domenica, gennaio 29, 2017

Intanto in Lombardia

Fabbriche che chiudono, interi settori di produzione che scompaiono, migliaia di lavoratori licenziati.
Milano guida il bilancio nero lombardo degli ultimi tre anni. Emorragia continua: 1.374 posti persi in provincia solo nel 2016.

Non vedo l'ora che torni il Caro Leader invece di Geppetto, a riproporre il Piano Nazionale Industria 4.0, The Internet of Things e la Banda Larga (cit. Beppe).

21 commenti:

  1. Che ti preoccupi?
    Ieri a Radio 24 parlavano di una ex giornalista RAI che a fatto daungreidin aprendo una società che supporta "gente diversamente abile" nel fare foto.
    Allora, se ci fosse una società in cui primario e secondario tirano ancora, sarebbero anche professioni che creano del lavoro dove le macchine lo hanno automatizzato.
    Ma qui siamo alla follia del voler creare una società senza primario e secondario.
    Toni fa i servizi, pure Francesca e Magda.
    Carlo fa i servizi a coloro che fanno servizi.
    La società Free Service fa i servizi di consulenza a chi fa servizi a società di servizio.
    Solo che le lenticchie non le produce più nessuno, le auto neppure tanto importiamo quelle tedesche eccetera eccetera.
    Mangeremo una foto di gente che fa servizi a coloro che producevano lenticchie e ora fanno servizi di supporto a coloro che facevano lenticchie.

    E' il nefasto modello del capitalismo anglofono, economie decotte, di carta (e pure parassitarie).
    Infatti i capitalisti anglofoni ce l'hanno a morte col modello tedesco, che, giustamente, si centra ancora su ingegno, produzioni di beni fisici, ricerca industriale, etc. .

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Guarda, considerato che le patrie galere sono al collasso per via degli stranieri detenuti, che sono la grande maggioranza, la domanda "quanto ci costa" è abbastanza paradossale.

      Sopratutto se consideri che molti di questi stranieri li traghettiamo dall'Africa con le navi militari e poi li alloggiamo un po' dappertutto, compresi gli alberghi e naturalmente gli ospedali.

      I costi sono esorbitanti.
      Infatti da quando abbiamo adottato l'Euro, il Debito Pubblico è raddoppiato.

      Elimina
  3. io voglio essere drastica come non mai....ci vorrebbe un Trump per rimettere in riga questa nazione. e che dovremmo ritornare a pensare a noi e poi agli altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un personaggio come Trump in Italia non può esistere.

      Va contro sia la "morale" cattolica che quella comunista, da cui cattocomunismo. Abbiamo avuto la parentesi di Berlusconi, che in comune con Trump ha solo la ricchezza ma che in sostanza ha proseguito nella linea delle politiche democristiane. Eppure, l'hanno inchiodato attribuendogli tutti i crimini del mondo, tanto da inventare un luogo comune assolutamente falso come quello del "ventennio berlusconiano".

      Un Trump da noi sarebbe silenziato immediatamente dalla Magistratura e/o sfiduciato dal Parlamento.

      Concludo dicendo che funziona al contrario, non è Trump che fa la Nazione, è la Nazione che fa Trump. Significa che ogni Nazione ha la "leadership" che si merita. Noi possiamo scegliere tra Renzi e D'Alema.

      Elimina
    2. oh che triste realtà quella che hai descritto....sopratutto scegliere tra Renzi e D'Alema.

      >Un Trump da noi sarebbe silenziato immediatamente dalla Magistratura e/o sfiduciato dal Parlamento.

      In quando a questo è lo specchio perfetto italiano, la magistratura che perde tempo a metter il naso tra le mutande e tra altre cose che al popolo non servono a cavolo.

      Elimina
    3. E' un po' più grave delle mutande. Siamo presi nella tenaglia dove da una parte c'è la politica del malaffare e dall'altra l'uso politico delle indagini giudiziarie.

