domenica, maggio 14, 2017

Ransomware, niente panico

Breve post per dirvi che le notizie della diffusione del programma che cripta i file del vostro PC e poi chiede un riscatto vanno prese col solito grano di sale. La diffusione di questo software malevolo dipende da una vulnerabilità di un servizio di sistema di Windows che è stata corretta parecchio tempo fa con un aggiornamento (Windows Update). Quindi i sistemi Windows aggiornati non sono soggetti al problema. Inoltre, l'antivirus di Microsoft dovrebbe essere in grado di rilevare il software.

In generale, rimangono valide le solite precauzioni, in particolare quella di non aprire nessun file scaricato da Internet, sopratutto gli allegati alle email.

Nessun commento:

Posta un commento