mercoledì, agosto 09, 2017

Diciamolo cosa sta succedendo, basta con le finzioni

… Ma se invece di ragionare su un processo millenario ragioniamo di un processo di pochi secoli, allora l’Africa diventa un elemento positivo, che va aiutato in tutti i suoi problemi. E non solo l’Africa, ma tutti i popoli migranti che hanno di mira Paesi di antica ricchezza, con i quali convivere nel tentativo di ridurre le disuguaglianze. La vera politica dei Paesi europei è quindi d’essere capofila di questo movimento migratorio: ridurre le diseguaglianze, aumentare l’integrazione. Si profila come fenomeno positivo, il meticciato, la tendenza alla nascita di un popolo unico, che ha una ricchezza media, una cultura media, un sangue integrato. Questo è un futuro che dovrà realizzarsi entro due o tre generazioni e che va politicamente effettuato dall’Europa. E questo deve essere il compito della sinistra europea e in particolare di quella italiana.
Scalfari su L'Espresso.

Vi metto 20MaggioSenzaMuri, cosi potete ascoltare la musichetta mentre fissate la foto di Scalfari.


Ecco, nelle sue parole, in cosa consiste la "vera politica" dei Paesi europei. Quale è il "compito" che la "sinistra" si è data.

L'evidenza che l'immigrazione e tutto quello che ne consegue non è affatto un "fenomeno spontaneo" ed "naturale" o "inevitabile" ma si tratta di un progetto disegnato a tavolino dalle "elite apolidi". Adesso sapete per quale ragione le Marine militari e le navi delle ONG finanziate da ricchi "filantropi" fanno avanti e indietro traghettando milioni di immigrati. Non è affatto per "salvare le vite" come vi raccontano. Le storielle sul "pagano le nostre pensioni" e lo "Jus Soli" con tutte le altre corbellerie.

Io non credo di essere un genio ma la natura delle cose l'avevo capita molti anni fa e c'ero arrivato semplicemente osservando i fatti e mettendoli in relazione con la mia testolina. Che non sia evidente a tutti vi dovrebbe dare la misura di quanto siano alterate le coscienze delle persone tramite il lavaggio del cervello. Infine, che la "sinistra" progetti il futuro del "popolo unico" è solo la conferma che si tratta di una perversione, una malattia mentale. Probabilmente facilitata ancora dal lavaggio del cervello ma bisogna avere la predisposizione naturale. Se sei "di sinistra" sei un mostro, ironicamente convinto che i mostri siano gli "altri".

Edit: vi rimando a questa altra "rivelazione" del signor Scalfari (due anni fa) che riprende il tema del senso degli Stati nazionali, sempre alla luce del "futuro che dovrà realizzarsi" e del "compito della sinistra europea". Per aiutare i diversamente abili ad unire i puntini.

9 commenti:

  1. Quante volte ho sottolineato la hybris moralisticheggiante di questi pazzi invasati?
    Ma non c'è solo l'ugualismo, la morale folle. C'è un livore antiborghese, antiidentitario, c'è la prosopoea da da pseudo intellettuali, i piani di speculazione globale e sfruttamento globale, uguale, indiscriminato. Sono i nuovi sacerdoti delle vie lastricate di ottime intenzioni. Vie per la distopia, per l'inferno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io me ne frego del singolo signor Scalfari.

      Il problema non è che ci sono in giro singoli scienziati pazzi che pianificano "un futuro che dovrà realizzarsi entro due o tre generazioni", il problema che tutti loro sono funzionari al soldo delle famose "elite apolidi", queste si che hanno le capacità di attuare qualsiasi progetto, anche il più folle e fantastico, su scala planetaria.

      Uno dei requisiti dei progetti di ingegneria sociale è il controllo delle masse. La cosa che mi spaventa non è la follia del signor Scalfari, è la follia della gente comune, della commessa della Coop, del vicino di casa.

      Se il signor Scalfari può dire e scrivere le cose che dice e scrive è perché le masse sono completamente asservite, controllate, ignare e incapaci di mettere in fila due pensierini, anche quando ne va del loro piccolo interesse. Scalfari esplicita cose che sono palesi ma sotto la soglia della coscienza. Quando le esplicita, tale è l'assuefazione che è come se dicesse che ogni mattina sorge il sole. Normalità quotidiana, nessuno fa una piega.

      Per tutto questo, abbiamo già chiuso. Io ne scrivo per grattarmi il prurito ma non ho alcuna speranza.

      Elimina
  2. Risposte
    1. Meglio che niente. Anche una scritta sul muro del cesso è meglio di niente.

      Elimina
    2. Ma tanto non fa nessuna differenza.
      Come ho scritto sopra, se Scalfari può dire e scrivere quelle cose è perché ormai sono state metabolizzate come parte della "normalità", non sono percepite come l'annuncio della Fine del Mondo.

      Siamo ancora qui con le stragi dei Nazisti e i Partigiani, quello si che è importante, che merita ricorrenze, celebrazioni, approfondimenti.

      Invece del Mondo Nuovo col Popolo Unico a chi importa? Anzi, cos'è? I "barconi", "salvare delle vite" e via, rimosso tutto.

      Elimina
    3. Per inciso, leggo che ci sono 5 milioni di Italiani iscritti all'elenco degli espatriati, il 10% della popolazione. Già questo dice qualcosa rispetto al Piano.

      Se espatriassero il 10% degli Africani sarebbero 100 milioni. Se espatriassero solo il 10% dei Nigeriani sarebbero 20 milioni.

      Questo dovrebbe entrare nelle testoline di chi dice "accoglienza" ma essendo tutti loro tra il pazzo e l'imbecille, non ci entra. E' tutto cosi enorme e cosi perverso che le parole sono inutili.

      Elimina
  3. Lui invece in pensione proprio non ci vuole andare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece in questo caso tanto di cappello al signor Scalfari che almeno mette nero su bianco nei suoi articoli tutte le cose che altrimenti rimarrebbero non dette, non esplicitate. Ha il merito di scrivere la verità, anche se non ti piace.

      Un po' come guardare la faccia del signor Renzi ripresa da vicino durante le interviste.

      Elimina
    2. Io preferisco mille volte avere a che fare con un nemico grandiosamente folle come il signor Scalfari, un "Dottor Male" che troneggia nella sua base segreta dentro il vulcano, piuttosto che sopportare una massa di minchioni "medi" che ripetono meccanicamente i luoghi comuni e i tic dell'impiegato, come certe teste di cazzo che sai.

      Ironicamente, la massa dei minchioni "medi" è lo scopo della "sinistra" per come la vede il signor Scalfari. Lui glielo dice in faccia e loro ringraziano, perversamente convinti di essere moralmente e intellettualmente "evoluti".

      Mai avrei pensato da ragazzo di vedere e di vivere in una distopia orwelliana come la nostra.

      Elimina