domenica, ottobre 03, 2004

Parliamo di P2P

Conosco relativamente bene due software per il P2P, Emule e Shareazaa. Entrambi sono progetti OpenSource e si trovano sul sito Sourceforge. Hanno caratteristiche diverse, Emule e' un client del network Edonkey, al quale e' stato recentemente aggiunto parallelamente un protocollo nuovo che si chiama Kademlia e che non ha necessita' di collegarsi ad un server per reperire l'elenco delle fonti. Shareazaa funziona con G2, dove G sta per Gnutella e 2 significa che e' una "evoluzione" del protocollo Gnutella originario. Inoltre offre la possibilita' di collegarsi ai client Gnutella, ad Edonkey e scaricare i file col protocollo Bittorrent. La differenza sostanziale pero' e' che Emule e' pensato per la condivisione di file di grosse dimensioni ed e' intrinsecamente "lento" per il sistema in cui gestisce le code, funziona al meglio se lasciato aperto 24 ore al giorno. In compenso c'e' moltissimo materiale reperibile sul network Edonkey. Shareazaa e' piu' veloce e funziona al meglio su file medi e piccoli come gli MP3, per contro se si ricerca utilizzando unicamente il suo protocollo nativo G2 si trovano relativamente poche fonti data la diffusione limitata. Si puo' ovviare collegandosi anche ad Edonkey e utilizzare le fonti di entrambi i network.
Ultima nota, Emule esiste nella versione base e in molte "mod" differenti che sono appunto versioni modificate che aggiungono qualche feature sperimentale o quanche funzione di "tuning". Non ci sono pero' differenze sostanziali perche' esiste una policy di "conformita'" rispetto alle specifiche del software orginale. Le mod che violano questa policy vengono "bannate".

Nessun commento:

Posta un commento