venerdì, dicembre 29, 2017

Il ribaltamento della contemporaneità

In senso sparso, Democrazia:
La democrazia non incontrò eccessivi consensi presso gli intellettuali del tempo. Nella tipologia delle forme di governo descritte da Platone nel Politico essa è definita come «governo del numero» o «della moltitudine», ed è considerata la meno buona delle forme buone, fra cui eccelle invece l’aristocrazia, e la meno cattiva delle forme cattive, di cui quella più degenerata è la tirannide. Questa stessa opinione è condivisa da Aristotele che classifica la democrazia come una forma degenerata di politìa, la costituzione per antonomasia, nella quale il «governo della maggioranza» agisce nell’interesse di tutti. La democrazia è invece il «governo dei poveri contro i ricchi», e quindi il governo di una parte che agisce nel suo esclusivo interesse (Politica, 1279a). (Notare che in Atene tre quarti della popolazione erano esclusi dalla vita politica, perché donne, stranieri, eccetera. Per Aristotele la democrazia "migliore" è quella possibile tra un popolo di contadini/proprietari terrieri che sono forzatamente omologhi, la "peggiore" quella di un popolo di mercanti, che tendono ad essere non-omologhi. NdR)
...
La res publica romana esprime l’idea di una «cosa di tutti», che è altra cosa di quel «potere del popolo» di cui parlava la lingua greca. Il concetto di sovranità popolare diventa dunque il fulcro attorno al quale ruotano le riflessioni politiche del periodo romano-medievale, e apre la strada alla distinzione, rivelatasi fondamentale per le concezioni moderne della democrazia, fra titolarità ed esercizio del potere. Se da un lato, infatti, vale il principio enunciato da Ulpiano (Digesto, I, 4,1) che quod principi placuit legis habet vigorem (ciò che è gradito al principe, ha valore di legge. NdR), dall’altro si riconosce che la fonte di legittimazione di quell’autorità è comunque il popolo, che detiene il potere a titolo originario e conserva peraltro il diritto di creare la legge attraverso la consuetudine (Giuliano, Digesto, I, 3, 32).


Al primo posto della classifica annuale "Power 50" che
include le persone LGBT più influenti nel mondo

Apple si scusa per il rallentamento.
Le scuse seguono le otto azioni legali avviate contro Apple per il rallentamento degli iPhone e l’ondata di critiche piovuta sulla società, accusata dai suoi clienti di averli traditi.
...
NDR: i suoi clienti sono di questo tipo e qualità:
...
un decennio fa, Apple disse che gli utenti non avrebbero dovuto mai cambiare la loro batteria.

Sky-TG24: Apple sbarca in centro a Torino: in centinaia in coda.

Per la cronaca, un iPhone X costa tra 1200 e 1350 euro.
Inclusa la "batteria infinita", pare. Basta spegnere il coso. Ahah.
Io però sono tranquillo. Tutta questa gente che fa la coda davanti allo Apple Store sicuramente voterà la "sinistra" di Gentiloni, anche se non sappiamo niente della legge elettorale ma non importa perché siamo orgogliosi di essere riusciti a trasformare la immigrazione disordinata in immigrazione ordinata, come da post precedente. Poi mi dicono che finalmente la Scuola Superiore, in particolare i Licei, saranno per tutti di quattro anni invece di cinque. Deve dipendere dalla alternanza scuola-lavoro, altra grande conquista, se i nostri studenti sono cosi tanto più preparati degli avi che possono diplomarsi un anno prima. Un po' come le fantastiche "lauree triennali". Evviva evviva. Aspettate un attimo... caspita, mi sono ricordato che quattro anni di highschool e due più due di college, a forza di quiz a risposta multipla, sono il curriculum che ti porta fuori dal ghetto negli USA. Guarda come è strano il mondo, pura coincidenza, ovviamente. Solo un nazifascista sminuirebbe le geniali competenze e visione dei nostri Ministri. Chill out, man.

