venerdì, settembre 22, 2006

Democrazia

Wikipedia - Il Suffragio Universale - In italia le donne votano solo a partire dal 1946

[...] Il primo paese nel quale è stato introdotto il suffragio universale sono gli Stati Uniti d'America, che hanno sempre seguito questo principio fin dalla loro indipendenza nel 1776. L'Europa si è mossa su questa strada nel corso dell'800: da un suffragio ristretto - per la maggior parte dei casi attribuito ad una porzione della popolazione in base a criteri censitari o relativi all'istruzione - si passa al suffragio universale.

Inghilterra E' il primo paese europeo ad attuare riforme elettorali tendenti a universalizzare il voto:
1832 Reform Act: voto in base a criteri censitari
1867 Con una riforma si abbassa il censo con il quale si può votare (arrivano al voto anche alcuni operai)
1884-1885 Nuove riforme estensive, il suffragio è solo maschile
1918 suffragio universale (maschile e femminile)

Francia Si verificano molte insurrezioni e manifestazioni da parte del popolo francese per ottenere per tutti il diritto al voto, non solo nel rispetto dei principi della rivoluzione francese, ma soprattutto per il sentimento patriottico e nazionalistico che sarebbe risultato incrementato e cementato dalla partecipazione attiva di tutta la popolazione.
1792 Suffragio universale (maschile e femminile)durante la rivoluzione francese (evento occasionale non ripetuto in seguito fino alla data indicata sotto)
1848 Suffragio universale maschile
1946 Suffragio universale (maschile e femminile)

Italia Il percorso del suffragio in Italia è lungo e tortuoso, e temporalmente parte da quando l'Italia non era ancora uno stato unitario.
1848 Legge elettorale piemontese (criteri censitari)
1882 Parziale allargamento dei criteri per l'attribuzione del diritto al voto
1912 La legge promulgata da Giolitti assegna un suffragio quasi universale per gli uomini. Ne rimane fuori una parte, che sarà poi integrata nel 1918 da un'altra riforma
1946 Voto universale per uomini e donne, che abbiano compiuto la maggiore età (inizialmente i 21 anni) La prima occasione di voto sono le ormai celeberrime elezioni del giugno 1946, atte a scegliere la Monarchia o la Repubblica.

Nessun commento:

Posta un commento