martedì, settembre 19, 2017

Ancora a proposito del lavaggio del cervello

Le mail trafugate a George Soros finiscono online: “È architetto di ogni colpo di Stato degli ultimi 25 anni”

Commento di un lettore all'articolo del Fatto Quotidiano:
Grande uomo, si batte per una società aperta, internazionale, plurale e democratica ovunque. Finanzia la ricerca in campo socio-economico (INET), l'educazione degli svantaggiati (Central European University, la più importante dell'Europa Orientale). Si batte per un'Unione Europea più democratica e più forte: per una Europa Federale. Combatte i nazionalisti e tutti gli storditi che vorrebbero tornare al passato chiudendo il mondo. il mondo va aperto, unito e governato. Non stupisce che i nazionalisti, i violenti, i fascisti d'ogni colore odino un campione della Società Aperta come Soros.
Ovvero, non è più necessario nascondere al "cittadino del mondo" il fatto che le "elite apolidi" siano responsabili di tutti i "cambiamenti epocali" che fanno parte di un Piano disegnato a tavolino per il Nuovo Ordine Mondiale.

No no, il "cittadino del mondo" gongola, festeggia, il "mondo aperto, unito e governato" a cui si contrappongono i "fascisti". Leggevo in un altro blog il solito pippone sulla immigrazione. Le cui cause non sono le manfrine di Soros e amichetti, come sopra, no no, sono l'effetto serra e le carestie. Perché quando la gente non ha da mangiare ha i soldi per fare le guerre e/o per fuggire dalle guerre attraversando continenti e oceani. E i "ricchi filantropi" benignamente assistono i "migranti - profughi - rifugiati" meglio che possono, battendosi per la "società aperta".

Torno a sottoporvi due articoli di Scalfari, che sono perfettamente in linea, guarda caso, col commento riportato sopra:
--- L'Europa deve saper dire addio agli Stati nazionali e farsi struttura globale, aperta, democratica, moderna.
--- La vera politica dei Paesi europei è d’essere capofila di questo movimento migratorio: ridurre le diseguaglianze, aumentare l’integrazione. Si profila come fenomeno positivo, il meticciato.
Il capitano Soros e il partigiano Scalfari. Che storia romantica.
Ben inteso, il fatto che si ripetano le stesse parole, gli stessi slogan, le stesse idee stereotipate, è un caso, dipende solo dal fatto che le grandi menti pensano allo stesso modo. Non c'è una regia e una propaganda e un controllo delle masse. No no.

Inoltre, l'argomento del post precedente altro non è che una sfaccettatura dello stesso meccanismo descritto in questo post.

Nessun commento:

Posta un commento