sabato, giugno 02, 2018

A volte mi sembra di sognare

Leggo sul Corriere:
Da quel 2 giugno 1946, in cui si espressero i cittadini italiani, abbiamo vissuto anni intensi verso una profonda coesione del popolo italiano, in un cammino ispirato dalla nostra Carta Costituzionale, architrave delle Istituzioni e supremo riferimento per tutti.
Il Presidente Mattarella ci racconta una storia che è completamente artefatta, per tante ragioni, eccone una, guardate questo documentario.
Valori di libertà, giustizia, uguaglianza fra gli uomini e rispetto dei diritti di tutti e di ciascuno sono il fondamento della nostra società ed i pilastri su cui poggia la costruzione dell’Europa
Assolutamente falso, la "costruzione dell'Europa" poggia su pilatri ECONOMICI, come ha palesato lo stesso Presidente Mattarella quando ha subordinato l'incarico del Presidente del Consiglio e dei Ministri ALLA APPROVAZIONE DEI MERCATI. Di tutto si è parlato in questi giorni tranne che di "libertà, giustizia, ecc".
Dalla condivisione di essi nasce il contributo che il nostro Paese offre con slancio, convinzione e generosità alla convivenza pacifica tra i popoli ed allo sviluppo della comunità internazionale.
Questa è senza dubbio la ragione per cui la Festa della Repubblica si celebra con una parata delle Forze Armate, no? Logica vuole che per mostrare lo slancio verso la "convivenza pacifica" si mostrino le armi. Oltre a citare il celebre aforisma secondo cui la guerra è il proseguimento della diplomazia con altri mezzi, basta fare una ricerca su Internet per verificare l'elenco delle "missioni" affidate alle Forze Armate in tutto il mondo, quale è il bilancio della Difesa e come è ripartito.
Ora, io non entro nel merito di cosa sia "bene" e cosa sia "male", voglio solo sottolineare che ci raccontiamo delle favole che travisano la realtà quando non la reinventano di sana pianta. Mi domando perché.

2 commenti:

  1. La Reppubblica con Casalino!l'Europa è in crisi, come struttura politica così non va!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara, dovresti sforzarti di argomentare perché dopo i Savi di Grecia gli aforismi sintetici non hanno funzionato più tanto bene.

      Il M5S è il "partito del Sud", nonostante i massimi dirigenti fossero del Nord, cosi come gli elettori sono mediamente "sinistra" nonostante i dirigenti fossero "destra". La ragione è banale, ha riempito un vuoto. Nel modo di pensare dei Meridionali, uno stipendietto e una pensioncina non si negano a nessuno e i riferimenti della "comunicazione" sono di tipo sudamericano, non certo scandinavo. Per cui Casalino casca a fagiolo.

      L'Europa è un gigantesco inganno. Tu usi l'espressione "struttura politica" che per me non significa nulla. Quello che vedo io è che invece di facilitare la convivenza dei Popoli e di esaltare il patrimonio culturale di ognuno, la cosiddetta "Europa" ha la missione descritta dall'ottimo Scalfari, ovvero cancellare i Popoli e le loro culture per creare il "Mondo Nuovo" abitato dallo "Uomo Unico".

      La "Europa" non solo è un apparato burocratico di funzionari, autoreferente come tutti gli apparati del genere, è anche eterodiretta dalle famose Elite Apolidi e lavora CONTRO di noi.

      La faccenda della supremazia tedesca è solo un diversivo, la faccenda è su scala planetaria.

      Elimina