      Elimina
    4. A quanto pare Trump viene silenziato (o, almeno, sgambettato) dalla Magistratura e sfiduciato dall'equivalente del Parlamento negli SUA tanto quanto lo sarebbe qui da noi un suo "parallelo" italiano. Del resto, tu stesso non perdi occasione di sottolineare che il Piano è sovranazionale.

      Elimina
  4. Dai Lorenzo, barzellettiamo un po' con una notizia vecchia.
    http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2015/05/14/nato-a-vertice-turco-i-ministri-cantano-we-are-the-world_1e0bb27a-71e7-43c2-addc-0aa7b3758f61.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'altra parte, non si può prentendere che l'Alta Commissaria Mogherini canti cose come questa. Che anzi vanno dimenticate, rimosse.

      Elimina
  5. se delocalizzano le fabbriche all'estero i disoccupati saranno sempre di più. In Italia un governo chew non governa, la mafia che fa affari d'oro e i sindacati che latitano è sempre più difficile produrre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Italia è in bancarotta.

      Ma è in bancarotta per colpa degli Italiani ai quali andava bene che lo Stato distribuisse favori a tutti, addossando il debito alle generazioni future.

      La delocalizzazione è un ulteriore problema. E' la conseguenza del fatto che il mondo, Italia compresa, è controllato dalle elite apolidi para-massoniche. Basti dire che ultimamente hanno inventato i termini "populista" e "sovranista" proprio per indicare in maniera dispregiativa i movimenti che si fondano sulla idea che esistano le Nazioni e che la sovranità di una Nazione spetti al popolo (articolo 1 della Costituzione).

      Elimina
  6. Risposte
    1. Io nel mio piccolissimo lo sto segnalando da anni e anni. Ma come dice l'articolo:

      "Circa i tre quarti degli studenti delle triennali sono di fatto semianalfabeti - si legge tra i commenti dei docenti alla lettera - È una tragedia nazionale non percepita dall’ opinione pubblica, dalla stampa e naturalmente dalla classe politica."

      Anzi, qui dice "non percepita", in realtà è una cosa disegnata a tavolino e messa in pratica con spietata efficienza.

      Elimina
    2. Ci ho fatto un post. Ti citerei ma sei "anonimo".

      Elimina
    3. Sì, preferisco essere "anonimo"!

      Elimina
    4. La tua idea di anonimato è strampalata perché le cose da cui devi guardarti sono ad un passo da te e ti vedono molto prima che tu arrivi a scrivere qui.
      Qui sono io l'unico che ci mette la faccia, gli altri sono tutti "anonimi" con un alias. Che non ha alcuna utilità se non verso amici e consorti poco motivati.

      Un certo tizio di mia conoscenza mi diceva ieri che una sua amica gli ha chiesto di usare il computer, lui gli ha messo in mano il suo account "root" e questa ha visto cose che non doveva vedere. L'ha mollato seduta stante. Ecco, questo è lo "anonimato" dei vari Ucoso.

      Elimina
  7. Intanto in Liguria, sotto casa mia, ma proprio sotto, pensa come mi sono sentito. Nella foto si vede pure il mio appartamento. E come mi sento a vedere le mie strade piene di gente del genere su i giornali
    http://genova.repubblica.it/cronaca/2017/02/11/news/genova_convegno_di_forza_nuova_sturla_blindata_e_manichini_intimidatori-158058652/?ref=HREC1-2

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scriverò da qualche altra parte ma intanto lo metto qui. Stamattina ascoltavo alla radio la faccenda della scissione nei Radicali. Da parecchio tempo non riesco più ad ascoltare Radio Radicale a causa delle posizioni assurde sulla legalizzazione di qualsiasi aberrazione concepibile.

      Cosa scopro tra le righe del detto e non detto stamattina? Che la signora Bonino è finanziata dalla Fondazione Soros.

      Epifania. Una quantità di pezzi del puzzle è andata al suo posto.

      Elimina
    2. Passerà Thanatos anche dalle parti dell'Ungheria?

      Elimina