martedì, febbraio 28, 2017

Leggere, guardare e confrontare

Prego leggere questo articoletto tanto istruttivo e confrontarlo col tono populista e sovranista del post precedente.

Ah, dimenticavo il titolo della homepage di Repubblica, imperdibile:
"Starbucks a Milano: 350 posti anti-Trump, "anche migranti e milanesi in difficoltà"".
I posti anti-Trump.
Ripeto, i posti anti-Trump, gente.

lunedì, febbraio 27, 2017

Non sai cosa fare una domenica?

C'è chi va al centro commerciale.




Certo è un peccato che nessuno abbia
piantato delle palme e dei banani.

domenica, febbraio 26, 2017

Il lungo elenco di aberrazioni degli anni '70

Foto di Specisti che psicologicamente negano l'individualità
degli animali per proteggersi dall'orrore dei crimini
che commettono infliggendogli sofferenza. Non è lapalissiano?

Ecco un altro esempio di idiozia: Specismo
Il termine fu coniato nel 1970 dallo psicologo britannico Richard Ryder, pioniere del movimento di liberazione animale, per calco da razzismo e sessismo, con l'intento di descrivere in particolare gli atteggiamenti umani che coinvolgono una discriminazione degli animali, inclusa la concezione degli animali come oggetti o proprietà.
Io ho una opinione estremamente negativa della "psicologia" perché in sostanza mi sembra che abbia lo scopo di manipolare il prossimo al fine di trarne un vantaggio. Nel caso in oggetto, sono abbastanza sicuro che il signor Ryder ha usato la presa sui suoi "seguaci" per costruire e consolidare una carriera, tramite il solito giro delle "sette", pubblicazioni, conferenze, affiliazioni, fondazioni, eccetera. Senza per altro avere dato niente di concreto in cambio a nessuno.

Ma sorvoliamo sulla necessità gregaria dei deboli di trovare una guida che gli dica come stare al mondo.

Il presupposto di tutte be stupidaggini formulate negli anni '70 è negare la Storia o riscriverla. Nel nostro caso si introduce una discontinuità affermando che l'essere umano può vivere di una dieta esclusivamente vegetale, cosa che non è mai accaduta, non solo per la specie Sapiens ma per tutto il genere Homo. Basta guardarsi i denti, che sono chiaramente evoluti per una dieta onnivora. Inoltre, prego leggere questo articolo di Wikipedia sullo Scimpanzé, un primate che ci somiglia ma che è molto più specializzato, quindi limitato rispetto all'ambiente dove può vivere e alle cose che può fare. Come si può vedere non è affatto un simpatico batuffolo di pelo giocherellone, amico di tutte le creature. La differenza tra noi e questo primate è che noi siamo più versatili, per la combinazione di postura eretta, pollice opponibile e capacità di pensiero astratto (difficile dire se sia venuto prima uno o l'altro di conseguenza).

E' anche evidente che se la nostra specie o il nostro genere dovevano colonizzare ambienti naturali eterogenei, dovevano essere capaci di sfruttare tutte le risorse disponibili. Non tutti gli habitat producono alimenti vegetali in abbondanza oppure con continuità per tutto l'anno. Una alimentazione povera di nutrienti come quella degli erbivori da una parte limita l'energia disponibile per muoversi e pensare, dall'altra obbliga ad adattarsi anche fisicamente alla lunga digestione. In zone povere di vegetazione come savane, deserti, tundre ghiacciate, zone rocciose, lungo le coste marine, la caccia diventa la fonte predominante di cibo.

Veniamo poi a tempi pre-storici e storici. La Storia è il racconto di come l'Uomo ha cercato di garantire il benessere ai congiunti sfruttando al massimo le risorse naturali tramite la tecnologia e dove non bastava, predando altri esseri umani. L'agricoltura e l'allevamento sono due facce della stessa medaglia, da una parte gli antenati hanno selezionato i semi delle piante selvatiche per fare crescere vicino alla propria abitazione piante sempre più redditizie in termini di quantità di semi e frutti, cercando anche di coprire con produzioni diverse quanto più parte dell'anno possibile, dall'altra gli antenati hanno selezionato gli animali che cacciavano per riprodurne una versione mansueta da tenere in un recinto, ad integrare coi latte, uova e carne le risorse vegetali. La "morale", cioè la "regola", la "misura delle cose" non ha mai significato una ridicola differenza di "valore spirituale" tra Uomo e Animale ma semplicemente il fatto che se tu sei bravo a cacciare o allevare animali, i tuoi congiunti mangiano e vivono, altrimenti patiscono la fame e probabilmente muoiono. La scelta che avevano i nostri antenati era l'antico "mors tua, vita mea" prima al livello di base e poi a salire fino ad andare ad ammazzare il vicino per rubare il cibo che questi aveva accumulato per i propri congiunti. Le armi della caccia più o meno sono buone anche per la guerra.

