lunedì, maggio 22, 2017

Camminata, cinghiale e patate

Sono tornato al paesello di Erve (ne ho scritto in post precedente) per una camminata verso il rifugio Alpinisti Monzesi. Pronti via, sul greto del torrente che vedete nell'ultima fotografia c'era un cinghiale, il primo che vedo da queste parti in vita mia. E' scappato appena mi ha visto. Le patate invece le abbiamo incontrate sul sentiero e al rifugio, con grande sorpresa di Giuseppe.


Yours truly e Giuseppe, che ringrazio per le fotografie.
Siamo a Erve, che ha la particolarità di presentarsi come due file di case con in mezzo un torrente, dato che la valle è molto stretta.





Arrivando al rifugio.


Il rifugio e yours truly a sx.
Mi devo rimettere in carreggiata.
Ho mangiato porchetta al forno con polenta taragna. Fate voi.



Yours truly in versione Indiana Jones panzone.

24 commenti:

  1. Purtroppo non ho fotografato le patate, sarà per la prossima volta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, la prossima volta ci uniamo alla comitiva.

      Elimina
  2. Risposte
    1. 300 gr. di farina di grano saraceno.
      200 gr. di farina di mais.
      250 gr. di formaggio Casera.
      150 gr. di burro.
      sale grosso.
      2 litri.

      Praticamente metà farina e metà burro e formaggio.

      Elimina
    2. Cito Wikipedia.

      La polenta taragna, o semplicemente taragna è un piatto unico a base di polenta che è diffuso nell'Alta Lombardia, in particolar modo in Valtellina, in provincia di Bergamo e in provincia di Brescia.

      La denominazione della pietanza deriva dal termine dialettale tarél, che indica il bastone in legno che serve per rimescolare la polenta nel paiolo di rame durante la sua preparazione.

      Elimina
  3. Uh che meraviglia.
    Beh, anche la mangiata direi che è stata a livello del resto. Ahaha

    RispondiElimina
  4. A me quel verde totale fa star bene anche solo a vederlo in immagine.

    RispondiElimina
  5. Ma lo vedi che ha ragione Draghi: la crisi è finita e te sei sempre a spasso!! E Per di più A CACCIA DI GNAGNA!!1111

    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Draghi parla a quelli della marcia del 20 maggio e agli emiri del Bosco Verticale, non a quelli che trovi nei villaggi e lungo i sentieri.

      C'era un sacco di bella gente domenica e quando dico bella gente intendo ragazzi, sportivi di mezza età, gnagne e famiglie coi bimbi. Ci si saluta, si scherza, una bella atmosfera di relax e cameratismo.

      Memorie di un'altra Italia, che si divertiva con poco.

      Elimina
    2. La montagna (natura, movimento-fatica, bellezza, cameratismo) fa non bene, benissimo!
      E' un "poco" decisamente "tanto".

      Elimina
  6. Le patate sono scappate come il cinghiale o no? :)

    Invece, che invidia, porchetta e polenta taragna!!! Formaggio casera è il taleggio? Mi dicevano che si faceva con il taleggio (bono quel formaggio, come tutti i formaggi di montagna del resto).

    Comunque, bellissimi posti, davvero. Bravi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà si fa col burro e un formaggio qualsiasi del posto. In Valtellina si fa col Bitto ma io ero in una valle laterale vicino a dove l'Adda esce dal Lago (Val San Martino).

      Le patate erano tutte accompagnate tranne una comitiva di sole patate che però non abbiamo avuto la prontezza di approcciare.

      Elimina
    2. Comunque può venire chiunque alle mie gite, basta farmelo sapere la sera prima.

      Elimina
    3. Io verrei, però il mio problema è che sono un 2-3000 km fuori zona...
      Per il resto, non sono una bella patata, non so se questo pregiudica la cosa da parte vostra. Comunque, dai, mentre cammino sto zitta e non dovrei risultare troppo importuna...

      Elimina
    4. Prima o poi, Lorenzo, mi dovrai far conoscere qualche bel cantone delle Alpi Etiche tue.

      Elimina
    5. Rifugi Lombardia.
      Quella piccola parte di Lombardia che ancora sussite, non cancellata dal catto-mondial-comunismo. Affrettati.

      Elimina
  7. da voi un solo cinghiele ed è scappato quì in abruzzo intere mandrie di cinghiali e quì non scappano e tu non puoi ammazzarli con un fucile a pallettoni e farne salsicce, devi sperare che non ti aggrediscono. Si sono fatti audaci e si avvicinano sempre più all'abitato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se sostituisci "cinghiale" con "immigrato", lo stesso capita a casa mia.

      Elimina
  8. Lorenzo io accetterei volentieri il cambio di mansioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora datti da fare per farmi diventare imperatore.

      Elimina
    2. Che io non sono Matteo e non mi bastano le Primarie del PD.

      Elimina
  9. Per un lungo momento ho creduto che si parlasse di vere patate, ovvero di tuberi. Invece era un arguto giuoco di parole.

    RispondiElimina
  10. Risposte
    1. Le ha fatte Giuseppe che è uno di quelli con lo scemofono sempre in mano, almeno cosi ne fa un uso proficuo.

      Elimina