mercoledì, dicembre 20, 2017

Cronache di ordinaria follia

Milano, buone notizie.
Giordano Stagnati, professione capotreno, era stato aggredito e rapinato del suo palmare da un giovane senegalese, Moussa Diatta, che non aveva il biglietto. In quegli attimi concitati, morse un braccio allo straniero e lo insultò con epiteti razzisti: «Sei un negro di merda». A tre mesi dai fatti, avvenuti il 23 settembre, Trenord ha licenziato Stagnati per «comportamento non consono alle mansioni proprie della sua figura professionale e dell’Azienda che Lei rappresenta».

«Un residente su cinque è straniero e la quota (19,5 per cento) dal 2000 ad oggi è raddoppiata. Alta se si confronta con il 13 per cento di Roma o il 15 per cento di Torino e Firenze, ma molto inferiore al 45 per cento di Londra e Amsterdam e dunque con ampi margini per salire ancora»

Sempre a proposito della Grande Squadra di Renzi:
«La ministra Maria Elena Boschi, nel dicembre 2014, mi chiese se Unicredit era in grado di acquisire Banca Etruria, che era in forte difficoltà». E poi: «Risposi che per acquisizioni non ero grado di dare risposta positiva o negativa ma che avevamo già avuto contatto con la banca e che avremmo dato risposta. Cosa su cui il ministro convenne. Fu un colloquio cordiale e non avverti pressioni da parte del ministro». Sono le parole di Federico Ghizzoni, ex amministratore delegato di Unicredit e oggi presidente di Rothschild Italia.
Vorrei fare presente a quelli che inneggiano al Caro Leader, i quali sembrano pensare che rientri nelle normali mansioni dei Ministri colloquiare con il management delle banche, che la signora Boschi all'epoca era Ministro senza portafoglio per le Riforme Costituzionali e per i Rapporti con il Parlamento mentre il Ministro per Economia e Finanze era Pier Carlo Padoan, il quale sulla vicenda sembra cadere dal proverbiale pero.

3 commenti: