domenica, gennaio 07, 2018

Il programma della signora Boldrini

Intervento della signora Boldrini alla assemblea di Liberi e Uguali
Oggi ascoltavo questo discorso e mi sono trovato a constatare per l'ennesima volta che esiste una parte di umanità che non riesco a capire. Andiamo ad esaminare i punti, premesso che la signora Boldrini qui non sta parlando a me, sta parlando ad un consesso che è già d'accordo sulle cose che dice, in sostanza sono le cose che la platea vuole sentire.
- Jus Soli.
Sull'argomento mi sono già espresso altre volte, non mi dilungo. Vi rimando a questo post, dal quale si ricava quale siano le vere intenzioni dietro la fuffa dei poveri bimbi derubati della "cittadinanza".
- Le politiche economiche fallimentari.
Qui si risale a quando parte della "sinistra" cercava lo Tsipras italiano, il redivivo Che Guevara che combatte il "rigore" dell'Europa delle banche e della finanza per difendere Pensionati e Statali. La menzogna è enorme, enorme come le ragioni che hanno prodotto il Debito. Anche qui vi rimando ad post precedente tra i molti che ho scritto sull'argomento.
- Il progetto degli Stati Uniti d'Europa.
A parte la considerazione che l'idea di subordinare lo Stato italiano ad una altra entità si potrebbe configurare come tradimento, cosa particolarmente grave visto che si tratta di gente che ricopre cariche istituzionali, questo passaggio è tipico della "sinistra" contemporanea che ha rimosso il passato comunista come se non fosse mai esistito. Si sono re-inventati "europeisti" cancellando i decenni intercorsi tra la fine della Guerra e il 1989, il crollo del Muro, in cui il progetto non era subordinare l'Italia alla l'Unione Europea ma subordinarla alla Unione Sovietica. Ci raccontano del Manifesto di Ventotene quando fino a un minuto prima ci raccontavano dei Partigiani delle milizie comuniste che "liberavano" l'Italia dal Nazifascismo. Lo so che è roba trita ma vi ripropongo Rivolta ungherese e Primavera di Praga e Così ha vinto Hitler, per dire il livello di rimozione.
- Il Divario Digitale.
Anche su questo argomento ho scritto in passato. Qui la signora Boldrini compie diversi errori tipici dei profani che si vogliono dare un tono, a parte l'uso improprio del termine "digitale", non coglie due aspetti fondamentali. Il "divario" non è nell'accesso ad Internet, che per gli Italiani è onnipresente, non è nemmeno la "banda larga" di renziana memoria, è nelle competenze, nella maggiore o minore comprensione e padronanza degli strumenti. Non è un problema di diseguaglianza è un problema di ignoranza. La signora Boldrini trasecola quando Trump mette in discussione la Network Neutrality. A parte che secondo me la signora non sa bene cosa significhi, come funziona Internet, il fatto è che Trump può fare e disfare perché gli USA controllano buona parte della tecnologia che adoperiamo, questo blog è un servizio di Google, mentre l'Italia e anche l'Europa non contano assolutamente niente, se non come "mercato". Ma per qualche strana ragione il fatto di non contare niente per tutta la tecnologia, hardware, software, reti, qualsiasi cosa, non fa "trasecolare" la signora Boldrini.
- Le Fake News.
A parte l'ovvia considerazione sulla volontà/necessità di controllare l'informazione, sia che si parli del vecchio Gramsci e del marxismo-leninismo, sia che si parli del più recente Soros, delle "primavere" e delle ONG, come dicevo nel post precedente, la nostra quotidianità è fatta di cose come questa.

Attendo i prossimi discorsi di Renzi Matteo. Se Grasso, leader dei Liberi e Uguali, promette di togliere le tasse universitarie, leggo che Renzi promette l'abolizione del canone RAI. In entrambi i casi significa che si cambierà semplicemente nome alle tasse ma a quanto pare ai loro potenziali elettori non importa, è l'intenzione che conta. Ultima cosa, non sfugga al lettore che la frammentazione della "sinistra" in formazioni pseudo-antagoniste da una parte consente di avere tanti "leader" invece di uno, tanti "centralismi democratici" e cosi via, dall'altra soddisfa un vecchissimo espediente del marketing per cui la stessa azienda mette sul mercato lo stesso detersivo con due o tre nomi differenti in modo da "interessare" più acquirenti, convinti della "bontà" della loro "scelta".