Ora, l'idea che un essere umano contemporaneo debba sapere solo come comprare il tofu al supermercato è tipica di chi è cosi distaccato dalla "realtà" e si auto-definisce come uno che può esistere solo in un contesto completamente artificiale, non-naturale, dove nessuno gli chiederà mai di sfamarsi con le sue proprie mani. Oltre ignorare o riscrivere completamente la Storia, ci sono dei piccoli paradossi evidenti, come lo "anti-specista" che si mette in casa un "individuo-gatto-figlio" e poi pretende di farlo vivere con una dieta di vegetali.

Come esercizio a casa, unire i puntini per trovare il disegno complessivo del resto delle boiate coeve.

venerdì, febbraio 24, 2017

Tutte le strade portano a Roma


Via Consolare delle Gallie, Val d'Aosta.

Nessuno ripara le strade, consumi di asfalto a picco.
Uno dei segni distintivi della grandezza dell'Impero Romano era la costruzione delle strade, lungo le quali prima si spostavano le salmertie delle legioni in avanzata e poi transitavano persone e merci da un capo all'altro dell'Impero. Dopo il collasso, per secoli le strade romane continuoarono ad essere utilizzate in tutta Europa.

Quale migliore segno della decadenza dell'italia contemporanea del fenomeno descritto nell'articolo di cui sopra?

Ci raccontano che la priorità nazionale è la "banda ultra-larga" e il "digitale". Gli pseudo-ecologisti festeggiano. Intanto, mentre cade in rovina l'Italia, a Milano una multinazionale dello schifo come Starbucks, di cui non possiamo fare a meno perché siamo cittadini del mondo, pianta i banani in Piazza Duomo, per la gioia di fa questi comizi e di chi li applaude.

giovedì, febbraio 23, 2017

Menzogne continue - le riforme del Lavoro

Sono ammontati a 340.149, al netto delle cessazioni, i nuovi contratti stipulati nel 2016, poco più della metà di quelli registrati nel 2015 che aveva chiuso a 627.569. Crollo invece per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato che hanno chiuso l'anno a quota 82.917 contro i 934mila registrati invece nel 2015: 851mila in meno dunque a causa del progressivo scomparire della decontribuzione.
Associate questo al deficit dichiarato dall'INPS e alla "manovrina" che ci viene imposta perché abbiamo sforato i limiti dell'incremento del Debito Pubblico che sottoscrivemmo ottimisticamente tempo fa.

Intanto, se volete dare una occhiata al futuro, leggete qui. Contenti?

lunedì, febbraio 20, 2017

Canale Youtube consigliato

Non fatevi ingannare, non si tratta del solito tamarro, in realtà è una persona di cultura che parla di storia europea attraverso la tecnologia delle armi.
Schola Gladiatoria

Se seguite i link reciproci ne trovate altri ugualmente interessanti, per esempio:
Knyght Errant

E' importante che distinguiate quelli "seri", che affrontano gli argomenti in maniera tecnica, fondata, da quelli gestiti da incompetenti. Per esempio, capita spesso di sentire gente, anche sedicenti esperti/professori, fare affermazioni assurde come quella che le armature medievali fossero pesanti al punto da intralciare i movimenti per cui se il guerriero cadeva a terra non riusciva più a rialzarsi.
Can You Move in Armour?

venerdì, febbraio 17, 2017

Come vede il mondo un miliardaio ebreo americano

Oppure, come ce lo racconta:
Il manifesto di Zuckerberg.

Prego confrontare con articolo dal post precedente:
La bella utopia del Governo Mondiale.

Scopriamo che i "populisti sovranisti" sono il nemico dell'Umanità, quindi sia del miliardario ebreo che dei marxisti o progressisti italiani. Mi viene il dubbio che il miliardario sia marxista e che i marxisti siano miliardari. La "Lotta di Classe" assume tutta un altro significato.

