.

      Elimina
    2. Nel caso specifico, la cancellazione della Storia e la continua riscrittura.

      Elimina
  3. Ciao @Lory, ansavà ???
    Certo che, politicamente, TE NEGHERESTI 'N PRANZO A 'N OSTE, per la tua insana mania di negare or questo or quello, ora il papa ora Berlinguer ! Ma sei forse un pentastelluto al servizio di quel cialtrone di @peppegrillo ???
    Mamma mia .... sarebbe un casino ! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No so chi tu sia e chi sia @Lory.

      Per il Papa, faccio presente che per fare l'Italia è stato necessario prendere a cannonate il Vaticano, non una ma a più riprese. Il Papa è amico di tutti, quindi non è amico di nessuno e in particolare non è amico mio/nostro.

      Per Berlinguer, era un dirigente del PCI, quindi nemico dell'Italia perché nello statuto del PCI c'era la presa di potere con le armi (rivoluzione) e la instaurazione della famosa Dittatura del Proletariato, che secondo la prassi leninista significava la dittatura del Partito Comunista. Il Comunismo è palesemente e per definizione incompatibile con la democrazia. Il fatto che i Comunisti si siano accreditati come "padri fondatori" e paladini della libertà è una di quelle enormi falsificazioni in cui sono maestri.

      In entrambi i casi, Papa e Berlinguer, si tratta di gente che comanda su masse di persone condizionate al comportamento e al pensiero "fideistico" o "metafisico", ovvero non importa cosa succede qui e ora, non importa se è una cosa palesemente sbagliata, illogica, immorale, assurda, criminale, qualsiasi cosa, perché c'è un "fine superiore", un "paradiso" parte immanente e parte trascendente, che si deve verificare in un futuro imprecisato, posto che i "fedeli" ci mettano abbastanza impegno. Se poi non si vede avvicinarsi il "paradiso", vuol dire che l'impegno non è stato sufficiente.

      Nel mio mondo ideale, sia il Papa che Berlinguer sarebbero considerati pericolosi demagoghi, istigatori a delinquere, nemici dello Stato.

      Elimina
    2. Ah, un'altra cosa: la falsificazione della Storia è una cosa grave ma non tanto quanto il fatto che OGGI, luglio 2016, c'è gente convinta che i problemi della Europa dipendano dal "capitalismo selvaggio" e che la soluzione siano i leader illuminati come Tispras o lo spagnolo col codino di "Podemos".

      Cioè la ennesima ripetizione dello stereotipo dell'arruffapopolo cialtrone ma intrigante, il comunista sudamericano de "el pueblo unido jamas sera vencido" e "hasta siempre comandante che guevara" (musichetta inclusa). O se vogliamo guardare in casa nostra, il Capanna degli anni '70.

      Incredibile ma vero.

      Elimina
    3. Mamma mia, @Lory ... parli come un pentastelluto de quel cjartrone, nonchè caprone, de @peppegrillo, erchè me fa' preoccupa' 'na cifra per te !!! 0_0

      Elimina
    4. Sono fatti tuoi. Faccio comunque presente che io parlo cosi da molto prima che Grillo si associasse a Casaleggio per fare un movimento politico. Molto molto prima. Decenni prima.

      Elimina
    5. Decenni prima ??

      Bene ... allora vordì che sei 'n CAPRONE ppjù staggjonato de quer caprone de @peppegrillo ! ^-^

      Elimina
    6. Se dire la verità significa essere caproni allora d'accordo.

      Elimina
  4. La verità ???
    Nooono amico bello, ma un BEEEEELATO BBEEEEEE ..... CHE S' AMMASCHERA, COME LA CORNACCHJA CO' LA CODA DER PAVONE, DE VERO !!!
    MA RESTA SEMPRE 'N BEEEEEELATO DE CAPRONE STAGGJONATO E PERDENTE ! *--*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pubblico questo per pietà. I prossimi li cancello. Troglodita avvertito.

      Elimina
    2. C'è sempre il ritardato che pensa che io legga i suoi commenti prima di cancellarli.

      Elimina
    3. Ogni tanto appare qualche troll.
      Tutto sommato è quasi una caratteristica inevitabile dei luoghi della rete con una qualche forma di successo. :)

      Elimina
    4. Rifuggiamo i luoghi comuni come "il troll". Per quanto mi riguarda di solito sono compagnucci che non sopportano che qualcuno bestemmi la loro religione.

      Elimina