sabato, febbraio 10, 2007

La Banca del Seme per il Giorno del Giudizio



Il governo Norgevese ha deciso di costruire una specie di rifugio anti-atomico nelle viscere di una montagna alle isole Svalbard, che sono vicino al polo nord. Lo scopo e' quello di raccogliere e conservare il maggior numero di semi di piante al riparo da una eventuale catastrofe da Giorno del Giudizio, come un meteorite (se io e Bruce Willis non riusciamo a fermarlo), una guerra nucleare, lo scioglimento dei ghiacci, invasione aliena, eccetera.

Intento lodevole, l'unico problema e' che in caso di catastrofe qualcuno dovrà andare fino alle isole Svalbard, che non sono facilmente accessibili, trovare ed entrare nel rifugio quindi riportare indietro i semi. Secondo la tradizione SF, la FantaScienza, i sopravvissuti dovrebbero ripiombare nella preistoria e dimenticare tutti i gadget tecnologici del passato, quindi il piano potrebbe anche non funzionare. Secondo me dovrebbero prevedere un sistema automatico che in caso di interruzione delle comunicazioni invii degli aerei robot o degli aerostati robot con i semi verso l'Europa e l'America.
Non sarebbe una cattiva idea, anche se più complicata, creare anche una biblioteca che preservi il sapere oltre ai semi.

Altri dettagli qui:
BBC News: 'Doomsday' vault design unveiled

Comunque, molto meglio che spendere soldi per costruire bombe atomiche, no?
A proposito, Gilberto, non provare a nasconderti li dentro per essere crio-conservato coi semi.

1 commento: