sabato, ottobre 08, 2016

Notiziucole

Se vi fosse sfuggito in mezzo al rutilante gossip di cui sono infarciti i giornali, il Sole24Ore e aziende collegate, controllate da Confindustria, sono sull'orlo del fallimento. Pare abbiano un passivo di 50 milioni di euro.

Nella migliore tradizione della imprenditoria italiana. E, sempre nella migliore tradizione, questo fallimento presumibilmente si tradurrà in un altro po' di "crediti inesigibili" per il sistema delle Banche che finanzia l'imprenditoria italiana (vedi il caso MPS - Debenedetti - Sorgenia), quindi alla fine sarà scaricato sugli Italiani. Infatti:
I rappresentanti di Confindustria hanno fatto sapere che ci sarà un aumento di capitale per salvare il gruppo, al quale potrebbero partecipare anche le banche creditrici che così entrerebbero nella sua proprietà.
Un minuto fa ascoltavo proprio Radio24, un programma chiamato "Fabbrica 2.4" (non ridete). Il conduttore stava presentando dei "professori" (todos caballeros) che lodavano l'intervento del Governo tramite il Ministro dello Sviluppo Economico Calenda (leggere la biografia) in favore delle imprese con un fantomatico Piano, infatti in uno degli appuntamenti del "roadshow" in Veneto il Caro Leader dichiarava:
Punto fondamentale del piano Industria 4.0 e' che noi politici mettiamo in campo delle regole, poche e chiare, e poi lasciamo alle imprese la possibilità di giocarsela". Lo ha detto Matteo Renzi a Verona illustrando alla platea degli industriali veneti le opportunità del piano nazionale 'Industria 4.0', è invitando le imprese a mettersi in gioco. "Se l'Italia fa la sua parte - ha proseguito - concluso - è in grado di essere competitiva nel mondo. Certo bisogna fare fatica, bisogna prendersi qualche rischio". "Ma chi di voi - ha concluso, rivolto agli imprenditori - avrebbe fatto quello che ha fatto se non avesse avuto il coraggio di prendersi qualche rischio?". (ANSA).
Voi, poco avvezzi ai professori, vi chiederete "ma cosa minchia sarebbe il Piano Nazionale Industria 4.0?".
Eccovi il documento.
Un bella presentazione di quelle che si vedono ai meeting aziendali, infarcito di neologismi, grafici e numeri a caso. Siete ottimisti adesso, dopo avere visto che popo di cervelli lavorano per noi? Dai, è solo un caso che io l'abbia sentito incensare da una Radio fallita di proprietà di Confindustria, il posto dove il Ministro è stato "assistente del presidente e poi direttore dell'area strategica e affari internazionali". Un po' di Montezemolo e un po' di PD.

1 commento:

  1. Quanti bei contributi pubblici gettati al vento. Nel mentre i semi-assi della mia auto, messi a dura prova dai crateri nelle strade, gridano vendetta.

    RispondiElimina