martedì, settembre 13, 2016

Televendite e televenditori


Corriere:
Renzi rilancia il ruolo di Milano: Città leader, da qui riparte l’Italia

Repubblica:
Renzi lancia il brand Milano: Città di riferimento per l'Italia nel mondo

(la Pravda non è pervenuta, intanto correte ad abbonarvi alla versione milanese e romana)

Passi per l'antipatia tutta toscana. Passino le smorfiette e i vezzi. Passi il fatto che Sua Eccellenza non è mai stato eletto in vita sua tranne che per la carica di sindaco di Firenze. Passi che sia solo il front man di gente che gli dice cosa fare e cosa dire (vedi post sottostante sul "mastermind"). Passino tante cose.

Però non riesco a farmi una ragione del fatto che gli Italiani sopportino questi deliri di retorica roboante che nasconde balle meschine. Che sopportino la propaganda continua dei "media" di regime. Che siano rassegnati al nulla condito con le balle.

Intanto, mentre Sua Eccellenza fa lo spettacolo di varietà insieme a Sala Dettobeppe, la cui elezione seguita a quella di Pisapia è un altro mistero insondabile, come fanno i Milanesi ad essere cosi cretini, ecco cosa succede veramente a Milano. Un giorno che avrò vita, tempo e voglia vorrei fare un reportage fotografico della periferia.

Intanto, ieri ascoltavo su Radio Radicale dei sindacalisti che discutevano del pre-pensionamento. Il ruolo dei sindacati in Italia è un'altra cosa incomprensibile. Si, certo che ricordo la Storia. Ma adesso che non c'è più il mito del Paradiso dei Lavoratori, che il Muro è un ricordo sbiadito, come fanno gli Italiani a sopportare che i sindacalisti invece di occuparsi dei contratti che vincolano aziende e dipendenti, si occupino della Spesa Pubblica? Sapendo che è finita la pacchia, che non si può più accollare il conto del ristorante ai figli e ai nipoti. Certo, non faranno fatica gli "illuminati" come la signora Boldrini a smantellare l'Italia nazione, considerato che gli Italiani sono patetici.

P.S. gli articoli collegati sopra funzionano anche come test di intelligenza. Se li leggi senza ridere, sei un cretino. Se li leggi e Sua Eccellenza ti suscita ottimismo, sei doppiamente cretino. Se Sua Eccellenza ti suscita entusiasmo, hai bisogno di uno psichiatra.

9 commenti:

  1. > ecco cosa succede veramente a Milano

    Ovviamente, in questa propaganda esplicita di mnipolazione delle masse, La Repubblica li chiama profughi quando e' solo una striminzita minoranza ad esserlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Milano succede molto altro ma non se ne trova traccia nei "media", quindi dovrò fare un documentario di contro-propaganda. Un giorno, forse.

      Elimina
    2. La Repubblica li chiama profughi quando e' solo una striminzita minoranza ad esserlo.

      [ Infatti ].

      Nella neo-lingua italiana, “migrante” è sinonimo di “profugo”, perché, rincalza il Cretino del bar, “se stessero bene a casa loro, mica rischierebbero la vita ad attraversare il mare !”.

      Attenzione : le “autorità” “italiane” realizzano la sinonimia nella pratica – dando piena soddisfazione al Cretino – perché, di fatto, nessuno di questi verrà fisicamente espulso anche nel caso ( maggioritario ) in cui non abbia i requisiti per ottenere caritatevole ospitalità;
      gli daranno un foglio-di-via, con il quale la “risorsa” si spazzerà il culo alla prima occasione.

      I CIE sono un paravento ridicolo, giusto per dare qualche stipendio in più ... sarebbe più onesto e decente il reddito di cittadinanza, Lorenzo.

      ===

      Elimina
    3. Ripeto, succede molto altro. Le "riforme" di Renzi sono parte del Piano e sono dettate da "agenzie" tipo J.P. Morgan.

      Elimina
  2. Per il documentario di contro-propaganda metto a disposizione i miei mezzi tecnologici

    RispondiElimina
  3. A me Renzi piace e Milano e'una citta'bellissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa ti piace di Renzi? Le smorfie? La spocchia infondata? Il fatto che è solo un burattino manovrato dalle famose elite apolidi? Che mente di continuo? Che ogni giorno ne spara una più grossa?
      Se non fosse il segretario del PD nessuna delle cose ci cui sopra gli sarebbe perdonata, invece tanto basta.

      Per dire che Milano è bellissima ci sono due possibilità. Non la conosci o vivi in un posto veramente orribile.

      Elimina
    2. No davvero, entrambe le affermazioni sono incredibili.

      Elimina