sabato, febbraio 24, 2018

Giusta contromisura alle fantasie


I soldati zaristi sparano sulla folla nel celeberrimo
film La Corazzata Potemkin. Segue dibattito.


Potere al Popolo.

Roma.
Si comincerà con due brani musicali dei Modena City Ramblers. Seguirà quindi la lettura, da parte di studenti e studentesse, di lettere e racconti di partigiane e partigiani. Verrà poi trasmesso il videomessaggio della senatrice a vita Liliana Segre. Al termine, ancora letture della Resistenza e quindi l'intervento di Ella, una giovane rifugiata nigeriana (vedi sotto, NdR). A seguire, un video sulle leggi razziali volute dal fascismo, poi ancora letture e l'intervento finale di Carla Nespolo, presidente nazionale dell'Anpi. Saranno i Modena City Ramblers con 'Bella ciao' a chiudere la manifestazione.
Il peggio dell'Italia che si ritrova per celebrare i propri riti.
Quelli che partecipano alla messa però sono nulla rispetto alle carogne che li mandano, che li istruiscono e li sobillano. Invito il lettore a compiere una semplice osservazione, cosa succederebbe se quelli immortalati nella immagine fossero Camicie Verdi della Lega invece degli "antifascisti", se cercassero di impedire un comizio della signora Boldrini.


Antifascisti che "doverosamente" cercano di
impedire a Salvini di tenere un comizio in quel di Pisa.

Citazione: "l’episodio di Palermo (pestaggio di un dirigente di Forza Nuova) ci sembra nulla più che una giusta contromisura alle fantasie di ogni razzista di poter fare e dire ogni cosa gli passi per la testa."


Ordini dall'alto. Non sottilizziamo sul "come".
Notare la "location militante".


Possibile spiegazione. Serve un certo tipo di "risorse" per un certo tipo di necessità.


Un fatto storico innegabile.

Tra le tante cose paradossali e/o schifose della "sinistra" contemporanea c'è la riproposizione degli anni '70, incluso lo slogan "la Resistenza ce l'ha insegnato, uccidere un fascista non è reato". La connivenza delle "autorità" e della magistratura, la propaganda dei "media", compresi anzi per primi quelli di proprietà della Grande Finanza, che fanno da grancassa alle ONG di Soros e adesso accreditano l'idea che gli "antifascisti" stiano bonariamente reagendo alla "minaccia delle destre". Le "destre" che non si vedono da nessuna parte, nemmeno a cercarle col lanternino.

Nota: ieri notte ero insonne e ho acceso la radio, su Radio Radicale si parla di cinema. Dopo trenta secondi sento due "critici" e il conduttore inneggiare al "cinema combattente". Anno di Grazia 2018. Forse l'ho scritto in passato. Lo ripeto: se voti "a sinistra" nella migliore delle ipotesi sei scemo. Potresti anche essere pazzo oppure una carogna schifosa.

14 commenti:

  1. Non perdi mai il vizio di insultare chi non la pensa come te: PERCHE'?

    Sicuramente non hai avuto nessuno in famiglia che abbia subito torture, né sevizie dal PNF(partito nazionale fascista). Sottolineo che considero e metto sullo stesso piano i tuoi ipotetici avversari ideologici & politici ( sempre se frequenti attivamente la politica; e non solo come parolaio del web ).

    La LEGA non penso ti possa appartenere ideologicamente né politicamente...

    VERGOGNATI PER QUELLO CHE SCRIVI.

    Che la Vita ti tenga in pregio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per tua fortuna quello che la sorte ti toglie con una mano, ovvero la capacità di pensare, con l'altra ti da, ovvero la consapevolezza. Altrimenti soffriresti.

      L'argomento del post è che la "sinistra" ritiene perfettamente legittimo rimuovere dall'esistenza, in qualsiasi modo, chi non la pensa come "loro". La cosa però è ancora più assurda se pensiamo che "loro" non pensano, in realtà eseguono delle direttive che calano dalle elite apolidi (per semplicità chiamale "grande finanza"). Non sanno perché e percome, sono semplicemente degli automi.

      Veniamo alla mia famiglia.
      Primo, se tu avessi due neuroni funzionanti capiresti da solo che è meglio lasciare stare i congiunti. Comunque, dato che non ci arrivi, mi tocca dirti che ti sbagli, infatti mio nonno paterno, Ragazzo del '99, operaio di acciaieria dall'età di 13 anni, fu bastonato dai Fascisti perché si dichiarava "anarchico", probabilmente senza sapere nemmeno cosa volesse dire. Fu poi indotto a miti consigli, ovvero a prendere la tessera del Partito Fascista perché aveva cinque figli da sfamare e non poteva perdere il lavoro.