19 commenti:

  1. Ecco il risultato del filtro passamerda peggiorato da una sinistra hybris moralisticheggiante.
    Il peggio non ha limite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me la faccenda è enormemente più complicata. Questa è la descrizione di un "universo immaginario" che viene continuamente ridefinito cancellando le cose "brutte" e riproponendo le cose "belle". Cosa evidente perfino dalla contraddizione implicita nel nome "Liberi e Uguali". Un "universo immaginario" che assomiglia per certi versi ai "paradisi" coi fiumi di latte e miele, dove ci sono le vergini maiale ma con la pretesa ancora più assurda di toccarlo con mano, che diventi "reale" per il solo fatto che lo si descriva.

      La cosa che mi lascia senza parole è che milioni di persone assumano questo racconto come "verità". Che ascoltino il predicozzo senza farsi delle domande.

      Elimina
    2. Sopra ho elencato i punti toccati nel discorso della signora Boldrini. Ogni singolo punto si presta a confutazione e da li, a cascata, tutto il resto. Come è possibile che invece ci siano persone cosi "convinte" che niente di tutto questo gli faccia venire in mente una sola domanda?

      Elimina
  2. Non solo è complicata artatamente da questi sofisticatori di realtà "sbagliate".
    Ma c'è il fatto che questi sono e furbastri che sanno benissimo di essere "più uguali" di altri "meno uguali" e li possono sfruttare gabbandoli e poi se la raccontano, giulivi e tronfi, su quanto sia morale, superiore, migliore il loro agire truffaldino, corruttore.
    Sono persone che, semplicemente, non possono ammettere di aver creato una colossale teoria storta, che non sta su neppure con i ponteggi, basata su assiomi sbagliati e su regole che non hanno alcun attinenza colla realtà. Crollerebbe, 'sta catasta di cacca, tutta addosso a loro, se anche iniziassero, timidamente, a riconoscere quante pisquanate hanno detto.
    Già persone che mettono insieme "libertà" ed essere "uguali" non hanno capito un pipo della realtà nella quale la libertà può esistere solo se le persone sono diverse non possono che essere considerate degli imbonitori ciarlatani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io voglio sottolineare la continuità sia del "popolo" che delle "dirigenze. Per esempio leggi questo dialogo dall'articolo collegato sopra e confronta coi recenti allarmi sul "ritorno delle destre", sul pericolo rappresentato dai "populisti" e "sovranisti", contrapposti alle "forze del bene" di impostazione "sovranazionale - europeista - mondialista".

      La TV mostra i Tedeschi che abbattono il Muro:
      "Petruccioli: «Ma come cosa vogliamo fare? Telefonano da tutta Italia, non possiamo star zitti! Con quel che sta succedendo, come facciamo ad andare in giro con questo nome...». E Natta: «Vedi, io non considero intoccabile il nome... ma cosa volete fare... Qui crolla un mondo, cambia la storia... ha vinto Hitler... Si realizza il suo disegno, dopo mezzo secolo»."

      Non so se è chiaro. Il manifestarsi della menzogna marxista-leninista sovietica per i Comunisti italiani coincideva col realizzarsi del "disegno" di Hitler. Questa gente al delirio psichedelico ha fatto l'Italia che conosciamo e sono ancora li a dire le stesse cose, cambiando solo il nome.

      Elimina
    2. Un'altra cosa. Tempo fa leggevo la storia della Rote Armee Fraktion, le Brigate Rosse tedesche. Quando nominarono a non so quale incarico istituzionale dei personaggi con un passato "nazista" (cosa non improbabile considerato che tutti i Tedeschi furono nazisti) questi personaggi della estrema sinistra tedesca furono presi dal panico, convinti che sarebbero venuti a cercarli casa per casa per eliminarli. Quindi decisero di passare alla famosa "lotta armata", ai loro occhi semplice proseguimento dell'avanzata della Armata Rossa, cosi come i nostri Brigatisti furono convinti di continuare la Lotta Partigiana di Liberazione.

      Ancora, valuta il livello del delirio a cui erano condizionati tutti questi e il livello di delirio appena sotto di quelli che affollavano le vecchie feste dell'Unità, con tutto un garrire di bandiere rosse, falci e martelli. Che distanza abissale tra la loro visione del mondo, quella di milioni di Italiani e il mondo per come in effetti era e come è. Con tutti i paradossi, tipo il "compagno" che nasconde il macchinone qualche isolato più in la quando si reca all'incontro per non farlo vedere alla "classe operaia".

      Non è sparita questa gente, si è solo mimetizzata, mentendo perfino a se stessa.

      Elimina
  3. Il cognome materno, zio Lorenzo, hai scordato
    Questo sì che salverà l'Italia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Italia deve cessare di esistere, quindi il problema non si pone. Non deve esistere un popolo italiano, una nazione, uno Stato. Si deve realizzare, come dice Scalfari, un "popolo unico" col meticciato.

      Elimina
    2. La razza umana merita l'auto-estinzione...

