lunedì, giugno 26, 2017

Miiiii, non ci pozzo crederee!

Sesto San Giovanni non è più Сталинград, Stalingrado.
Per la prima volta in 70 anni, non sarà la sinistra o il centrosinistra a governare la città. Roberto Di Stefano, alla guida di una coalizione di centrodestra, è il nuovo sindaco. La prima cittadina uscente, Monica Chittò, è stata nettamente sconfitta: si è fermata al 41,37% dei consensi (alla precedente tornata era stata eletta al ballottaggio con il 69,39%), con quasi 5 mila voti a separarla dal nuovo inquilino del municipio.


Che gli Italiani stiano finalmente aprendo gli occhi su questa gente? Che abbiano infine capito che dare via il culo tutta la vita in cambio di lavoretti e pensioncine alla fine non vale la pena? Che non sopportino più di vivere cosi? Che il circo e i fenomeni da baraccone non divertano più grandi e piccini?

Mi piacerebbe crederlo.
Ma secondo me ormai siamo molto oltre il punto di non ritorno, visto anche il volume e la continuità della propaganda che viene riversata sugli Italiani in tutti i modi umanamente concepibili. Io ho smesso anni fa di guardare la TV, adesso ho smesso di ascoltare la radio, i giornali sono ridicoli, sembrano satira ma sono mortalmente seri, i bimbi sono inquadrati già all'asilo.

Stavo pensando di scrivere una guida all'Italia per stranieri il cui incipit dovrebbe essere "sbrigatevi, prima che scompaia".

22 commenti:

  1. Te lo auguro, ma non cambierà niente . Saluti da Livorno che è "caduta" prima si Sesto S.Giovanni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque l'ho scritto sopra che non cambierà niente, gli Italiani hanno la merda in testa al posto del cervello.

      Una cosa che pochi considerano è che il mondo che si vede nelle città relativamente piccole e periferiche come Livorno è abbastanza diverso da come si vede a Milano e dintorni. Dieci o vent'anni indietro, se mai ci arrivano.

      L'Italia è cominciata qui e qui finisce.
      Perché il progetto a cui stanno lavorando tutti i capoccioni, Governo, Parlamento, istituzioni sovra nazionali, è quello descritto nei due link in alto a destra, sostituzione etnica degli Italiani e sostituzione della sovranità nazionale col "governo mondiale".

      E' in corso una guerra civile occulta, sottaciuta, però evidente quando si esaminano i "luoghi comuni" di cui vive la gente.

      Elimina
  2. Condivido gli stessi sentimenti e le stesse conclusioni per la liberazione della mia Genova.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vuole altro, Andrea.
      A volte col mio bloggettino mi sembra di essere qualcosa del genere.

      Elimina
    2. Ti sto scrivendo dal lungomare di Mytilini, isola di Lesbo. Sono sulla linea del fronte. Sono oltre la linea di scomparsa di quella che noi consideravamo essere la nostra civiltà. Scrivo sul tuo blog e vedo le navi degli scafisti biondi e tedeschi di varie ONG che lavorano a importare la distruzione e la miseria delle nostre città. Vedo la Turchia qui di fronte e frotte di africani neri come il carbone, ennesimo paradosso il pensare chissà che strada hanno percorso. E raccontano di profughi siriani. Vedo a fianco dei traditori biondi navi militari delle marine di tutta Europa, mascherando di bontà salvifica l'ordine di lavorare per annientarci.
      Mi sento un pò male e domani sarò a lavorare, scrivere di spiagge e contemplare la fine di tutto mentre nessuno se ne frega.

      Elimina
    3. Chi non conosce la Storia la deve ripetere.

      Quello che sta succedendo ai confini è causato da quello che sta succedendo a Roma, nel senso proprio e metaforico. Io esco di casa e fatico a trovare qualcuno che parli la mia lingua. Eppure il mio Comune ha un sindaco Rifondazione-SEL-PD, ho perso il filo perché ha fatto il giro di tutte le parrocchie. Arrivati ad un certo punto, avremo un sindaco straniero e avremo un Presidente del Consiglio straniero. A quel punto però il termine "straniero" non avrà più senso.

      Odoacre e Teodorico, chi se li ricorda?

      Elimina
    4. Io. Lessi anche un interessantissimo libro di fantastoria intitolato "Abisso del passato" (L. Sprague De Camp, 1939) nel quale, put narrando una storiella di puro intrattenimento, si facevano interessanti voli pindarici su quel periodo.

      Elimina
    5. Sarebbe interessante fare una indagine chiedendo a gente a caso per strada, alle Poste, al supermercato, se hanno una qualche idea di chi siano Odoacre e Teodorico. Secondo me meno dell'1% ha una vaga idea e la risposta più probabile è che siano dei calciatori.

      Viviamo in un mondo che è un racconto di Fantascienza, che altro cerchi?

      L'altro giorno un conoscente mi fa "hai visto che gli hacker russi hanno fatto eleggere Trump" e io gli chiedo "ah si? come hanno fatto?" risposta "ah boh, l'ho letto sul giornale". Qui siamo già ad un livello evoluto, uno che magari ha una qualche idea di cosa significhi "hacker". Figurarsi la vecchina in farmacia.

      Elimina
    6. Hai ragione. Sono un pessimista (realista?) abbastanza consolidato, ma finisco sempre per pensare di non essere poi così più "elevato" di chi ho intorno.

      Elimina
    7. Mica devi andare lontano, prendi dei conoscenti a caso e chiedi.

