venerdì, ottobre 13, 2006

Ricordatevi che non esiste privacy sul posto di lavoro

Questo post solo per ricordarvi che per la normativa italiana quando una azienda fornisce un computer ad un dipendente viene dato per scontato che il computer sia utilizzato ESCLUSIVAMENTE per i compiti assegnati e che questi compiti vengano svolti con diligenza e rispetto dei vari doveri del lavoratore nei confronti della azienda medesima (es. obbedienza alle istruzioni ricevute, rispetto per le gerarchie aziendali, ecc).
Il computer e' considerato semplicemente uno strumento di esclusiva gestione, proprieta' e titolarita' della azienda, come un trapano o un tornio.
La conseguenza diretta di quanto scritto sopra e' che l'azienda ha il diritto/dovere di controllare QUALSIASI attivita' svolta dal dipendente con il computer e qualsiasi contenuto presente, COMPRESA l'email aziendale.
Nessuna area del computer e nessuna attivita' si puo' considerare "privata", per il semplice motivo che nessuna attivita' privata e' ammessa durante l'orario lavorativo e utilizzando uno strumento fornito dalla azienda.

3 commenti:

  1. Si bravo, tu sei entrato a lavorare in una azienda che se era un ambiente di un certo tipo era anche per merito o per colpa mia, anzi, direi che certe situazioni mi sono costate non poca fatica e mi hanno sempre presentato un conto da pagare... Con l'esperienza accumulata nel frattempo ti posso garantire che ci sono ben altre realta' e altri personaggi con cui fare i conti.
    Altro che quel coglionazzo di Lorenzo...

    RispondiElimina