      Elimina
    3. Mah, direi che se gli avi hanno superato ere glaciali, tigri dai denti a sciabola ed epidemie i posteri sopravviveranno alla "sinistra".

      Elimina
    4. Il problema non è "la sinistra"
      Il problema è anche la destra, i defunti democristiani, Salvini, Berlu, M5S, la Boldrini

      Una pletora di dementi

      Elimina
    5. Scusa, intendevo che il problema non è *solo* la sinistra

      Elimina
    6. Non esiste questa contrapposizione, è l'ennesima mistificazione operata dai Comunisti nel Dopoguerra. Come ho detto e ridetto, la "destra" storicamente consiste nella aristocrazia terriera, la "sinistra" nella borghesia mercantile. In questa logica, il Fascismo fu sempre "sinistra", sia negli inizi para-socialisti (Mussolini era figura carismatica del Partito Socialista) che nella fase seguente in cui si fece più vicino agli interessi della borghesia.

      La DC fu inventata dagli Americani che durante l'occupazione si appoggiarono alla mafia al sud e alla Chiesa nel resto d'Italia. Ancora, si definiva più per la contrapposizione anti-comunista nella logica dei "blocchi" e della "cortina di ferro" che per contenuti propri. Infatti, quando nell'89 il PCI si decompone, quello che ne risulta è l'ircocervo che accomuna gli eredi di DC e PCI, ovvero il PD. Vedi l'esempio di Renzi.

      M5S è il nulla e finirà nel nulla, è un movimento che si fonda solo sulla menzogna della "democrazia diretta".

      Berlusconi è auto-contenuto, vende se stesso e niente altro a gente che in qualche maniera ammira l'uomo di successo.

      Salvini si è trovato in mano la Lega fatta da altri e adesso sta cercando di tirarne fuori qualcosa, dando un colpo al cerchi e uno alla botte.

      Elimina
    7. Il problema sono le aspettative degli Italiani.

      Elimina
    8. Chi voterà la signora Boldrini si aspetta:
      - jus soli, ulteriore incremento del meticciato.
      - intervento dello Stato in economia, incremento di lavoretti, pensioncine.
      - ulteriore diminuzione della sovranità nazionale in favore delle elite apolidi e globalizzazione.
      - ulteriore incremento della dipendenza da contratti e abbonamenti di servizi di rete e gadget elettronici, sostenuto dallo Stato a partire dall'asilo.
      - incremento ulteriore del controllo sulla informazione.

      Elimina
  4. Io quella donna la detesto, eppure in quel video si è guadagnata un minimo di stima (un minimo ho detto) da parte mia: sta sfogando apertamente la sua frustrazione.
    Tutto sommato la Boldrini non ha taciuto nulla di ciò che le sta (stava) a cuore, in primis lo ius soli. Ha anche riconosciuto che la sua mancata approvazione è imputabile al timore di perdere voti = mi stai dicendo che era una "tua" battaglia e te ne strafottevi di cosa pensa il popolo: va bene, apprezzo la sincerità.

    Renzi invece ieri sera intervistato dalla Gruber e da Mieli ha parlato DI TUTTO tranne che del problema migranti, il quale sa benissimo che costituirà la sua tomba elettorale. MANCO UNA PAROLA !!!!!

    Io mi sto rendendo conto anche da recenti dibattiti sul mio blog che con gli esponenti della "sinistra" non ci può essere comunicazione efficace: è come discutere con i Testimoni di Geova.
    Tutto sommato però "comprendo" la Boldrini che si sfoga davanti una platea di idioti.
    Mentre disprezzo colui che tace in presenza di un elefante nella stanza. Quella è proprio malafede tattica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne fai una questione personale invece secondo me si tratta di mestiere, tipo un venditore che vende pentolame al suo pubblico di casalinghe. Renzi copre un altro "mercato" e lascia i temi "più di sinistra" al partito che hanno fatto apposta per catturare quell'elettorato che vede in Renzi una proposta troppo "moderata".

      Elimina
    2. Anche a leggere i "programmi" della cosiddetta "destra" c'è da farsi cadere le braccia! Una fiera di basse manipolazioni linguistiche per far intendere (ai distratti e ai sempliciotti) una certa cosa avendo già chiaramente in mente di farne un'altra. Sempre nell'interesse dei soliti e a danno degli altri soliti.

      Sottolineo: inclusi alcuni apparenti insospettabili "caldi" tipo Casapound e quel furbetto di Salvini. Se non mi credete, informatevi. Non. Esiste. Alternativa. La linea è e resta una: quella che ormai abbiamo imparato a conoscere fin troppo bene.

      Elimina
    3. Sono abbastanza d'accordo.

      Elimina