      In questo blog ci sono degli argomenti ricorrenti che vengono dalla cronaca, dalla attualità. Alla radice di tutto c'è l'abbinamento tra l'ignoranza e la propaganda che insieme impediscono che la gente sia capace di pensare.

      Elimina
  3. Significativa la foto che riassume i 70 anni di gestione rossa di Stalingrado

    RispondiElimina
  4. > "sbrigatevi, prima che scompaia".

    Prego leggere alcuni passaggi qui.
    Gli islamici non sono ancora a sufficienza perché accadano certe cose.
    Ora alleviamo quelli più pericolosi, quelli di seconda generazione o successive.
    https://www.theguardian.com/world/2017/jun/23/why-has-italy-been-spared-mass-terror-attacks-in-recent-years

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Queste cose vanno a riempire un vuoto. Io sono più preoccupato del crearsi del vuoto, piuttosto che di quello che lo andrà a riempire.

      L'Italia svanisce, svaniscono gli Italiani.
      Non solo fisicamente, svaniscono come idea, come "cultura". Torno a fare il solito esempio, morte le nonne col mattarello, mangeremo tutti il kebab surgelato, identico a Milano e a Brasilia. Ieri notte camminavo per il mio Comune, sempre peggio, sembra la periferia di una metropoli di un altro continente e decade progressivamente verso lo scenario post-atomico.

      Millenni che svaniscono come lacrime nella pioggia, per citare un celebre film.

      Elimina
  5. Risposte
    1. Cosi nel senso dei 70 anni di ininterrotta egemonia comunista o cosi nel senso del "una mattina mi son svegliato"?

      Sara, io vorrei essere cattivo profeta ma arriverà il giorno che bisognerà raccogliere i cadaveri per le strade. E la responsabilità, oltre che delle famose elite apolidi mondialiste, è vostra.

      Poi quel giorno non dirmi "io non sapevo" o peggio "ho cambiato idea".

      Elimina
  6. Adesso triplicheranno gli sbarchi, bisogna fare in fretta a riequilibrare i voti.

    RispondiElimina
  7. L'italia è alle macerie e per la Signora Boldrini le "opere incompiute" sono una lista di PUTTANATE a cui non frega niente a nessuno. C'è un limite a tutto quello che si può tollerare e questi l'hanno passato da un pezzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu credi? Staremo a vedere.

      Secondo me la natura della faccenda si palesa rivedendo il video del discorso di Vendola in Piazza Duomo in occasione delle elezioni di Pisapia (prego vedere curriculum).

      Vendola arringava la folla dicendo "noi vogliamo abbracciare i fratelli rom, pregare qualunque Dio, ecc, ALLA FACCIA LORO". Non entriamo nell'esame psicologico che non mi interessa.

      Le "opere" della signora Boldrini non hanno l'intento di favorire, aiutare l'umanità sofferente, hanno lo scopo di colpire il "nemico", cioè noi. Nell'Italia e nell'Europa del futuro saremo come i nativi americani.

      Dietro non ci sono i cervellini della "sinistra" italiana, c'è il famoso Piano delle elite apolidi, su scala planetaria. Leggevo ieri degli immigrati accampati a Ventimiglia, arriva la polizia per sgombrarli e questi fuggono nei boschi guidati da fantomatici "attivisti tedeschi". Cosi, per caso. Rivolta nel "CARA" di Mineo, che è un paese con migliaia di abitanti tutti africani, perché ai residenti non va di essere sorvegliati e dovere sottostare ad un regolamento. Nota l'ipocrisia del "RA", Richiedenti Asilo.

      Secondo te quanto ci hanno pensato per escogitare il trucco della "richiesta di asilo" che ci obbliga ad "accoglierli" e tenerli in Italia, ufficialmente per espletare le pratiche e i ricorsi automatici ma sapendo che in ogni caso se la domanda venisse respinta, ci limitiamo a chiedergli di andarsene?

      Vabe, la mia opinione è che proprio il fatto che abbiamo superato il limite da un pezzo dimostra che gli Italiani oscillano tra rassegnazione ed eccitazione masochista.

      Elimina
    2. E' stato ridefinito il concetto di "normale".

      Elimina
  8. Meanwhile...

    http://www.repubblica.it/cronaca/2017/06/28/news/migranti_italia_ue_sbarchi-169383917/

    Ma come, fino a qualche settimana fa tutti in piazza con gli striscioni e le bandierine a urlare slogan, "abbattiamo i muri", "possiamo accogliere tutti", "nessuno è illegale", e adesso arriva il presidente narcolettico a dare il "contrordine compagni, SITUAZIONE INGESTIBILE"!

    Criminali, pagliacci senza un minimo di vergogna.

    E da Bruxelles ci offrono soldi per tenerceli in casa, un po' come si fa con i paesi sottosviluppati.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, quelli che hanno una qualche "responsabilità" sono criminali senza scrupoli. Gli altri, quelli con le bandierine, sono idioti. Ma non farti ingannare, "abbattere i muri" non serve a favorire i poveri Africani, serve a colpire noi, togliendoci la Patria, con tutti i corollari. Non sono riusciti coi Soviet, ci provano col terzomondismo. Invece di sventolare le bandierine salutando colonne carri armati invasori, le sventolano per salutare gli autobus dei "rifugiati", ugualmente invasori.

      Oltre al fatto che ci troviamo nostro malgrado a combattere una guerra civile, c'è il problema ancora maggiore delle "elite apolidi" che hanno pianificato questo progetto di ingegneria sociale su scala planetaria. Che sono quelli a cui rispondono i criminali di cui sopra.

      Infinito al quadrato, io non penso che ne possiamo uscire senza una apocalisse.

      Elimina