ATTENZIONE!!!
Recentemente sono entrate a fare parte del panorama della mia simpatica periferia mucchi di biciclette "pubbliche" vandalizzate. Ci chiedevamo tutti che senso avesse per le aziende mantenere un servizio del genere. Ecco la spiegazione:
... progetto finanziato con due milioni e mezzo di euro dall’Unione Europea attraverso il programma Horizon 2020.
Ma qui siamo molto più furbi, perché: bici elettriche, circa 1.500 euro cadauna. Ebbè, grande idea, a me hanno forzato il box per rubare una bicicletta usata che costava nuova si e no duecento euro, mettiamo in giro rastrelliere di biciclette da 1500 euro protette da un antifurto GPS. Sicuramente i nazifascisti che passano il tempo compiendo ogni sorta di furto saranno dissuasi. Poi certamente queste biciclette si presteranno ottimamente ad un uso disattento con poca o nulla manutenzione, esposte al sole, alla pioggia, caldo e freddo. Si si, milioni di finanziamenti europei ottimamente investiti.


Milano Today - bike sharing
CNN Money China's bike sharing

Tornando a Gentiloni e alla fine della Legislatura dal post precedente, aggiungerei una considerazione ovviamente catastrofica:
"Pur avendo la volontà di approvare lo ius soli, non siamo riusciti a mettere insieme i numeri per approvare questa legge. Naturalmente non esserci riusciti è un difetto del governo, ma non ci siamo riusciti."
Il Governo non ha lo scopo di approvare leggi, il Governo amministra (applicando le leggi), è il Potere Esecutivo, non il Potere Legislativo.

Le leggi spettano alle Camere del Parlamento. Un Parlamento che ormai è completamente inutile e sputtanato, stretto da altri "Poteri" da cui è schiacciato e verso i quali è subordinato. Un Parlamento che semplicemente ratifica decisioni prese altrove, sotto ricatto. Da cui la "necessità" della famosa riforma costituzionale di Renzi, quella sulla quale aveva scommesso la sua "esperienza politica", scommessa poi ovviamente rimangiata.

Il Parlamento è subordinato perché gli eletti non sono sottoposti al vincolo di mandato verso gli elettori ma sono sottoposti a vari vincoli di "lobby" (o "gruppo di interesse") e di "partito", specie quando la fine prematura di una legislatura implica non essere rieletti e quindi perdere lo stipendio e i "benefit" dei Parlamentari nell'immediato e non potere maturare il successivo vitalizio.

E' subordinato perché una qualsiasi azione della Magistratura, indipendentemente dall'esito finale, significa la fine della "carriera politica" e possibilmente anche la devastazione della vita privata. Da Mani Pulite ad oggi, la Magistratura ha di fatto messo sotto tutela la "politica" italiana. Non solo a livello dei singoli ma anche a livello delle "formazioni politiche". La Magistratura che inquisisce e giudica (stante il fatto che non esiste la famosa "separazione delle carriere") nelle stesse persone che poi ne escono per candidarsi come "leader".

Il senatore D'Anna ci spiega come lavora il Parlamento, più altre frattaglie.

Ormai gli equilibri tra i Poteri dello Stato e il senso dei limiti impliciti nelle "cariche istituzionali" sono saltati per aria. Mi sembra una situazione tipo rivoluzione messicana dove ogni "capataz" sparacchia in aria coi suoi "bandidos" cercando di farsi quanto più spazio possibile. Senza contare il fatto che sullo sfondo c'è il ribaltamento da cui titolo del post per cui quello che dovrebbe essere riconosciuto come il "male" per la Nazione, viene proposto come il "bene".

8 commenti:

  1. L'ultima tendenza è quella di scusarsi e vale per politici, imprenditori ,gente di malaffare , assassini e chi ne ha più ne metta ....Ti auguro un sereno e fruttuoso sereno 2018... ormai dietro l'angolo . Ciao Antonio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente NO.
      Si scusano negli USA perché li ti fanno due processi, uno in tribunale da cui esci con multe che ti piegano o con la galera e uno sui media da cui esci cosi sputtanato che non ti puoi riciclare da nessuna parte.