      Finisco dicendoti che a me non passerebbe per l'anticamera del cervello di doverti zittire, perché per me NON ESISTI.

      Elimina
    2. Ma un po' ti invidio, eh... A volte vorrei essere inconsapevole anche io.

      Elimina
    3. A me dei comunisti interessa quanto tutti gli altri anti e non, così per mettere le cose in chiaro. Non cito la tua famiglia non mi interessa. Ho solo riportato accadimenti della mia famiglia...ma tu sei abituato a fare di tante erbe sempre e solamente distorcere e insultare...come al solito fai nei tuoi commenti sul web.

      Buon fine settimana

      Elimina
    4. Guarda, puoi benissimo non venire a leggere il mio blog.

      Che non ti interessi "tutti gli altri anti e non" significa che non hai niente da dire a proposito di questo post.

      Non hai riportato nessun accadimento, indipendentemente dalla tua famiglia, hai invece sostenuto che nessuno della mia avesse subito angheria nel periodo del Fascismo e questa affermazione è falsa.

      Per il resto, della tua opinione, visto che non scrivi niente e non sei capace di scrivere in italiano, non mi interessa. Stiamo tutti meglio se non sprechi il tuo tempo.

      Elimina
    5. Se un giorno avrai qualcosa da dire e se sarai capace di metterlo per iscritto, sei libero di farlo.

      Dove "libero" significa che hai la facoltà, non l'obbligo.

      Elimina
    6. > Sicuramente non hai avuto nessuno in famiglia che abbia subito torture, né sevizie dal PNF(partito nazionale fascista)

      Daoist
      E' realtà storica che quello fu un periodo nei quali le azioni di "lotta politica" come questa erano ordinaria amministrazione.
      1 - i crimini e le vittime dei socialisti nazionalisti furono assai meno di quelli dei socialisti marxisti;
      2 - ora siamo all'inversione, come scrissi, per cui, in alto abbiamo sempre gli ideologi, ora pseudo liberal / progressiti, post comunisti, sempre marxisti e sotto, le squadre di picchiatori, di devastatori, di predoni violenti che reprimono barbaramente, fino alla vera e propria soppressione fisica, qualsiasi cosa che si allontani un poco dal pensiero unico ortodosso.
      Si è compiuta la rotazione, il ciclo e ora siamo, per usare il vezzo sinistro, "al fascismo rosso" e al suo totalitarismo gregario, "fascista" appunto, che sopprime ogni dissidenza.

      I fatti delle devastazioni di Piacenza, Bologna, Torino, Palermo di questi giorni sono gli ultimi di una lunga serie.
      I fascisti anti coltivano i loro fantasmi senza i quali sarebbero il nulla e agiscono come essi.
      In altro ambito sottolineai come gi antiomosessuali hanno potenti pulsioni omosessuali represse e ora marxisti/comunisti riagiscono le loro pulsioni totalitarie di sempre.
      Indubbiamente uno dei pericoli per la convivenza civile e la libertà come da sempre.

      Elimina
    7. La tua prosa è difficile da leggere.

      TUTTA la Storia del Novecento che la gente crede di conoscere è artefatta, inventata, una fandonia. Molte parti, anche del passato recente, sono rimosse.

      Il Fascismo non ha nessuna teoria, fu una invenzione di Mussolini che iniziò e finì con la sua vita. L'idea di base precedeva il Fascismo ed era tipicamente borghese, per questo non fu difficile per Mussolini separarsi dal suo passato di figura carismatica dei Socialisti. L'idea consisteva nella necessità di modernizzare l'Italia sottraendola alla aristocrazia inetta per darla in mano alle "forze nuove" emerse dalla Grande Guerra, che i Futuristi vedevano come un processo creativo/catartico. In sostanza il Fascismo era un movimento che si proponeva di sottrarre il potere alla Monarchia e alla Aristocrazia collegata per darlo ai reduci, di cui allora la truppa era formata da operai e contadini e gli ufficiali dai figli della borghesia. Quindi il Fascismo dava alla Borghesia il potere e al Popolo condizioni di vita più "moderne", meno "rurali". E finché non ci fu la guerra la cosa ha anche funzionato.

      Ora, la "concorrenza" del Comunismo non avviene come si potrebbe pensare a livello del Popolo, avviene a livello di Borghesia. Ovvero la Terza Categoria, quella dei furbi che fanno carriera nel Partito, ambisce allo stesso potere che il Fascismo fonda sul rapporto con la Borghesia. Ovvero il Comunismo usa il Popolo come leva ma vuole il controllo, vuole assimilare e/o sottomettere la Borghesia.