Come possono esistere tanti idioti al mondo non lo comprendo. Eppure esiste La Repubblica, esiste il Corriere, esistono le palme in Pazza Duomo, esistono i "centri sociali" e tante altre cose assurde come questa. A proposito, non fatevi ingannare dal lato folkloristico, considerate il rapporto tra le uniformi della Armata Rossa e la delegazione del PCI. Il nemico in casa, oggi come allora. Solo che adesso Vauro sta nella stessa pagina con il miliardario americano.

mercoledì, febbraio 15, 2017

Abbandonare la nave


Inps, la Corte dei Conti: esercizio negativo per 16,3 miliardi.
Quindi bisogna trovare sedici miliardi per ripianare il passivo dello INPS e poi trovare lo stesso ammontare ogni anno, o di più. Come si trova? Non certo con la contribuzione dei "lavoratori attivi", si trova con la fiscalità ordinaria, incrementando la pressione fiscale e/o incrementando il deficit dello Stato. Questo semplicemente dimostra, se ce ne fosse bisogno, che il sistema della Previdenza Sociale è concepito come una truffa e che, più banalmente, gli immigrati non pagano le nostre pensioni (cosa ovvia in ogni caso perché le pensioni non sono pagate coi contributi).

Sono in trepida attesa degli eventi riguardanti il PD e il Caro Leader.
Intanto, mentre la sinistra progettava l'ultima utopia di governo mondiale...
[ !!! ]

Potrebbe interessarvi anche:
Ormai sono gli italiani a dominare la scena.
[ !!! ]

martedì, febbraio 14, 2017

Apologia del Fascismo


Antefatto: i due poliziotti, il fascismo, la storia che non raccontiamo.
Soprattutto, la Resistenza non è una «cosa di sinistra». Non erano di sinistra il colonnello Montezemolo e i carabinieri caduti alle Ardeatine. Non erano di sinistra suore e sacerdoti che finirono in carcere o davanti al plotone d’esecuzione. Non erano di sinistra migliaia di partigiani autonomi e cattolici. Non erano di sinistra (tranne eccezioni) i 600 mila militari che preferirono restare nei lager nazisti, dove morirono a decine di migliaia, anziché andare a Salò a combattere altri italiani.
Senz'altro. Ma il signor Aldo Cazzullo sul Corriere per qualche "strana ragione" omette un piccolo particolare. Se è vero che la Resistenza non fu "cosa di sinistra", lo fu la mistificazione operata nel Dopoguerra per accreditare il Partito Comunista come Liberatore dell'Italia, i partigiani comunisti come eroi della Guerra di Liberazione e padri fondatori della Repubblica, quando in realtà avevano il progetto di impadronirsi del potere con le armi e instaurare una Dittatura del Proletariato di tipo sovietico. Consideriamo poi che i capoccia della Resistenza si riciclarono con lunghe e proficue carriere politiche nel dopoguerra, facendo sparire gli "esecutori" della manovalanza, con tutti i corollari del caso.

Sopra si cita la tragedia delle Fosse Ardeatine ma si omette il seguente antefatto dell' antefatto dell'antefatto: Attentato di via Rasella.
L'azione, ordinata da Giorgio Amendola e compiuta da una dozzina di gappisti (tra cui Carlo Salinari, Franco Calamandrei, Rosario Bentivegna e Carla Capponi), consistette nella detonazione di un ordigno esplosivo e nel successivo lancio di quattro bombe a mano artigianali sui superstiti. Causò la morte di trentatré soldati tedeschi (non si hanno informazioni certe circa eventuali decessi tra i feriti nei giorni successivi) e di due civili italiani (tra cui il dodicenne Piero Zuccheretti), mentre altri quattro caddero sotto il fuoco di reazione tedesco. Il 24 marzo seguì la rappresaglia tedesca consumata con l'eccidio delle Fosse Ardeatine, in cui furono uccisi 335 prigionieri completamente estranei all'azione gappista, tra cui dieci civili rastrellati nelle vicinanze di via Rasella immediatamente dopo i fatti.
[...]
Pertini dichiarò al riguardo: «Le azioni contro i tedeschi erano coperte dal segreto cospirativo. L'azione di via Rasella fu fatta dai Gap comunisti. Naturalmente io non ne ero al corrente. L'ho però totalmente approvata quando ne venni a conoscenza. Il nemico doveva essere colpito dovunque si trovava. Questa era la legge della guerra partigiana. Perciò fui d'accordo, a posteriori, con la decisione che era partita da Giorgio Amendola».
[...]
Nel 1949, alcuni familiari di vittime dell'eccidio delle Fosse Ardeatine intentarono una causa civile per danni contro Rosario Bentivegna, Franco Calamandrei, Carlo Salinari, Carla Capponi, e contro Sandro Pertini, Giorgio Amendola e Riccardo Bauer[220]. Il Tribunale, con sentenza in data 26 maggio-9 giugno 1950, respinse la richiesta di risarcimento e riconobbe che l'attentato «fu un legittimo atto di guerra»
Notare che fu giudicato "legittimo" SOLO dal tribunale italiano, mentre in tutti gli altri contesti fu giudicato "illegittimo" e anzi, la rappresaglia tedesca era conforme alle norme di guerra del tempo. Processo decisionale tedesco qui: Eccidio delle Fosse Ardeatine.