      Qui da noi politici, imprenditori, gente di potere e il potere confina sempre e comunque col "malaffare" perché i bravi ragazzi restano al palo, godono della sostanziale immunità. Possono fare e dire qualsiasi cosa e nessuno gli va a chiedere il conto. Falliscono aziende e banche e interviene lo Stato a fare in modo che tutti ne escano ricchi e contenti. Il Parlamento ne combina di tutti i colori e ogni pochi anni si "resetta" tutto e ricomincia da zero. Mentono di continuo su qualsiasi cosa e, siccome i "media" sono asserviti, nessuno fa un fiato.

      Il problema non sono le scuse, il problema è il concetto di "normalità".

      Elimina
  2. Io vorrei sapere se quelle bici sono state mai utilizzate almeno una volta in coerenza con il progetto d'acquisto.
    Anche dalle mie parti c'è stato qualcosa di analogo, sono sparite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il concetto dello "sharing" è difficile da applicare per qualsiasi cosa, che siano biciclette, auto o altro. Alla fine secondo me ci sono due parametri fondamentali, il "business model" secondo cui devi guadagnare dall'affitto ma devi tenere le tariffe abbastanza basse e la ovvia "maleducazione media" dei clienti che magari ti vandalizzano il mezzo. A me hanno insegnato a rispettare la roba degli altri più della mia ma per la maggior parte vale il contrario.

      Poi boh, secondo me dipende anche dal contesto. In una cittadina piccola probabilmente ha molto più senso che in un'area metropolitana.

      Elimina
  3. Molto, molto, molto interessante. peccato che queste cose siano confinate in uno spazio, credo, poco noto (sicuramente avrai le statistiche relative agli accessi, quindi potrai confermare o smentire). Anzi, mi correggo: meno male che questo spazio è poco noto, perché in caso contrario saresti sotto la lente di ingrandimento. "E che c'è di male?" potresti chiederti. Be', pensa a cosa fanno certi bimbetti "creativi" quando usano la lente di ingrandimento con le formiche, sfruttando il sole per "vederle meglio" con appena qualche minimo effetto collaterale (mica voluto, eh!) sulle sventurate...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le statistiche degli accessi hanno VERAMENTE poco significato perché ci sono mille ragioni tecniche che rendono difficile ricavare quel tipo di informazioni, sopratutto se non ci si mette di impegno per farlo. Questo blog avrà presumibilmente qualche centinaio di visite in un mese. La regola è semplice, se speri di essere trovato via ricerca casuale, non succede. La gente arriva se/quando la tua pagina viene "linkata" da un'altra pagina molto popolare. Data la natura di questo blog, abbastanza improbabile. E' capitato una volta per caso che scrivessi una spiegazione per disinstallare un aggeggio MS che è stata poi "linkata" da certi forum a mia insaputa, non che me ne importasse.

      Nota che io non invento niente, mi limito a commentare i "fatti del giorno".

      Elimina
    2. Se ritenessi che tu stia inventando non esprimerei apprezzamento per certe cose che scrivi.

      Elimina
    3. No voglio dire che io non faccio inchieste, indagini, non elaboro statistiche, insomma non dico niente che non sia già stato detto, prevalentemente dai "media".

      E' questa la cosa bella, che non cito nemmeno fonti di "controcultura" ma gli stessi "media di regime".

      Di mio ci metto solo qualche accostamento e qualche sottolineatura e la cosa enorme, che dovrebbe fare imbestialire tutti, è che se lo faccio io in questo blogghettino, dovrebbero farlo per dovere e prassi i professionisti della "informazione". Invece no.

      Come ho detto e ridetto, un articolo dove si accusano i Ministri di mentire sui bilanci è relegato in un angolino e passa inosservato. Invece titoloni su Tizio che fa le corna a Caia o l'ultima uscita del Papa sulla curva delle tazze del gabinetto.

      Elimina