      Basta vedere chi sono i "leader" della "sinistra" contemporanea e che manierismi manifestano.

      Riguardo i discorsi sconclusionati e stereotipati dell'altro signore, il suo problema è che l'hanno convinto che ha posto garantito, qui e ovunque. Invece no.

      Elimina
  2. Più che dalle questioni "di schieramento", sono colpito dal modo in cui si riesce ad accostare cose assolutamente incoerenti tra loro pretendendo di farne un tutt'uno. Mi ricorda la tecnologia del "motore a confusione" dell'epico "Bill, eroe galattico" di Harry Harrison.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E qui ti sbagli. Le cose non sono incoerenti, sono invece tessere dello stesso mosaico.

      Solo che tu non riesci a vedere il disegno, perché ti hanno mutilato questa abilità in tutti i modi, di proposito. Non solo a te, a tutti.

      Se mi dici quali sono i passaggi, i collegamenti, che ti sfuggono, posso provare ad unire i puntini per te.

      Elimina
    2. Ti prevengo. La Corazzata Potemkin di Fantozzi è un simbolo celeberrimo della "Kultura" per come la intende da sempre la cosiddetta "sinistra". Villaggio ha il merito di evidenziare l'ipocrisia di una massa di scemi che accetta di essere sottoposta al lavaggio del cervello della "Kultura" per il solito scambio di "sottomissione in cambio di lavoretto e pensioncina". Ma lo scemo, nel suo privato non si interessa di nulla se non della frittata di cipolle e del calcio.

      Potere Operaio è una sigla della "estrema sinistra" comunista o marxista-leninista, dove per "estrema" si intende "fuoriuscita dal PCI perché non capisce l'utilità della posizione schizofrenica di stare nelle istituzioni e nello stesso tempo inneggiare alla Lotta di Classe". Oggi alle elezioni si presenta una lista che si chiama "Potere al Popolo", che unisce Potere Operaio ad uno slogan dei "liberal americani", classico, "power to the people".

      Gli antifascisti contemporanei sono antropologicamente gli stessi che militavano nella "sinistra" comunista e extra-comunista degli anni Settanta. Hanno anche le stesse dinamiche per quanto riguarda l'azione eterodiretta da "intelligenze occulte", vedi alla voce signora Boldrini e alla voce Soros.

      La faccenda del "partigiani neri" è banale: siccome come dice Scalfari il "compito della sinistra" è realizzare il "meticciato" con cui dare la bastonata finale alla Borghesia e realizzare cosi il fottutissimo Paradiso del Popolo (non si dice più dei "lavoratori" o peggio degli "operai"), ne consegue che l'immigrazione coincide con la "Resistenza" e non solo Soros, Boldrini, Bonino, le ONG, eccetera, sono tutti partigiani e ed eroici subcomandanti ma i neri, in quanto simbolo e strumento del "meticciato" sono insieme arma, agente e simbolo della "Resistenza".

      Riguardo la "militante" che inneggia alla copula con l'immigrato piuttosto che o a dispetto del "fascista", uguale, siccome il "meticciato" è il modo con cui realizzare prima la "Resistenza" e poi il "Paradiso del Popolo", è una eroina che combatte a fianco del partigiano immigrato e dei subcomandanti di cui sopra.

      Elimina
    3. Sopra tutto, ricordati una cosa: le persone "di sinistra", quando non sono mosse dallo scambio di cui sopra, sottomissione per lavoretto e pensioncina, sono condizionate all'odio per se stessi, ovvero per l'Italia, l'Europa e il cosiddetto "occidente".

      Chiaro che è un paradosso, perché la seconda cosa, ovvero l'odio, nega la prima cosa, ovvero lavoretto e pensioncina.

      Comunque, lo "antifascismo" che poi è sinonimo della vecchia Lotta di Classe, quindi NON HA NIENTE A CHE FARE con l'antifascismo "storico", reale, si realizza nella negazione e distruzione della cosiddetta "civiltà occidentale" e di conseguenza dell'Italia.

      Ennesimo paradosso con la faccenda della "cultura", non a caso serve la "Kultura" che "filtri" e riscriva continuamente la Storia e i "valori". Vedi alla voce "skuola okkupata" che non ti devo spiegare io.

      Elimina
    4. Per farti un esempio banale, che ancora non ti dovrei farei io, "Mozart=merda" prodotta dal mondo bianco, razzista, imperialista, criminale mentre "bonghi tribali=capolavoro" prodotto da genti nere o meticce, amorose, rispettose, vicine a Dio e sopratutto dotate, tutti dal primo all'ultimo, di VERI talento e bellezza.

      Eccetera.

      Elimina