sabato, luglio 09, 2005

Il tempo delle infinite verita'

Viviamo in un tempo in cui non esiste la verita', o meglio, esistono infinite verita'. Cerchiamo di andare in tutte le direzioni e siccome alcune di queste verita' sono in totale o parziale contraddizione l'una con l'altra, alla fine siamo immobilizzati. Cerchiamo di esaminare tutte le possibilita' di una questione e di dire tutte le parole e tutti i discorsi, come risultato finiamo per non dire nulla.
Siamo edonisti, l'unica cosa che ci importa davvero e' la soddisfazione dei nostri desideri immediati, il desiderio di possedere belle cose, di apparire, di stare bene, di divertirci. Le infinite verita' sono lo strumento che ci permette di evitare di prendere una posizione scomoda. Temiamo sopra ogni cosa quello che puo' disturbare e mettere in discussione il nostro universo edonistico.
Un sistema del genere non puo' vincere ne' convincere a meno che non si trovi il modo di fare diventare tutti edonisti come noi, per condividere le stesse priorita'.

e|do|nì|smo
s.m.
1 TS filos., dottrina che identifica il bene con il piacere
2 CO estens., modo di vita basato sulla ricerca del piacere
3 TS econ., teoria per cui il fine dell’attività economica è ottenere il massimo dell’utilità con il minimo dello sforzo

2 commenti:

  1. Non sono d'acccordo; la verità sta negli occhi di chi guarda, riprova ne sono, nel mooolto piccolo, le nostre 2 "verità", che da sole confutano la tua posizione...

    RispondiElimina
  2. Calma calma, non e' la verita' che sta negli occhi di chi guarda, e' la bellezza...
    Ma chi sei, Paolo Bitta?

    E' giusto che esistano due tesi antitetiche, si chiama appunto dialettica il procedimento tramite il quale le due tesi opposte si confrontano e alla fine si dovrebbe arrivare ad un "sintesi" logica, che significa scartare una delle due tesi o tutte e due per formularne una terza.

    Il problema nasce quando non ci sono DUE tesi ma infinite, un continuo reale di tesi dove puoi trovare sempre una tesi intermedia tra le due, comunque piccole.
    Questo ovviamente rende impossibile la dialettica.
    Inoltre, la dialettica stessa viene rifiutata come metodo perche' presuppone la disponibilita' a "falsificare" entrambe le tesi, mentre nel sistema attuale si prentende la "tolleranza" che significa astenersi dall'esaminare qualsiasi tesi perche' e' data per "vera" per definizione.
    Si esce dalla logica e si entra nella metafisica.

    RispondiElimina