E questo è solo uno dei tanti episodi tragici grandi e piccoli, compresa Morte di Mussolini e eventi successivi.
Tuttavia, non appena a conoscenza dell'arresto dell'ex capo del governo, il Comitato insurrezionale di Milano formato da Pertini, Valiani, Sereni e Luigi Longo, riunitosi alle ore 23.00 del giorno 27, decide di agire senza indugio e di inviare una missione a Como per procedere all'esecuzione di Mussolini; questo per aggirare il comportamento equivoco del generale Cadorna, diviso tra i doveri di comandante del CLN e di lealtà verso gli Alleati".
Una delle cose che non si dicono è il danno che ha fatto agli Italiani il vilipendio dei cadaveri di Mussolini, della Petacci e dei gerarchi fascisti, appesi per i piedi in Piazzale Loreto. Non solo il danno per l'opinione degli stranieri, il danno per l'opinione degli Italiani di se stessi.

Vabè. Si potrebbe anche archiviare tutto ma poi come camperebbero milioni di poveretti a cui è stato fatto il lavaggio del cervello?

lunedì, febbraio 13, 2017

Midori browser

Dear Midori developers,
your browser is nice, unfortunately the well know bug/issue/feature in Webkit/Gstreamer/Pulseaudio that sets the system volume on 100% each time an HTML5 video is played makes Midori pretty much useless. It would be nice to tell people about it before they find it out by themselves. Regards.

Per il lettore digiuno di inglese, Midori (verde in lingua giapponese, credo) è un browser che utilizza Webkit per disegnare le pagine, i plugin Gstreamer per visualizzare i video. A quanto pare quando viene utilizzato con Pulseaudio, che è il sistema più comune oggi per l'audio su Linux, a causa di un disaccordo su chi deve fare cosa, ogni volta che Midori apre un video resetta il volume del sistema al 100%, qualsiasi cosa voi facciate. Dato che nessuno (tra gli sviluppatori di Webkit, Gstreamer e Pulseaudio) vuole correggere questo difetto perché ognuno dice che è un problema degli altri, non suo, il risultato è che Midori è inutilizzabile a tempo indefinito, almeno se vi capita spesso di aprire un video via Internet.

sabato, febbraio 04, 2017

Nemo propheta in patria, tre quarti degli universitari sono semi analfabeti

Riprendo questo articolo: La lettera dei 600 docenti universitari al governo.
Circa i tre quarti degli studenti delle triennali sono di fatto semianalfabeti - si legge tra i commenti dei docenti alla lettera - È una tragedia nazionale non percepita dall’opinione pubblica, dalla stampa e naturalmente dalla classe politica.
Una verità sulla tragedia e una menzogna sulla ragione. Non succede perché ci siamo distratti, non succede perché non c'è la percezione del problema. Succede perché è stato disegnato a tavolino e applicato con determinazione. Fa parte del processo con cui le elite apolidi, tramite i loro scagnozzi, procedono ad annientare i Popoli e le Nazioni.

L'attuale Ministro della Istruzione, dell'Università e della Ricerca Scientifica non ha nemmeno il diploma di scuola superiore. In compenso è compagna di provata fede. Ci hanno frantumato i coglioni con l'adeguamento della Lingua all'evoluzione del costume, la Accademia della Crusca benediceva non solo le "boldrinate" ma anche l'abbandono del congiuntivo e del passato remoto, ecco, questi sono i risultati. Ed è strano che Repubblica butti li l'articoletto.

Che gli Italiani siano sempre più analfabeti io lo sto dicendo in questo blog da molti anni. Se volte fate una ricerca, ci sono molti post sulla Scuola. Ve ne ricordo uno recente e, per curiosità, uno antico. Mi guardo in giro e vedo la gente che non solo pensa a tutt'altro ma che straparla di "cultura". Oh Signore, se penso alla Buona Scuola del Caro Leader, ai 500 euro agli studenti e agli insegnanti, eccetera. Mia nipote in terza elementare non sa contare, poverina e suo fratello che andrà in prima l'anno prossimo.


Pillola azzurra, fine della storia,
domani ti sveglierai in camera tua, e crederai a quello che vorrai.
Pillola rossa, resti nel paese delle meraviglie
e vedrai quant'è profonda la tana del Bianconiglio

Edit:
Stato dell'arte:
Sull'onda del '68. Le cose che non si possono dire
Maniche di camicia:
La Superpotenza Culturale secondo lui/loro

Le matte risate. Ma anche no. Pietà l'è morta.