domenica, ottobre 21, 2007

Difficile vivere in Italia - IWW, Italy Wide Web

Tutti abbiamo a che fare con le difficoltà economiche, i prezzi insensati, l'economia decadente e il mercato del lavoro farlocco. Quello che però taglia le gambe è la constatazione che mancano le capacità di tirarsene fuori. Come si fa a dormire la notte sapendo che il governo ha Presidenti, Ministri e Sottosegretari di questa levatura:

Gentiloni: ddl su editoria da correggere - Il Corriere
[...] il disegno di legge sull'editoria, proposto dalla Presidenza del consiglio e approvato una settimana fa in Consiglio dei Ministri [...]
[...] Per il ministro invece «il testo è troppo vago sul punto e autorizza interpretazioni estensive che alla fine potrebbero limitare l'attività di molti siti e blog. Meglio, molto meglio lasciare le regole attuali che in fondo su questo punto hanno funzionato. Riconosciuto l'errore - conclude Gentiloni - si tratta di correggerlo. E sono convinto che sarà lo stesso sottosegretario alla presidenza Levi a volerlo fare»."

Rutelli: ok, Italia.it si può chiudere - Punto Informatico
"Rutelli parlava ad un incontro del Comitato nazionale per il turismo, nel quale se l'è presa con gli errori e i problemi di cui soffre il costosissimo portalone, sbottando: "Facciano qualcosa, altrimenti è meglio lasciar perdere".
[...] Molti denari pubblici sono stati impegnati in Italia.it. Del totale di quelli previsti si parla di 35,9 milioni di euro effettivamente investiti. Un quadro aggravato anche dal fatto che, come ben sanno i lettori di Punto Informatico, mentre Italia.it veniva costruito, le Regioni, pur coinvolte in Italia.it, sviluppavano anche un Portale Interregionale che non solo non ha mai visto la luce ma, nonostante gli stanziamenti (13 milioni di euro), non sembra destinato a vederla mai."

E questi sono il meglio, immaginiamoci a scendere partendo dai parlamentari e i senatori "anonimi" fino agli assessori comunali. Avevo intuito qualcosa durante la naja...

Nessun commento:

Posta un commento