lunedì, febbraio 05, 2018

Un esempio concreto di automazione, le macchine che controllano i mercati

Articolo de IlSole24Ore: Flash crash a Wall Street: così la volatilità mette paura ai trader automatici.

Nel contesto di questo post vi sottopongo il concetto del "trader automatico".
Immaginatevi questo scenario, ovvero che le azioni vengano comprate e vendute su tutti i mercati mondiali con modalità abbastanza articolate. Ora, a questa complessità intrinseca del contesto, aggiungete il fatto che invece di mettere delle persone che eseguono le operazioni parlando con altre persone, si usano dei computer che parlano con altri computer, operando sulla base di una "logica" pre-impostata che soppesa tutta una serie di "parametri" e decide quando e quali operazioni eseguire. In linea teorica questa logica, se sufficientemente complessa, potrebbe anche essere in grado di apprendere, di auto-istruirsi sulla base dei risultati che ottiene nel tempo e questo è un concetto più sensato di "intelligenza artificiale" di quelli che vengono menzionati nei discorsi per le masse.

Ci sono due conseguenze: chi investe più risorse nello sviluppo e messa a punto, realizza il "trader automatico" più efficace, lo arma di maggiori risorse da spendere, quindi guadagna di più e/o perde di meno. Le operazioni compiute dai sistemi automatici sono ovviamente eseguite ad una velocità super-umana, in un senso e nell'altro e tante più operazioni sono affidate a sistemi automatici, tanto più incontrollabili e anche difficilmente conoscibili sono gli eventi che scuotono i mercati. Anche perché non è dato di sapere chi regola/controlla questi sistemi e per quali ragioni o finalità, oltre il mero guadagno economico.

Infine, considerate che se qualcuno guadagna, molti necessariamente devono perdere. Quindi lo scopo di un "trader automatico" o "sistema esperto" è quello di ingannare i piccoli investitori come posso essere io che investo i miei risparmi e riportare il guadagno cosi ottenuto al "padrone" che controlla il sistema.

E' la versione finanziaria di Skynet.
Ora, in Italia abbiamo una commissione parlamentare che dovrebbe indagare sui "crack" bancari e sull'operato di organismi di controllo (es. CONSOB, Banca D'Italia) e di Governi (es. signor Renzi, signora Boschi) che non riesce a pubblicare una relazione perché al momento di farlo, i membri di questa commissione si trovano in disaccordo sulle conclusioni e sulle finalità della relazione. Qualcuno secondo voi si pone il problema di chi controlla i sistemi automatici che operano sui mercati finanziari e se, eventualmente, questi automatismi vadano sottoposti ad una qualche indagine/regolamentazione/supervisione? Figurarsi, siamo indietro di cent'anni.

2 commenti:

  1. Due considerazioni:
    - non c'è da aspettarsi nulla di buono da queste "automazioni" (e questa è un'ovvietà)
    - l'America ci precede di circa 5-10 anni, e questo vale sia per le innovazioni utili/inoffensive sia per quelle disastrose.
    Quindi c'è da attendere qualche futura conseguenza nefasta una volta che l'automazione del trading avrà preso piede in Italia, dove fino a pochi anni fa ci ripetevano che "le nostre banche sono sicure, non certo paragonabili a quelle americane dove regna l'azzardo" - cioè noi eravamo finanziariamente a un livello più arretrato e casereccio, con banche modello "della nonna", più umane, rassicuranti e non esposte a giochi pericolosi. Tutte palle.

    Azzardo solo un'ipotesi:
    "Anche perché non è dato di sapere chi regola/controlla questi sistemi e per quali ragioni o finalità, oltre il mero guadagno economico.":

    = magari chi regola/controlla fa parte della stessa stirpe dei contemporanei di Gesù.
    E il guadagno, oltre quello economico, potrebbe essere quello di tenere in scacco intere nazioni: "o ti adegui a subire la deportazione (che conosciamo) o in pochi giorni ti faccio colare a picco".

    RispondiElimina
  2. "= magari chi regola/controlla fa parte della stessa stirpe dei contemporanei di Gesù.
    E il guadagno, oltre quello economico, potrebbe essere quello di tenere in scacco intere nazioni: "o ti adegui a subire la deportazione (che conosciamo) o in pochi giorni ti faccio colare a picco"."
    C'è un -magari- di troppo in questa frase per essere completamente corretta.

    RispondiElimina