lunedì, ottobre 04, 2004

Velocità di fuga

Cito da "La velocità di fuga1 novembre 2003 - Prima parte - Di Vito": Cari amici, talvolta le definizioni scientifiche, che appaiono sui libri e sulle pubblicazioni del ramo, non sono esatte...Sono sicuro che la maggior parte di voi, che mi state leggendo, è convinta del fatto che la velocità di fuga, mettiamo, per la Terra, è "la velocità minima che deve avere un corpo per poter vincere l' attrazione gravitazionale del nostro pianeta", e potersi così dirigere verso lo spazio esterno, senza più ricadere sul suolo. (11, 2 km/sec)
...Perciò quasi tutti credono, e sono indotti a credere dalla definizione sbagliata (incompleta) della velocità di fuga, che, qualunque sia il veicolo, la propulsione usata, la durata della propulsione, eccetera, occorra sempre arrivare a questa benedetta velocità (che è notevolissima, se ben ci si pensa).
Ebbene, io lo contesto.
Sostengo che la non precisa definizione induca moltissime persone ad arrivare ad una conclusione sbagliata...
Facciamo allora quest' ipotesi:
1 - Un razzo si alza dal suolo terrestre ad una velocità, raggiunta fuori dall' atmosfera e dopo un certo numero di minuti, di 1 km/sec, e con questa procede verso l' alto, alimentato da un razzo che sta sempre acceso, ma attenua man mano la sua propulsione allo scopo di mantenere la velocità di 1 km. al secondo.
2 - Dopo un certo numero di ore, il razzo raggiunge una quota alla quale, per la lontananza dal centro della Terra, la velocità di fuga è di 1 km/sec.
3 - Da questo punto in poi il razzo procede ancora, ma a motori spenti, avendo vinto la gravità terrestre. Non ricadrà più sulla Terra.
4 - Ma allora NON si è allontanato per sempre dal nostro pianeta alla velocità, prevista e descritta come indispensabile dalla citata legge, di 11, 2 km/sec!5) - E' sfuggito all' attrazione terrestre (pur rimanendo, badate bene, sempre dentro il campo gravitazionale della Terra) ad una velocità molto minore, e cioè a 1 km/sec."

Aggiunta di Lorenzo, definizioni e formule:
Velocita' di Fuga
Velocità’ cosmiche

1 commento:

  1. questo tizio non ha capito niente :D la velocità di fuga è la velocità che dovrebbe avere un oggetto ALLA PARTENZA per non tornare mai più sulla terra, senza ulteriori forze applicate. Applicando una forza costante uguale a quella gravitazionale un corpo può andarsene all'infinito anche a una velocità impercettibile (se la possiede al momento in cui si inizia ad applicare la forza uguale e contraria alla gravità terrestre sul corpo).

    RispondiElimina